31 marzo 2008

portishead

concerto ieri sera qui a milano dei grandi portishead.
ipnotici, cupi, profondi.
il loro primo album, DUMMY, nel 1994: sono passati ben 14 anni.
ma sono moderni come non mai.
uno dei loro pezzi più belli qui:
http://www.benedusi.it/portfolio/albums/anticamera/ftp/portishead/11%20Glory%20Box.mp3

8 Commenti »

26 marzo 2008

tombini

ok, lo so, mi sto sul cazzo da solo.
lì con il ditino alzato, questo va bene, questo non va bene.
a criticare questo e quello…
“a benedusi, cazzo ti critichi! pensa a te!”
e infatti avete ragione.
però una critica piccola piccola su come va il mondo fatemela fare.
piccola piccola.
altro che quelli che lottano contro l’immigrazione clandestina, o contro la mafia, oppure (addirittura!) contro la fame nel mondo.
io vorrei semplicemente che quelli che spostano i tombini, per fare delle riparazioni o degli spurghi (capita…) abbiano la buona cura e la solerzia di rimetterli come li avevano trovati, con le strisce giuste.
qui sopra un piccolo campionario di tombini mal messi.
quindi, visto che si avvicinano le elezioni, io prometto il mio voto a chi si impegna al corretto ripristino dei tombini mal messi.
politici! promettete! io sono qui!

16 Commenti »

25 marzo 2008

manifesti elettorali#02

ma non è illegale mettere un manifesto su spazi non autorizzati e per i quali non si è pagata la relativa tassa?
come si può auspicare maggiore legalità quando chi la chiede è il primo a non rispettarla?
una parola è poca, due sono troppe: vaffanculo!

16 Commenti »

25 marzo 2008

manifesti elettorali#01

Nessun Commento »

20 marzo 2008

seventy adv backstage los angeles

48 Commenti »

17 marzo 2008

rio_lisbona_milano

“per raggiungere la meta agognata procedete in direzione opposta alla medesima”
“la via celeste ha sempre la meglio, non occorre combattere”
“se due litiganti levano le mani l’uno contro l’altro, vince colui che soffre di più”
da “La via del Tao” di Lao Tse

“il fiore giustifica i mazzi”
“diventare fiume senza aver fatto il corso d’acqua”
Alessandro Bergonzoni

“l’ottimista è un uomo che, senza una lira in tasca, ordina delle ostriche nella speranza di poterle pagare con la perla in esse trovata”
Ugo Tognazzi

4 Commenti »

15 marzo 2008

rio #05

http://lulacerda.ig.com.br/home/?contentId=8563

12 Commenti »

13 marzo 2008

rio #04

ieri sono stato a far location dentro una favela.
adesso lo so bene, sto per dire la classica cazzata che dice quello “ricco” di milano: l’umanità, la gentilezza, la disponibilità, il calore umano che ho visto in questo posto li ho trovati raramente.
pieno di bambini che giocano in strada, apparentemente felici e contenti.
tutti che ci facevano entrare nelle case offrendoci birra e pastelas.
sembravano, ed erano!, tutti tranquilli e rilassati.
certo ci sono delle cose un po’ bizzarre, tipo la gestione delle linee elettriche, che come vedete qui sopra è quantomeno artigianale…

che bello giudicare la merdosa vita di una favela, adesso che sono comodamente seduto davanti al mio computer super figo all’interno della mia stanza super figa di un albergo a 4 stelle nella parte super figa di rio de janeiro!

40 Commenti »

12 marzo 2008

rio #03

girando il mondo il mio primo problema, da persona che cerca di rimanere sana e soprattutto da italiano, è cercare di mangiare bene.
che non è per niente una cosa semplice.
non è una cosa semplice per un semplice trito e ritrito argomento, banale quanto volete ma vero: fuori dall’italia si mangia di merda.
che non è sempre vero, che ci sono delle eccezioni…mettetela come volete ma la sostanza è questa.
io sono anche super curioso delle altre cucine, voglio provare e provo sempre tutto, ma a volte è veramente difficile.
non so se l’ho già scritto in passato ma trovo che questa sia la grande differenza tra l’italia e il resto del mondo riguardo al cibo: sicuramente anche in america, germania, spagna, brasile…ci sono ottimi ristoranti dove si mangia bene e sano, in italia però se entri in un qualsiasi ristorante, soprattutto in provincia, troverai quasi sempre buon cibo fatto bene.
spesso risolvo il problema con i giapponesi, che sono pur sempre solo pesce crudo, e lì è difficile sbagliarsi.
c’è però una “new wave” della ristorazione che si sta diffondendo in tutto il mondo, che apprezzo tantissimo: l’alimentazione naturale, spesso vegetariana, con un occhio attento alla qualità dei prodotti e alla loro provenienza, dando importanza alle tre T: terra, tradizione e territorio.
spesso sono piccoli, semplici ristoranti, dove si mangia velocemente, semplicemente e soprattutto in maniera sana.
ho trovato anche qui a rio un posto con queste caratteristiche!
qui sopra una foto.
hanno sempre 4 o 5 zuppe.
buonissimi dolci.
frullati e centrifughe.
verdure e verdurine di tutti i tipi.
ma anche buonissimo pesce.
io lo segnalo, perchè penso di essere l’unico italiano ad esserci mai entrato, e se verrete mai qui merita proprio più di una visita, altro che quelle cagate per turisti.
si chiama fontes. sta a visconde de pirjà 605.
http://www.fontesipanema.com.br/

16 Commenti »

9 marzo 2008

rio #02

oggi è domenica, e mi sono svegliato, causa fuso, alle 5 del mattino.
il mio albergo è a leblon, dopo ipanema, sulla spiaggia.
alla domenica mattina succede una cosa molto carina: chiudono alle macchine la strada che costeggia il mare e la lasciano libera per le decine, centinaia, migliaia! persone che vanno lì a fare sport.
sport di tutti i generi e tutti i tipi.
debbo dire che questa è la cittò più sportiva che abbia mai visto al mondo.
corrono, vanno in bicicletta, fanno surf, giocano a pattarelle sulla spiaggia, giocano a pallavolo (molto più questo che non il calcio), insomma fanno di tutto e di più proprio tutti, giovani e vecchi, belli e brutti, grassi e magri…
va molto di moda una cosa che non so se esiste anche in italia. niente di pazzesco, eh, ma la fanno proprio tutti: una sorta di camminata veloce, muovendo molto avanti ed indietro le braccia.
anche io, che non sono certo di indole sportiva, mi sono messo le scarpe da jogging e sono andato sul lungomare a correre, arrivando fino alla fine di ipanema. laggiù c’è una spiaggia riservata ai cani, con decine di cagnoloni che si divertono da matti.
sono tornato indietro (ne’ correndo, ne’ facendo la camminata veloce alla brasilera…solo e semplicemente camminando all’italiana…) e mi sono sparato quasi ad ogni baracchino una aqua de coco.
tutto bene?
tutto bene un cazzo: della serie che uno non è mai contento io vorrei tanto essere nella piovosa milano per andare al cinema…
cosa?!? devo andarmene a fare in culo??!?!!
ma come! io ti racconto tutte le mie avventure e tu mi mandi a fare in culo?

16 Commenti »