MY BEST POST

COMMENTI RECENTI

  • aprile 2017
  • marzo 2017
  • febbraio 2017
  • dicembre 2016
  • novembre 2016
  • ottobre 2016
  • settembre 2016
  • luglio 2016
  • maggio 2016
  • aprile 2016
  • marzo 2016
  • febbraio 2016
  • gennaio 2016
  • dicembre 2015
  • novembre 2015
  • ottobre 2015
  • settembre 2015
  • agosto 2015
  • luglio 2015
  • giugno 2015
  • maggio 2015
  • aprile 2015
  • marzo 2015
  • febbraio 2015
  • gennaio 2015
  • dicembre 2014
  • novembre 2014
  • ottobre 2014
  • settembre 2014
  • agosto 2014
  • luglio 2014
  • giugno 2014
  • maggio 2014
  • aprile 2014
  • marzo 2014
  • febbraio 2014
  • gennaio 2014
  • dicembre 2013
  • novembre 2013
  • ottobre 2013
  • settembre 2013
  • agosto 2013
  • luglio 2013
  • giugno 2013
  • maggio 2013
  • aprile 2013
  • marzo 2013
  • febbraio 2013
  • gennaio 2013
  • dicembre 2012
  • novembre 2012
  • ottobre 2012
  • settembre 2012
  • agosto 2012
  • luglio 2012
  • giugno 2012
  • maggio 2012
  • aprile 2012
  • marzo 2012
  • febbraio 2012
  • gennaio 2012
  • dicembre 2011
  • novembre 2011
  • ottobre 2011
  • settembre 2011
  • agosto 2011
  • luglio 2011
  • giugno 2011
  • maggio 2011
  • aprile 2011
  • marzo 2011
  • febbraio 2011
  • gennaio 2011
  • dicembre 2010
  • novembre 2010
  • ottobre 2010
  • settembre 2010
  • agosto 2010
  • luglio 2010
  • giugno 2010
  • maggio 2010
  • aprile 2010
  • marzo 2010
  • febbraio 2010
  • gennaio 2010
  • dicembre 2009
  • novembre 2009
  • ottobre 2009
  • settembre 2009
  • agosto 2009
  • luglio 2009
  • giugno 2009
  • maggio 2009
  • aprile 2009
  • marzo 2009
  • febbraio 2009
  • gennaio 2009
  • dicembre 2008
  • novembre 2008
  • ottobre 2008
  • settembre 2008
  • agosto 2008
  • luglio 2008
  • giugno 2008
  • maggio 2008
  • aprile 2008
  • marzo 2008
  • febbraio 2008
  • gennaio 2008
  • dicembre 2007
  • novembre 2007
  • ottobre 2007
  • settembre 2007
  • agosto 2007
  • luglio 2007
  • giugno 2007
  • maggio 2007
  • aprile 2007
  • marzo 2007
  • febbraio 2007
  • gennaio 2007
  • dicembre 2006
  • novembre 2006
  • ottobre 2006
  • settembre 2006
  • agosto 2006
  • luglio 2006
  • giugno 2006
  • maggio 2006
  • aprile 2006
  • marzo 2006
  • febbraio 2006
  • gennaio 2006
  • dicembre 2005
  • novembre 2005
  • ottobre 2005
  • settembre 2005
  • agosto 2005
  • luglio 2005
  • giugno 2005
  • maggio 2005
  • aprile 2005
  • marzo 2005
  • febbraio 2005
  • gennaio 2005
  • dicembre 2004
  • novembre 2004
  • ottobre 2004
  • settembre 2004
  • agosto 2004
  • luglio 2004
  • giugno 2004
  • maggio 2004
  • aprile 2004
  • marzo 2004
  • febbraio 2004
  • gennaio 2004
  • dicembre 2003
  • novembre 2003
  • ottobre 2003
  • settembre 2003
  • agosto 2003
  • luglio 2003
  • giugno 2003
  • maggio 2003
  • aprile 2003
  • marzo 2003
  • 29 giugno 2012

    MISTAKES

    da sempre, girando per il mondo, vengo attratto da un dettaglio: l’errore con il quale vengono sistemati i tombini dopo un qualche intervento.

    non sono un precisino, quello che attira la mia attenzione non è l’errore in sé, ma l’immaginare che quella distrazione sia la testimonianza visibile che racconta quel secondo in cui la persona che ha sistemato il tombino ha pensato (proprio in quell’attimo!) a qualcos’altro.

    queste immagini, dovessero avere un titolo, le chiamerei: “il gatto”, “la fidanzata”, “le tasse”…e così via…immaginando che abbiano una vita altra che le allontani dall’essere solo un semplice e banale errore…

    20120629-175743.jpg

    20120629-175754.jpg

    20120629-175804.jpg

    20120629-175815.jpg

    20120629-175824.jpg

    20120629-175836.jpg

    20120629-175843.jpg

    20120629-175852.jpg

    20120629-175859.jpg

    20120629-175906.jpg

    20120629-175915.jpg

    20120629-175923.jpg

    20120629-175931.jpg

    20120629-175941.jpg

    20120629-175949.jpg

    20120629-175957.jpg

    20120629-180008.jpg

    20120629-180018.jpg

    20120629-180026.jpg

    4 Commenti »

    25 giugno 2012

    SPORTWEEK DREAMS #02: TATSIANA BARBASHOVA

    fotografare costumi da bagno su una spiaggia tropicale può risultare molto facilmente (sia a farli e sia a vederli) noioso: gli ingredienti sono sempre li stessi, bella fanciulla, spiaggia, mare e poco più.

    è doveroso quindi, anche di più rispetto ad altri servizi, pensare bene prima cosa fare, come e perché. con il servizio della elisabetta non c’era una vera e propria idea portante, lì l’idea era elisabetta stessa, la sua presenza, scattata con il format di sports illustrated più classico, una sorta di “best of” di questa estetica. questo però ha fatto in maniera che tutte le mie cartucce si esaurissero con quel servizio, ho fatto tutti i grandi classici! non rimaneva più nulla! ;-)

    ho pensato e ripensato come risolvere (risolvere, non solo realizzare) il secondo servizio, quello che avrebbe visto impegnata la bielorussa tatsiana barbashova. per arrivare alla soluzione sono partito da un ragionamento che vorrei condividere con voi, passo dopo passo.

    sapete come si fa a raccontare il silenzio in un film?

    non andate avanti a leggere prendetevi una pausa, togliete gli occhi da questo schermo (così si riposano anche un po’) e pensateci.

    ci state pensando?

    non correte a leggere la soluzione, pensateci!

    ok, per raccontare il silenzio, nei film si utilizza…il rumore! e certo! se una scena la fate tutta muta non racconta il silenzio, ma è semplicemente un scena senza sonoro. ecco un esempio, dal capolavoro di sergio leone “c’era una volta in america”:

    insomma, questo ci insegna che per raccontare una cosa, a volte può essere utile usare il suo opposto, l’assenza per parlare della presenza: così come il rumore può servire per parlare del silenzio, in egual misura l’ombra può servire per parlare della luce.

    e così ho fatto! abbiamo ricoperto di trucco il corpo della nostra modella così da simulare una super abbronzatura (poi anche enfatizzata con photoshop) e l’ho messa sempre al chiuso, ma lasciando sempre un punto luce dall’esterno, così come se lei volesse trovare refrigerio nelll’ombra dal sole e dal caldo che sono là fuori.

    ed ecco le immagini:

    aggiungo anche uno scatto che alla fine non ha trovato spazio sul giornale

    alla fine del servizio, così come l’anno scorso, il giornale ha fatto un piccolo questionario alle modelle, per il quale ho realizzato un’immagine libera:

    questo il mio video autoriale:

    un po’ di immagini di backstage realizzate da daria longinotti:

    last but not least il video backstage, realizzato da pasquale ettorre:

    olè!

    PS: anticipo tutti gli amichetti che godono a commentare ciò che scrivo. dovevo per forza partire da sergio leone per fare ‘ste cagatine?!? sì, esattamente: dovevo partire da sergio leone per realizzare ‘ste cagatine! (così ci siamo tolti il pensiero, va là!)

    7 Commenti »

    20 giugno 2012

    SPORTWEEK DREAMS #01: ELISABETTA CANALIS

    “settimio, ma com’è ‘sta canalis?!?” mai un personaggio ha destato tra i miei amici e conoscenti tanta curiosità come elisabetta canalis! non c’è dubbio che la capacità e potenza mediatica di elisabetta siano incredibilmente forti. fin da quando siamo partiti è stata una ininterrotta questua di foto, autografi e quant’altro.

    addirittura ci siamo ritrovati costretti, una volta arrivati nel villaggio dove stavamo, a richiedere una guardia del corpo che la proteggesse dagli attacchi diurni e notturni. (poi, chissà perché ma le nostre avventure vanno sempre a finire all’italiana, in una via di mezzo tra alberto sordi e amici miei: nel marasma della produzione nessuno di noi, certo non io né elisabetta, aveva capito che quel signore che ci seguiva sempre era la guardia del corpo! io pensavo fosse l’ennesimo fan! un po’ particolare, perché tutto bello in divisa, ma fan! e anche bello rompicoglioni, perché ogni volta che mi incontrava mi chiedeva, sconfortato e un po’ in ansia: “perdona segnor, onde sta la segnorita Elisabetta?!” immancabilmente io gli indicavo esattamente la direzione opposta rispetto a dove lei stava… :-))

    comunque, tornando all’incipit del post, elisabetta canalis, ELI per gli amici, è un bel tipo. se posso dire un’espressione che suppongo non piaccia alle donne è una con le palle. una persona molto determinata, che sa decidere con prontezza di riflessi quello che è giusto fare, e lo fa con determinazione. in questo l’ho trovata molto in gamba. e poi è simpatica, casinista. ok, lo dico?!? lo dico: un po’ un maschiaccio! e a me, sono sincero, questo è piaciuto un casino!

    iniziamo comunque dall’inizio: partenza da milano verso santo domingo. elisabetta, seduta in aereo, dà un’ultimo controllo ai suoi followers su twitter:

    arriviamo la sera, e subito “scaldiamo i motori” facendo qualche scatto in spiaggia:

    il mattino dopo cominciamo subito a lavorare, aiutati dal fuso orario, che ci fa svegliare tutti alle cinque del mattino. con niky, il “trucco&capelli”, elisabetta fa un po’ di casino (ve l’ho detto che è un maschiaccio!)

    andiamo a scattare, anche per stare più tranquilli, all’isola di saona, devo dire veramente bella. eccoci verso la location, in barca:

    con un salto temporale mica da ridere, ecco finalmente il lavoro, direttamente dalle pagine di SPORTWEEK:

    tra un giorno e l’altro di shooting abbiamo anche fatto una chiacchierata con l’amico vic a radio deejay:

    Elisabetta Canalis da Santo Domingo

    ho realizzato anche un video, dove mi sono divertito a vedere elisabetta scatenata in acqua, lontana da una finta sensualità ma forse più vicina alla sua vera natura (l’ho già detto?!? è una simpatica casinista! ;-) ):

    per non farci mancare nulla abbiamo anche un video backstage, realizzato da pasquale ettorre:

    e anche un po’ di foto backstage, realizzate da daria longinotti:

    ecco, direi che questo è tutto. anzi no, manca l’intervista video che abbiamo realizzato ad elisabetta, sotto la pioggia dell’ultimo giorno. ma quest’ultima cosa me la tengo per un’altra volta.

    mentre facevamo questa intervista ci hanno scattato, questa foto, che mi piace, anche per l’espressione da bambina discola che lei ha:

    ecco, direi sia proprio tutto.

    nei prossimi post scriverò degli altri servizi, realizzati con le modelle normali. ma vorrei fare qui ciò che normalmente si fa alla fine: i ringraziamenti.

    un lavoro come questo di sportweek è una faccenda complicata, di cui vedete solo la punta dell’iceberg, che comincia mesi prima della settimana di shooting e finisce il giorno in cui esce in edicola. tutto ciò non sarebbe stato possibile senza una squadra piccola ma tosta:

    -andrea monti, il grande capo, direttore della gazzetta dello sport. dall’alto tutto vede e tutto controlla. semplicemente senza di lui tutto ciò non sarebbe successo. grazie!

    -matteo dore, il direttore di sportweek. con una delicatezza e grazia rare è entrato in un ambito che non è certo il suo, portando intelligenza e razionalità, lì dove spesso e volentieri mancano. (e poi diciamolo avere un titolo di un mio servizio ispirato ad una commedia di william shakespeare non mi era proprio mai capitato!) grazie!

    -elisabetta canalis, la guest star. è salita con entusiasmo su un progetto che ha vissuto come se fosse il proprio fin dal primo momento, portando non solo la propria bellezza (merce certo non rara) ma soprattutto la propria intelligenza (merce rarissima). grazie!

    -daria longinotti, la mia producer. stupefacente l’energia con la quale daria si butta su ogni lavoro e su questo soprattutto. quando noi alle tre di notte ci trascinavamo morti in stanza per buttarci vestiti sul letto, lei era ancora in “ufficio” a spedire mail, fare facebook, twitter, blog e chissà quali altre mille cose. grazie!

    -luca stefanelli, lo stylist. il suo buon umore, la sua allegria (BRAVA!) unite a buon gusto ed esperienza rendono una gioia il lavorare con lui. grazie!

    -niky epifanio, il trucco e capelli. non è stato semplicemente un ottimo “trucco&capelli”, è stato una persona che, così come elisabetta, ha creduto fin dal primo momento in questo progetto con incredibile entusiasmo facendo in maniera che tutto ciò accadesse così bene come è accaduto: grazie!

    -pasquale ettorre, il mio primo assistente e video maker. voi lì fuori pensate che fare l’assistente in un lavoro come questo sia tutto rose e fiori; sia andare ai caraibi in un posto pieno di belle donne. ecco, continuate a pensarlo… la realtà e ben ben ben diversa! è una guerra. dalla quale non solo bisogna tornare vivi ma magari anche con qualche medaglia. pasquale non solo è tornato vivo e vegeto, ma anche con la medaglia! bravo pasquale. grazie!

    -rossano salamon, secondo assistente. un mio amico, paolo, una volta ha detto che rossano è con me come lancillotto era con re artù. :-) e forse è vero. sempre attento ad ogni mio bisogno ed esigenza. ti voglio bene, rossano. grazie!

    -sandro roselli, secondo video maker: si è inserito in una gabbia di matti senza fare un piega. grazie!

    ecco, adesso direi che sia veramente tutto: al grido di “TUTTO E’ BENE CIO’ CHE FINISCE DUSI” la chiudo qui!

    11 Commenti »

    16 giugno 2012

    CAPTURING COUTURE

    qui da me in studio è arrivata già da tempo questa letterina, dentro ad un bel pacchetto. il tutto direttamente fin dalla california.

    e dentro al pacchetto una elegantissima cinghia per la mia canon.

    veramente da tanto volevo qui pubblicamente ringraziare per cotanta gentilezza Carolyn (che non conosco!) che mi ha mandato il regalino e finalmente oggi mi sono ricordato: GRAZIE!

    info sui loro prodotti qui (sono molto facilmente comprabile, come potete notare…) ;-)

    4 Commenti »

    11 giugno 2012

    GEPPI CUCCIARI PER IO DONNA

    personaggio interessante la geppi! diversa da come uno se l’aspetta.

    molto precisa, attenta, non le scappa niente: una professionista, senza dubbio.

    e a me, che odio i dilettanti, i professionisti piacciono…

    abbiamo scattato da me in studio. per distrarla, per farle perdere un po’ il controllo, per “incasinarla” mi sono messo a farle lanciare in aria la gonna del bellissimo vestito di marras: così è nata la copertina di IO DONNA, senza alcuna macchina del vento (che io, e pure le modelle, odiamo!).

    ecco qualche scatto di backstage realizzato da pasquale ettorre:

    e anche un videobackstage sul sito di IO DONNA, sempre realizzato da pasquale:

    IO DONNA

    io e la geppi!

    last but not least la mia comparsa sulla pagina dei contributors di IO DONNA:

    a proposito: pur sapendo che lo spazio era solo per un film io ne ho mandati tre! una tortura doverne dire solo uno! io c’ho provato… ;-) (e comunque i miei tre film erano: c’era una volta in america, otto e mezzo e blade runner!)

    grazie a: maurizio varotti (per aver dato ordine e logica al mio lavoro!), laura liguori (per aver procurato eleganza, e non moda!), sara di stefano (per aver fatto, con il trucco, bella la geppi senza stravolgerla!) e francesco battaglia (per aver fatto, con i capelli, bella la geppi senza stravolgerla!)


    25 Commenti »

    9 giugno 2012

    ELISABETTA CANALIS COVER GIRL SPORTWEEK DREAMS 2012 PUZZLE: THE LAST AND THE COVER!

    l’ultimo pezzo del puzzle lo volete lo stesso, vero?!? anche se la copertina è già bella che uscita?!?

    ma sì! il piacere di costruirsi le cose da soli!

    ed ecco l’ultimo pezzo del puzzle:

    e se invece siete dei pigroni e la copertina la volete vedere tutta bella intera (d’altronde ce l’hanno tutti, io no?!?), ecco la copertina dello speciale SPORTWEEK DREAMS 2012 starring elisabetta canalis:

    nei prossimi giorni sempre qui tutte le immagini di questo numero speciale, con il mio racconto della settimana ai caraibi, i backstage, le interviste, i miei video autoriali, e quant’altro…

    5 Commenti »

    8 giugno 2012

    ELISABETTA CANALIS COVER GIRL SPORTWEEK DREAMS 2012 PUZZLE: MENO DUE…

    ogni giorno una tessera del mosaico…

    ogni giorno un pezzo della copertina che sarà in edicola tra due giorni…

    completate il vostro puzzle…

    alla fine potrete costruire la vostra copertina…

    ecco la quinta tessera!

    (so bene che in giro c’è già la copertina tutta intera, ma è piccola piccola: solo qui è possibile costruirsela bella grande!)

    7 Commenti »

    7 giugno 2012

    ELISABETTA CANALIS COVER GIRL SPORTWEEK DREAMS 2012 PUZZLE: MENO TRE…

    ogni giorno una tessera del mosaico…

    ogni giorno un pezzo della copertina che sarà in edicola tra tre giorni…

    completate il vostro puzzle…

    alla fine potrete costruire la vostra copertina…

    ecco la quarta tessera!

    (so bene che in giro c’è già la copertina tutta intera, ma è piccola piccola: solo qui è possibile costruirsela bella grande!)


    Nessun Commento »

    6 giugno 2012

    ELISABETTA CANALIS COVER GIRL SPORTWEEK DREAMS 2012 PUZZLE: MENO QUATTRO…

    ogni giorno una tessera del mosaico…

    ogni giorno un pezzo della copertina che sarà in edicola tra quattro giorni…

    completate il vostro puzzle…

    alla fine potrete costruire la vostra copertina…

    ecco la terza tessera!

    6 Commenti »

    5 giugno 2012

    ELISABETTA CANALIS COVER GIRL SPORTWEEK DREAMS 2012 PUZZLE: MENO CINQUE…

    ogni giorno una tessera del mosaico…

    ogni giorno un pezzo della copertina che sarà in edicola tra cinque giorni…

    completate il vostro puzzle…

    alla fine potrete costruire la vostra copertina…

    ecco la seconda tessera!

    3 Commenti »