30 aprile 2012

WELCOME BACK TO ITALY!

20120430-135543.jpg

20120430-135751.jpg

(e già, sono un fighetto sentimentale…!)

Nessun Commento »

29 aprile 2012

STOP

20120429-122130.jpg

STOP, dice il cartello qui a cape town, dove ancora mi trovo.
stop perchè ho finito il lavoro e per un giorno e mezzo faccio ciò che è sempre più difficile fare: niente!
mi riposo, guardo film sull’ipad e leggo. in questa settimana ho letto: WALTER ED IO di simone annichiarico (bio/ricordo di walter chiari scritta dal figlio, carina, lui l’ho sempre amato adesso anche più!), DOPO LA FOTOGRAFIA di quentin bajac (molto interessante) e TRE ATTI E DUE TEMPI di giorgio faletti (ok, sarà popular ma a me piace come lui scrive. però APPUNTI DI UN… mi era piaciuto molto di più). adesso ho incominciato IL TEMPO È UN BASTARDO di egan: ne parlano molto bene.

volevo, avendone il tempo, dire due parole su un argomento che mi frulla per la testa da tempo e che, scrivendone, vorrei approfondire: LA BELLEZZA.

sarà strano, dato il mestiere che faccio, ma la bellezza (quella degli umani adulti, intendo…) non è per me un valore.
sono consapevole che sull’argomento sarebbe meglio lasciare voce a chi ne ha scritto in maniera colta ed approfondita ma vorrei dire la mia, intima e personale, opinione.

la bellezza (lo ribadisco, di umani adulti) non la vedo come un valore perchè ha dentro di sé quasi sempre una mancanza di verità.
è una finzione.
è una messa in scena.
è quasi sempre voler essere altro.

per essere belle/i quasi sempre si deve cambiare: dal piccolo (il colore dei capelli, le unghie…) al medio (il trucco, le extension…) al grande (trapianti, botox…).

bello, molto spesso, non è ciò che si è (che in ogni caso è sempre perfetto ed unico) ma ciò che si aspira ad essere (che è sempre inevitabilmente imperfetto e condiviso): non sono bella io ma è bello ció che tutti decretano essere tale.

non a caso le persone che vengono usate dai fotografi di moda (…!) si chiamano modelle: sono modelli aspirazionali, sono riferimenti, dime, paradigmi…che danno i riferimenti per potersi dire belle.

vuoi essere bella? devi cambiare! devi uscire da te per essere altro. è necessario negarsi per essere.

a me tutto questo non piace!
sembrerà bizzarro per il mestiere che faccio, ma è cosí.

le modelle non sono per me un modello di nulla!
è bizzarro detto da me? può darsi, ma per me la modella è il tramite che ci permette di raccontare una storia. è un mezzo, non il fine.
(cosa che peraltro io penso aumenti pure la dignità di una modella, portata via da un falso piedistallo iconico per essere messa là dove è giusto che sia: nella realtà).

non voglio certo dire che sia bello il brutto (bizzarro ossimoro), ma sostengo che la bellezza sia solo nella verità: ma di vero qui non c’è proprio più nulla…

16 Commenti »

27 aprile 2012

CAPE TOWN #04

Every man takes the limit of his own field of vision for the limits of the world.
Arthur Schopenhauer

20120427-140615.jpg

1 Commento »

26 aprile 2012

CAPE TOWN #03

È stato detto che i tre veli della realtà sono numero, parola ed immagine. Inizio con il contare il numero dei lavori che voglio realizzare, poi attribuisco loro dei nomi, ed infine ecco l’apparire delle immagini.
Francesco Clemente

20120426-105219.jpg

Nessun Commento »

24 aprile 2012

STRANGE PEOPLE IN CAPE TOWN

la cosa bella del girare per il mondo è che si trovano persone diverse rispetto alle quali si è abituati, che ci aiutano a dare nuove prospettive alla realtà.

oggi ho scattato in un posto, qui a cape town (un posto molto particolare) e ad un certo punto è arrivato un amico del proprietario, Ben.

quando gli ho chiesto la mail affinché potessi mandargli il ritratto, che mi ha concesso di fargli, mi ha dato un foglietto con un indirizzo p.o. box: era decenni che non lo vedevo.

Ben ha 71 anni, e mi ha raccontato un po’ la sua vita: tra le altre cose ha fatto l’attore e il regista, lavorando anche in italia, a pompei.

mi ha raccontato di tutto e di più, ma il suo amico poi mi ha detto: “quasi tutto quello che ti ha raccontato sono balle, ma sono belle storie”

e già, le belle storie sono le cose migliori!

comunque, lui è Ben:

4 Commenti »

23 aprile 2012

GREETINGS FROM CAPE TOWN #01

20120423-155215.jpg

O lei è un genio e sta producendo un capolavoro epocale o forse questo ritratto che sta scattando al suo tipo ha implicazioni psicologiche che meglio sarà, per tutti, evitare di approfondire.
Comunque, siamo ad Cape Town per scattare un catalogo di moda e una campagna pubblicitaria, e oggi, domenica, mentre famiglie, ragazzini e fidanzati passeggiano sul lungomare leccando gelati e/o scattando opere d’arte destinate a rimanere incomprese, noi, braccianti della fotografia, ci dedichiamo ai sopralluoghi e alle mille prosaiche incombenze che, ahimè, ci toccano, prima di poterci mettere – finalmente – a fare click pure noi. Tra cui questo post, oggi così stringato da sembrare una cartolina.

Tokai, Cape Town. Photographed by Settimio Benedusi.

(ok, ho copiato dal mio vicino di banco. e allora?!?)

8 Commenti »

21 aprile 2012

NO WORDS

20120421-090732.jpg

20120421-090918.jpg

1 Commento »

18 aprile 2012

VENEZIA

lo spazio FORMA di milano ha da poco inaugurato una sorta di dependance a venezia, presso una sede che mi dicono essere meravigliosa, il palazzo tre oci. adesso lì c’è una mostra di elliott erwitt.

quello che andrò a fare il 19 e 20 maggio non me la sento di definirlo un vero e proprio workshop (forse lo sapete come la penso, per me per essere tale deve durare una settimana…) ma sarà sicuramente un incontro utile per tutti per condividere il poco o tanto che si conosce di fotografia applicata alla bellezza. d’altronde saremo nella città più bella del mondo!

tutte le info qui

1 Commento »

17 aprile 2012

CLISTERI INEBRIANTI

…e a proposito di scimmie e curiosità vi voglio far leggere due paginette di un libro fantastico scritto da quel mostro di Jared Diamond, “il terzo scimpanzé”.

di Diamond ricordo, penso di averlo già fatto in passato, il fondamentale “armi, acciaio e malattie“: non ringrazierò mai AG per avermelo suggerito a suo tempo.

lo scienziato americano sa tutto, e tutto mette in incredibile relazione nei suoi libri. per questo molto spesso non sono solo utili ma anche molto divertenti.

e mi sembrano straordinariamente divertenti le due paginette che metto qui sotto, dove si arriva a parlare addirittura di clisteri inebrianti!!!

2 Commenti »

13 aprile 2012

ALEX GALLO E LA CURIOSITA’

sì, lo ammetto sono curioso.

di più sono bulimico.

mi interessa tutto. racconto sempre che se mi chiedessero di andare nel borneo a fotografare il culo delle scimmie rosa io andrei di corsa: avrei il timore, non andando, non tanto di perdermi il deretano dei nostri primati (siamo ad immagine e somiglianza delle scimmie, non di Dio: in effetti è un bel trauma prenderne atto, c’è una bella differenza! *inutile divagazione*) ma quanto della possibilità di incontrare nella sosta ad hong kong l’esperto mondiale giapponese di nuovi media che mi spiega come sarà il mondo nei prossimi vent’anni (è una possibilità, no?!? il pur meraviglioso e fondamentale “breve storia del futuro” evidentemente non mi è bastato! *altra inutile divagazione*).

la famosa serendipity, alla quale credo molto.

vero è che con la bandiera della curiosità e della serendipity si fanno le peggio cose, se non altro senza alcuna strategia che infatti io non ho mai: spesso e volentieri infatti le cose le faccio senza usare bussola e sestante.

nonostante quindi la rotta sia spesso indirizzata verso direzioni inutili alla ricerca come un novello comandante achab di un bianco leviatano, a volte mi ritrovo legato come ulisse all’albero maestro al suono delle sirene.

le sirene, in questo viaggio, sono le storie che racconta alex gallo, un artista che ho incontrato nei flutti della rete e che attraverso il suo sito si avventura nei rischiosi percorsi della nudità e della iconoclastia usando la fotografia.

mi ha invitato nel suo castello e lì ho fotografato come avvengono i suoi set.

questo il mio reportage:

37 Commenti »