29 maggio 2012

RIDERS

il mensile RIDERS è veramente ben fatto. è la prova che quello che conta sono sempre soprattutto le idee: con budget risicati ma grazie alla mente sveglia della redazione e dei collaboratori riescono sempre a sfornare un prodotto che altri giornali, più blasonati e con più grano (ma evidentemente meno idee), si sognano.

consiglio l’acquisto di questo giornale veramente a tutti, anche a chi non si interessa di moto. ad esempio i servizi di moda sono sempre veramente belli, con una cultura dell’immagine e del costume incredibilmente profondi.

è stato quindi un grande onore realizzare un redazionale presente sul numero in edicola ora. con il fondamentale aiuto di stefania molteni (in questo caso non solo photo editor, ma anche stylist, fashion editor, producer, organizzatrice e mille altre cose -penso che se fossi improvvisamente sparito sarebbe stata pronta anche a fare le fotografie…),  di moreno e di matteo  ho fotografato tutti i piloti della SBK (quasi tutti, tutti meno uno…) ad imola. li abbiamo fatti saltare su un tappeto elastico: è stato veramente divertente, e tutti loro si sono dimostrati ciò che il servizio voleva raccontare, e cioè che i piloti di questa serie, sono ragazzi normali, alla mano…con i piedi per terra…così tanto che non si sarebbero tirati indietro da stare (almeno per una volta!) con i piedi ben in aria!

il servizio poi ha avuto un deciso aiuto dalla veste grafica che hanno costruito in redazione, alcune doppie pagine sono veramente belle, con i piloti che sembrano emulare gli scatti di muybridge, il primo fotografo che affrontò nella storia il problema del movimento.

ecco alcune pagine della rivista:

abbiamo anche un video backstage, realizzato da pasquale ettorre:

e un’immagine backstage, realizzata da matteo marchi, che ringrazio per averla fatta e avermela mandata.

4 Commenti »

28 maggio 2012

MOSTRA LORENZO TRICOLI

lorenzo tricoli è un pazzo.

lorenzo tricoli è un fotografo.

lorenzo tricoli è un artista.

lorenzo è un amico e fa una mostra a milano in piazzale fidia che inaugura il trenta maggio alle 18:30.

io ci sarò: voi?

1 Commento »

25 maggio 2012

WORKSHOCK VENEZIA TRE OCI

eccomi qui! avrei voluto scriverne prima, ma sono giorni, diciamo così, un po’ frenetici… 😉

il week end scorso ho tenuto il workshock (© francesca stella) a venezia, presso la bellissima sede dei TRE OCI, con l’onore e l’onere di essere proprio il primo ad inaugurare la stagione dei workshop. nella stessa location e tutta intorno a noi (così da buon auspicio per il nostro lavoro) la bellissima mostra di elliott erwitt.

che dire…purtroppo due giorni sono veramente pochi per un workshop…è un po’ un coitus interupptus…e poi era tutto un po’ un casino a causa della coppa america, che ha stravolto la vita veneziana…e poi ero stanco dai mille spostamenti…ma nonostante tutto ciò è stato, almeno per me, un ottimo week end! il palazzo dei TRE OCI, è veramente meraviglioso, in un angolo di venezia tranquillo e non inflazionato, ottimamente gestito ed organizzato. ho avuto la fortuna di avere degli “allievi” che si sono abbandonati senza lamentarsi alle mie follie (tipo scattare con tappo sul visore avendo a disposizione solo 36 scatti o -peggio ancora!- non scattare proprio: in due giorni abbiamo fotografato solo 5 minuti a testa, d’altronde mica eravamo lì per quello!).

insomma è stato molto piacevole.

ecco qualche scatto backstage, gentilmente realizzato da silvia pasquetto. come noterete eravamo tutti con delle tute bianche da imbianchino: a parte che mi piaceva l’idea di essere tutti vestiti uguali mi è servito per scrivere i nomi di tutti con il pennarello… 😉

quando è venuto il mio momento di scattare con tappo su visore e massimo 36 scatti ho pensato fosse il caso di omaggiare la celebre foto di elliott erwitt facendone una mia versione:

alla fine dei due giorni ho pensato di non fare la classica foto di gruppo, ma di realizzare una cosina che avevo in mente da tempo, che mi dava comunque la possibilità di elencare tutti i partecipanti: in ordine di apparizione il primo fotografa le modelle, il secondo fotografa il primo che fotografa le modelle, il terzo fotografa il secondo che fotografa il primo che fotografa le modelle…e così via fino alla fine dove io fotografo l’ultimo e anche le modelle all’inizio. e tutto questo esattamente nello stesso momento, perché ci siamo sistemati tutti e al mio fischio tutti abbiamo scattato!

grazie a tutti, grazie a magena e ad arianna (le nostre modelle), grazie a camilla (il nostro angelo custode), grazie ad emanuela (la grande capa) e grazie a tutti i partecipanti! (tra questi un grazie a valentina per le gentili parole!)

ci si vede al prossimo workshock!

3 Commenti »

17 maggio 2012

ASTA FOTOGRAFICA ROMA

siete ancora in tempo!

oggi pomeriggio, alle 19:30 a roma viene battuta all’asta una mia immagine. il ricavato andrà all’ AIL.

per l’occasione ho fatto fare una cornice bellissima dal miglior corniciaio di milano: compratela se non altro per questo! 😉

tutta l’asta ha dei pezzi molto interessanti, e l’amico maurizio galimberti metterà in vendita un’opera realizzata ad hoc.

questo l’invito:

questa la mia immagine in vendita, cliccabile ed ingrandibile:

9 Commenti »

12 maggio 2012

SANTO DOMINGO #04: IL QUARTO STATO

il QUARTO STATO, celeberrimo quadro di giuseppe pellizza da volpedo, mi è stato fatto amare dal mio professore d’arte al liceo, e da allora è uno dei miei quadri preferiti: andavo a vederlo spesso quando stava (ignorato e mezzo abbandonato) in via palestro a milano e sono stato felice quando gli è stata la dignità che merita, esposto all’inizio del nuovo museo del novecento in piazza del duomo a milano.

quando nei giorni scorsi siamo andati a fare un servizio in un piccolo villaggio di raccoglitori di canna da zucchero, qui a santo domingo dove mi trovo per un lavoro, ho avuto uno choc, un’emozione pazzesca: mi sono trovato, in una sorta di viaggio culturale e temporale, dentro a quel quadro. potevo vivere in diretta ciò che avevo sempre solo visto da fuori. e capire più a fondo e molto meglio le motivazioni che sono state alla base di quell’opera d’arte.

ad un certo punto si è avvicinato un contadino con una larga ferita su una gamba. gli ho chiesto se ci fosse un medico o un’infermeria per andare a farsi curare e mi ha risposto no. ho capito in quel momento che le cure mediche che noi abbiamo gratuite e ottime non sono un stato di fatto scontato, ma una conquista e un privilegio straordinari.

ho poi capito che la scuola, in quel paesino presente e perfettamente funzionante, non è solo e semplicemente studiare per imparare delle cose, più o meno utili, ma una conquista fondamentale, che fornendo cultura fornisce soprattutto libertà, emancipazione e consapevolezza.

ho capito che i valori del socialismo che sono la “teoria” alla base del quadro di pellizza, sono valori che fanno indissolubilmente parte della nostra storia: solo i nostri nonni o al massimo i nostri bisnonni vivevano nella società che adesso era lì davanti a me.

certo poi uno si fa un sacco di domande, tornando la sera nel villaggio dove stiamo, vedendo il corrispettivo moderno e contemporaneo di quei contadini, questo nuovo proletariato che viene per mille euro qui in vacanza, e trasuda non solo calore caraibico ma soprattutto infinita ignoranza, infinito conformismo (il tatuaggetto!!!), infinito vuoto.

inevitabile domandarsi se tutto questo nulla sia il prezzo da pagare per l’emancipazione. se l’imparare a leggere sia servito per leggere CHI. se la sanità gratuita sia servita per curare i disordini alimentari provocati da troppi hamburger.

ovviamente non ho risposte. mi piace soprattutto farmi domande e fotografare.

esaurite quindi le domande, a fine lavoro ho pensato di realizzare un mio personale omaggio al quarto stato, rifacendolo in fotografia. tra l’altro, la tecnica con la quale è realizzato è in qualche maniera simile alla fotografia, (il divisionismo) usando piccoli punti di pennello, simile ai nostri pixel.

ho chiesto quindi ad un po’ di gente di venire, li ho disposti e fotografati, in dieci minuti. questo il mio quarto stato.

16 Commenti »

10 maggio 2012

SANTO DOMINGO #03: APPUNTI VISIVI

20120509-220317.jpg

20120509-220747.jpg

20120509-220429.jpg

20120509-220340.jpg

20120509-220234.jpg

1 Commento »

8 maggio 2012

SANTO DOMINGO #02: APPUNTI VISIVI

20120508-093121.jpg

20120508-093246.jpg

20120508-093309.jpg

20120508-093604.jpg

20120508-093538.jpg

-tintarella di luna
-casa in vendita
-nuvole e mare
-ma sarà mai possibile che io mi sia messo in testa che mi porti fortuna indossare la t-shirt di un’altro fotografo mentre scatto?!?! 😉
-letture

8 Commenti »

7 maggio 2012

SANTO DOMINGO #01: APPUNTI VISIVI

20120507-071835.jpg

20120507-071810.jpg

20120507-071901.jpg

20120507-072104.jpg

20120507-072120.jpg

20120507-072139.jpg

20120507-072157.jpg

20120507-072210.jpg

20120507-074758.jpg

3 Commenti »

4 maggio 2012

FILIPPA PER CBM

quando filippa mi ha chiesto di aiutarla nella realizzazione della campagna sociale a favore della mamme africane cieche non ho avuto alcun dubbio a partecipare, sia per la naturale simpatia che nutro nei suoi confronti e sia per la garanzia che la sua serietà mi dava dell’iniziativa.

qualche tempo fa (non che tempo fa, qualche tempo fa…) è venuta da me in studio.

visto che avevamo un po’ di tempo, prima che arrivasse la truccatrice, le ho fatto un scatto in bianco e nero, così, per divertimento. che poi ho rifotografato con l’iphone:

poi abbiamo fatto le cose serie:

alla fine la campagna è uscita:

qui fotografata in strada grande grande con una filippa piccola piccola:

e questo è quanto.

ma dato che quando uno fa le cose di beneficenza il dubbio è sempre che più che altro le faccia per farsi figo (che è vero!) ho pensato che (come minimo!) fosse doveroso fare un (piccolo!) versamento alla CBM. e questa è la mia ricevuta:

26 Commenti »

2 maggio 2012

MILLE ARTICOLI

a quasi dieci anni di esistenza di questo blog scopro di aver scritto mille post: e allora andiamo a vedere un po’ di statistiche!

proprio nell’ultimo mese ho quasi raggiunto i 10.000 visitatori unici, record assoluto negli ultimi due anni:

i visitatori, nel mese appena passato, sono stati quasi 16.000 e le pagine viste quasi 50.000

il tempo medio di permanenza sul mio sito, calcolato sugli ultimi due anni è stato di più di quattro minuti a sessione:

ma in tutto questo qual’è la cosa più bella?!? che la pagina sulla quale siete stati mediamente di più è questa:

e cioè la pagina non con le mie foto ma con quelle del mio ex assistente giorgio!

grazie quindi a tutti per seguirmi così come mi seguite…e grazie a giorgio! 😉

8 Commenti »