MY BEST POST

COMMENTI RECENTI

  • luglio 2017
  • maggio 2017
  • aprile 2017
  • marzo 2017
  • febbraio 2017
  • dicembre 2016
  • novembre 2016
  • ottobre 2016
  • settembre 2016
  • luglio 2016
  • maggio 2016
  • aprile 2016
  • marzo 2016
  • febbraio 2016
  • gennaio 2016
  • dicembre 2015
  • novembre 2015
  • ottobre 2015
  • settembre 2015
  • agosto 2015
  • luglio 2015
  • giugno 2015
  • maggio 2015
  • aprile 2015
  • marzo 2015
  • febbraio 2015
  • gennaio 2015
  • dicembre 2014
  • novembre 2014
  • ottobre 2014
  • settembre 2014
  • agosto 2014
  • luglio 2014
  • giugno 2014
  • maggio 2014
  • aprile 2014
  • marzo 2014
  • febbraio 2014
  • gennaio 2014
  • dicembre 2013
  • novembre 2013
  • ottobre 2013
  • settembre 2013
  • agosto 2013
  • luglio 2013
  • giugno 2013
  • maggio 2013
  • aprile 2013
  • marzo 2013
  • febbraio 2013
  • gennaio 2013
  • dicembre 2012
  • novembre 2012
  • ottobre 2012
  • settembre 2012
  • agosto 2012
  • luglio 2012
  • giugno 2012
  • maggio 2012
  • aprile 2012
  • marzo 2012
  • febbraio 2012
  • gennaio 2012
  • dicembre 2011
  • novembre 2011
  • ottobre 2011
  • settembre 2011
  • agosto 2011
  • luglio 2011
  • giugno 2011
  • maggio 2011
  • aprile 2011
  • marzo 2011
  • febbraio 2011
  • gennaio 2011
  • dicembre 2010
  • novembre 2010
  • ottobre 2010
  • settembre 2010
  • agosto 2010
  • luglio 2010
  • giugno 2010
  • maggio 2010
  • aprile 2010
  • marzo 2010
  • febbraio 2010
  • gennaio 2010
  • dicembre 2009
  • novembre 2009
  • ottobre 2009
  • settembre 2009
  • agosto 2009
  • luglio 2009
  • giugno 2009
  • maggio 2009
  • aprile 2009
  • marzo 2009
  • febbraio 2009
  • gennaio 2009
  • dicembre 2008
  • novembre 2008
  • ottobre 2008
  • settembre 2008
  • agosto 2008
  • luglio 2008
  • giugno 2008
  • maggio 2008
  • aprile 2008
  • marzo 2008
  • febbraio 2008
  • gennaio 2008
  • dicembre 2007
  • novembre 2007
  • ottobre 2007
  • settembre 2007
  • agosto 2007
  • luglio 2007
  • giugno 2007
  • maggio 2007
  • aprile 2007
  • marzo 2007
  • febbraio 2007
  • gennaio 2007
  • dicembre 2006
  • novembre 2006
  • ottobre 2006
  • settembre 2006
  • agosto 2006
  • luglio 2006
  • giugno 2006
  • maggio 2006
  • aprile 2006
  • marzo 2006
  • febbraio 2006
  • gennaio 2006
  • dicembre 2005
  • novembre 2005
  • ottobre 2005
  • settembre 2005
  • agosto 2005
  • luglio 2005
  • giugno 2005
  • maggio 2005
  • aprile 2005
  • marzo 2005
  • febbraio 2005
  • gennaio 2005
  • dicembre 2004
  • novembre 2004
  • ottobre 2004
  • settembre 2004
  • agosto 2004
  • luglio 2004
  • giugno 2004
  • maggio 2004
  • aprile 2004
  • marzo 2004
  • febbraio 2004
  • gennaio 2004
  • dicembre 2003
  • novembre 2003
  • ottobre 2003
  • settembre 2003
  • agosto 2003
  • luglio 2003
  • giugno 2003
  • maggio 2003
  • aprile 2003
  • marzo 2003
  • 30 settembre 2010

    WHERE ARE YOU NOW? CONCORSO BENEDUSI #02!

    due anni fa feci il concorso benedusi numero uno: che ebbe il suo bel vincitore.

    copio ed incollo esattamente ciò che scrissi a suo tempo

    “succede molto spesso che mi scrivano delle persone (giovani fotografi, aspiranti fotografi, curiosi, assistenti…) che mi mandano fotografie, siti e quant’altro chiedendomi le solite cose: un parere sulle fotografie, di poter venire qui in studio, di poter lavorare con me, di pulire il cesso gratis, di portarmi le valigie nei viaggi…
    io cerco di rispondere a tutti, a volte mi riesce a volte meno, dipende dal casino del momento. cerco di rispondere perché trovo sia giusto aiutare chi comincia, e mi sembra ieri quando ero io a bussare alle porte dei fotografi professionisti: tuttora nei miei pensierini serali ringrazio chi mi diede retta e maledico chi non lo fece.
    il problema però è che veramente non riesco a rispondere e soprattutto vedere chiunque mi scrive.
    ho pensato allora di fare una cosa: il concorso benedusi.
    mandatemi una mail con i vostri lavori qui
    concorso AT benedusi.it
    e io selezionerò un vincitore che vincerà:
    -la sua foto pubblicata qui sul mio blog
    -una giornata intera sul set con me, senza dover pulire neanche il cesso.
    ovviamente non c’è alcun tema, potete mandare qualsiasi tipo di fotografia.
    ok? fatevi sotto…”

    ho copiato ed incollato ciò che scrissi due anni fa per una semplice ragione: chi meglio di me può scrivere ciò che io penso?!?!

    e quindi: inizia oggi il concorso benedusi numero due. avete più o meno un mesetto per mandare i vostri lavori.

    good luck!

    una mia rielaborazione di un’idea di andrea basile

    22 Commenti »

    27 settembre 2010

    BENEDUSI STAFF T-SHIRT

    mi hanno fatto una bella sorpresa i ragazzi del mio studio quest’estate, quando sono venuti al TPW: si sono fotografati (un po’ da tossici chic…) e hanno fatto fare una t-shirt con le loro faccine sopra.

    da sinistra daria (factotum e colonna dello studio benedusi) poi giorgio (assistente e assistito) ed infine alessia (stagista tuttofare).

    sono i miei ragazzi. temo che senza di loro potrei fare poco.

    grazie!

    6 Commenti »

    21 settembre 2010

    BENEDUSI.IT

    il mio sito viene spesso aggiornato e aggiustato.

    nuova la home page, con filmatino di saluto e una frasina che avevo in mente da tempo, per cercare di far capire fin dall’inizio quanto grande sia la “casa” nella quale si sta per entrare:

    nuova anche la pagina BIO, con le due biografie, in positivo e in negativo, in tutti i sensi:

    last bu not least la pagina MY BEST, che cambia spesso: in questo periodo un po’ di copertine:

    cliccando sulle preview si finisce direttamente alle pagine relative

    3 Commenti »

    20 settembre 2010

    ANALOGICO VS DIGITALE

    in verità avrei altre  cose di cui scrivere e di cui parlare. ma, inevitabilmente, il cazzeggio fa parte di me in maniera ineluttabile. e quindi vi voglio far vedere questa cosa.

    in questo mondo che tutti noi pensiamo ipertecnologico, dove non si può stare senza internet, computer, dove i giornali e le riviste sono lette solo sull’ipad, dove la potenza si misura solo in byte e dove (si presume!) chiunque abbia in casa e soprattutto in ufficio un bel personal computer con la sua bella stampante…in questo mondo del duemila (cazzo, siamo nel duemila!!!) c’è qualcuno che (a milano!) manda delle letterine come questa qui sotto, che ho trovato nella mia cassetta delle lettere la scorsa settimana:

    17 Commenti »

    14 settembre 2010

    SI FEST

    a luglio mi chiama chico de luigi proponendomi di esporre all’interno dello spazio NO PANIC, ospitato dal festival di fotografia che da anni si svolge a savignano sul rubicone, il tutto insieme a fabio novembre e a toni thorimbert.

    il tema che ci propone è di fare una fotografia al giorno per tutto il mese di agosto, con l’iphone. incarico molto interessante.

    prima di incominciare a scattare penso, come sempre, a cosa fare. immagino che le immagini saranno esposte tutte insieme, presumibilmente una vicino all’altra. e mi viene in mente allora di realizzare qualcosa che abbia una doppia lettura: sia fare delle fotografie che vivano singolarmente ma diventino una grande singola fotografia tutte insieme e sia sfruttare la precisa tempistica imposta dal “regolamento” per raccontare una ipotetica (o reale…) successione di stati d’animo.

    questo è quello che mi sentivo, teoricamente, di voler raccontare.

    quando poi dalla teoria si è passati alla pratica ho pensato che avevo voglia di omaggiare due maestri: la leggerezza e il surrealismo di luigi ghirri e gli equivalents di alfred stieglitz.

    la strada oramai quindi era segnata: ogni giorno ho rivolto il mio iphone in alto alla ricerca di nuvole (che a volte non ci sono state…) e ho fotografato un pezzo di cielo.

    per me questa operazione è diventata qualcosa di molto intimo ma anche molto pubblico, di molto profondo ma anche molto leggero: di sicuro guardando queste immagini mi ricorderò di ogni giorno di questo agosto 2010 molto di più e molto meglio che se avessi fotografato ogni istante della mia vita quotidiana.

    ecco quindi le immagini

    equivalents_agosto 2010

    mi dispiace non poter omaggiare con la stessa qualità i bellissimi lavori dei miei due compagni di merende.

    fabio novembre ha realizzato delle istantanee alle sue due figlie. per lui, che non caga neanche senza un “progetto”, trovo che abbia realizzato un lavoro molto fresco e leggero, ma proprio per questo molto intimo e profondo. bravo fabio! ecco il suo lavoro esposto:

    Verde e Celeste

    il lavoro di toni l’ho trovato bellissimo. un grande fotografo fa grandi cose anche con l’iphone. un racconto meraviglioso della sua estate in puglia: un puzzle le cui trentuno tessere compongono un disegno molto personale.

    questo il suo lavoro esposto:

    1_8_2010>31_8_2010

    è un peccato vederle piccole e male. questa una delle mie preferite in grande:

    photo by toni thorimbert

    tutto l’ambaradam, come dicevo all’inizio, è stato inventato, creato, animato, fotografato e quant’altro dall’amico chico.

    qui lo fotografo davanti alla sua opera:

    chico de luigi

    mentre lui fotografa me…

    photo by chico de luigi

    alla fine le immagini sono state vendute tramite una tombolata. purtroppo io non ero più presente. sono felice però che il mio lavoro sia andato a patricia:

    la serata è poi proseguita, diciamo così, non in maniera noiosa: vitellonismo romagnolo e fotografia. cosa volere di più?

    a piccola testimonianza di tutto ciò io e toni alle prese con un gelatino…

    grazie a tutti!

    7 Commenti »

    10 settembre 2010

    ALEA IACTA EST

    in partenza per savignano su rubicone per il suo rinomato festival di fotografia.

    esporrò nella riserva indiana di chico de luigi.

    con i compagni di merende toni e fabio.

    ci vediamo lì!

    2 Commenti »

    8 settembre 2010

    VENICE BY NIGHT

    venezia.

    notte.

    dopo festival del cinema.

    taxi.

    12 Commenti »

    6 settembre 2010

    Nessun Commento »

    5 settembre 2010

    RITRATTI CORRIERE DELLA SERA: HOW I DID

    mi è stato chiesto di spiegare come ho raggiunto il risultato del bianco e nero dei ritratti fatti per il corriere della sera. nessun problema, non ho proprio alcun segreto da nascondere, anche per un semplice motivo: non c’è alcun segreto!

    intanto una risposta ad una domanda non fatta: perchè bianco e nero e perchè quel tipo di bianco e nero. il bianco e nero perchè in mente avevo quei due esempi di cui ho parlato nel post precedente, e cioè avedon e sander. e quindi immagini, ritratti molto “classici”, “posati”, in qualche maniera antichi, e quindi in bianco e nero. quel tipo di bianco e nero (e cioè un poco “vecchio”) per dare fin da subito alle mie immagini una sorta di storicizzazione, come se le fotografie fossero già guardate con la lente del tempo passato, per favorire quello stupore del “come eravamo”.

    questo uno scatto originale:

    e questo lo stesso scatto dopo photoshop:

    e quindi, come ho fatto tutto questo?

    più o meno ho fatto come raccontato nel video qui sotto. dico più o meno perchè ogni servizio che faccio ha un ritocco suo, non ho mai degli standard: ho cercato quindi di ripetere e rifare oggi ciò che ho fatto più o meno un mese fa.

    PS: ho messo una musichetta per rendere meno noiosi i minuti di ‘sta menata photoshoppesca. ne avrei scelta un’altra, ma mi frega sempre questa esigenza che le cose abbiano un senso, e questa un senso ce l’ha…

    PS #02: il software che appare ad un certo punto è questo

    9 Commenti »

    1 settembre 2010

    RITRATTI PER IL CORRIERE DELLA SERA

    intorno a ferragosto qualche giorno con un polistirolo bianco in centro a milano, con la voglia di far vedere gli strani personaggi che lo frequentano, quando tutti gli altri sono in vacanza.

    il presuntuoso tentativo di fondere i due giganti dei ritratti in location: august sander e il richard avedon dell’ “in the american west”. (che arroganza, solo avvicinarmi a questi due maestri!)

    l’idea di fare una specie di “spoon river” dei vivi, con un rappresentante di ogni categoria: il pazzo, lo sfigato, la figa, il borghese, la mamma…

    una delle prime volte che il “corriere della sera” dedica una pagina intera ad un servizio fotografico.

    un video backstage.

    mi piace molto fare ritratti in giro: si parla con le persone…

    la famiglia soulama

    melissa ed igor

    vittorio

    carolina

    aldo

    josè

    claudio e giada

    ida

    francesco e mattia

    michela e francesco

    massimo

    raffaele

    la famiglia lemmonier

    raffaele e cristian

    la famiglia longo

    la famiglia rama

    lo

    giuseppe

    la famiglia vedder

    vito

    cristiana

    zicari e stanghi

    rachel e emmanuel

    nicola

    la famiglia davtyan

    19 Commenti »