WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archivio

  • novembre 2018
  • settembre 2018
  • agosto 2018
  • giugno 2018
  • aprile 2018
  • febbraio 2018
  • gennaio 2018
  • dicembre 2017
  • novembre 2017
  • settembre 2017
  • agosto 2017
  • luglio 2017
  • maggio 2017
  • aprile 2017
  • marzo 2017
  • febbraio 2017
  • dicembre 2016
  • novembre 2016
  • ottobre 2016
  • settembre 2016
  • luglio 2016
  • maggio 2016
  • aprile 2016
  • marzo 2016
  • febbraio 2016
  • gennaio 2016
  • dicembre 2015
  • novembre 2015
  • ottobre 2015
  • settembre 2015
  • agosto 2015
  • luglio 2015
  • giugno 2015
  • maggio 2015
  • aprile 2015
  • marzo 2015
  • febbraio 2015
  • gennaio 2015
  • dicembre 2014
  • novembre 2014
  • ottobre 2014
  • settembre 2014
  • agosto 2014
  • luglio 2014
  • giugno 2014
  • maggio 2014
  • aprile 2014
  • marzo 2014
  • febbraio 2014
  • gennaio 2014
  • dicembre 2013
  • novembre 2013
  • ottobre 2013
  • settembre 2013
  • agosto 2013
  • luglio 2013
  • giugno 2013
  • maggio 2013
  • aprile 2013
  • marzo 2013
  • febbraio 2013
  • gennaio 2013
  • dicembre 2012
  • novembre 2012
  • ottobre 2012
  • settembre 2012
  • agosto 2012
  • luglio 2012
  • giugno 2012
  • maggio 2012
  • aprile 2012
  • marzo 2012
  • febbraio 2012
  • gennaio 2012
  • dicembre 2011
  • novembre 2011
  • ottobre 2011
  • settembre 2011
  • agosto 2011
  • luglio 2011
  • giugno 2011
  • maggio 2011
  • aprile 2011
  • marzo 2011
  • febbraio 2011
  • gennaio 2011
  • dicembre 2010
  • novembre 2010
  • ottobre 2010
  • settembre 2010
  • agosto 2010
  • luglio 2010
  • giugno 2010
  • maggio 2010
  • aprile 2010
  • marzo 2010
  • febbraio 2010
  • gennaio 2010
  • dicembre 2009
  • novembre 2009
  • ottobre 2009
  • settembre 2009
  • agosto 2009
  • luglio 2009
  • giugno 2009
  • maggio 2009
  • aprile 2009
  • marzo 2009
  • febbraio 2009
  • gennaio 2009
  • dicembre 2008
  • novembre 2008
  • ottobre 2008
  • settembre 2008
  • agosto 2008
  • luglio 2008
  • giugno 2008
  • maggio 2008
  • aprile 2008
  • marzo 2008
  • febbraio 2008
  • gennaio 2008
  • dicembre 2007
  • novembre 2007
  • ottobre 2007
  • settembre 2007
  • agosto 2007
  • luglio 2007
  • giugno 2007
  • maggio 2007
  • aprile 2007
  • marzo 2007
  • febbraio 2007
  • gennaio 2007
  • dicembre 2006
  • novembre 2006
  • ottobre 2006
  • settembre 2006
  • agosto 2006
  • luglio 2006
  • giugno 2006
  • maggio 2006
  • aprile 2006
  • marzo 2006
  • febbraio 2006
  • gennaio 2006
  • dicembre 2005
  • novembre 2005
  • ottobre 2005
  • settembre 2005
  • agosto 2005
  • luglio 2005
  • giugno 2005
  • maggio 2005
  • aprile 2005
  • marzo 2005
  • febbraio 2005
  • gennaio 2005
  • dicembre 2004
  • novembre 2004
  • ottobre 2004
  • settembre 2004
  • agosto 2004
  • luglio 2004
  • giugno 2004
  • maggio 2004
  • aprile 2004
  • marzo 2004
  • febbraio 2004
  • gennaio 2004
  • dicembre 2003
  • novembre 2003
  • ottobre 2003
  • settembre 2003
  • agosto 2003
  • luglio 2003
  • giugno 2003
  • maggio 2003
  • aprile 2003
  • marzo 2003
  • 30 gennaio 2013

    GIANNI BERENGO GARDIN AI TRE OCI

    inaugura domani a venezia, presso la bellissima location dei TRE OCI, la mostra di uno dei nostri mostri sacri della fotografia, gianni berengo gardin.

    purtroppo io non riuscirò ad esserci, ma consiglio vivamente di andarci: per il grande gianni, per i TRE OCI e, last but least, per l’inusuale venezia della giudecca.

    ripropongo tre fotine che feci quest’estate al dolce berengo, un piccolo video, che mi sembra istruttivo, e un articolo di erwitt oggi su repubblica.

    se la francia ha HCB noi abbiamo GBG!

    VAI BERENGO!!!!

    4 Commenti »

    28 gennaio 2013

    RIVISTE DI FOTOGRAFIA

    quando avevo 15/16 anni le riviste di fotografia sono state per me molto importanti. tantissimo. hanno sicuramente contribuito a quel poco o tanto che so della fotografia.

    in particolar modo in quei tempi era incredibilmente bello PROGRESSO FOTOGRAFICO: io che arrivavo da una cultura umanistica trovare qualcuno che affrontasse la fotografia con la stessa cultura è stato, nel mio ricordo, dirompente. ricordo ad esempio ancora perfettamente bene un numero dedicato alle “figure retoriche” in fotografia. le figure retoriche! il prendere coscienza che delle regole del linguaggio si potessero applicare all’immagine mi ha fatto capire ciò che andava capito, e cioè che la fotografia è un linguaggio…

    ricordo come se fosse ieri, e lo ricordo con enorme emozione, il giorno in cui, dopo aver scritto la letterina a mano ed averla spedita con busta e francobollo, me la ritrovai pubblicata sulla mia rivista preferita! e poi la risposta… <3

    come si è già notato qualche post più sotto evidentemente a quei tempi scrivere (e leggere, le due cose sono inevitabilmente legate!) mi piaceva persino più di adesso. questa la letterina pubblicata:

    sono consapevole che ci sia una crisi pazzesca nel mondo dell’editoria, e quindi anche in quella che si occupa di fotografia: non penso proprio sia più possibile fare riviste di un livello come era una volta (un’altra grande rivista che vorrei ricordare è PHOTO, che nonostante fosse tanto franco-centrica, era molto bella).

    c’è tanta crisi ma le riviste ci sono e penso sia giusto comprarle e leggerle. questo mese ho dato un mio modesto contributo alla rivista FOTOGRAFARE, con copertina e servizio interno.

    grazie ad elisa contessotto per la bella intervista!

    10 Commenti »

    23 gennaio 2013

    UNO, NESSUNO E CENTOMILA

    da un po’ di tempo, quando faccio un casting, mi piace, alla fine, prendere il mio iphone e scattare alla modella una fotina con il suo composit davanti al viso.

    mi piace l’idea di nascondere la persona con il personaggio, raccontare che la persona è UNA, che le sue rappresentazioni mediatiche sono CENTOMILA, e in fondo lei è e deve essere modella (nel significato originale della parola, paradigma, esempio…) proprio per NESSUNO.

    5 Commenti »

    18 gennaio 2013

    RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO

    come dicono le riviste serie, riceviamo e volentieri pubblichiamo:

    Caro Settimio

    sono un milanese, ma soprattutto un riccionese d’adozione.
    Ho 34 anni e da trent’anni frequento questa città a cui la mia famiglia ed io siamo molto legati.
    Ho visto parzialmente solo alcune delle foto che come in tutte le tue opere documentano la realtà… e per chi come me fa lo psicoterapeuta a contatto con il mondo delle psicosi, la riflessione su realtà e fantasia è la nostra quotidianità.
    Spesso ricorro anche alle tue fotografie come strumento narrativo molto potente ed efficacie per aiutare i pazienti a raccontarsi e rinarrare le loro vicende.
    Mi farebbe davvero piacere poter acquistare l’album di Riccione da te autografato. Sarebbe un oggetto importante che in qualche modo racconta anche la storia della mia famiglia, passata presente, futura.
    Ti sarei molto grato se tu o qualcuno del tuo staff riuscissero a venire incontro a questa mia richiesta.
    Grazie e perdona l’invasione di spazio.
    GC

    forse (forse?!?) c’entra poco, ma aggiungo una mia fotina, fatta con l’iphone e una postilla

    la fotografia ha un’ENORME qualità: è sincera.

    sì, sono fortemente convinto che la fotografia sia sincera.

    nel senso che uno può scrivere che gli piace questo o quello, ma poi fotografa veramente ciò che gli piace.

    poi dire che ti piace schopenhauer, ma se fotografi cagate vuol dire che le cagate, in verità, ti piacciono…

    3 Commenti »

    16 gennaio 2013

    ONE DAY WITH ELISABETTA CANALIS

    fotografie di modelle o personaggi famosi alle sfilate ce ne sono a miliardi, tutte uguali.

    ad ogni stagione, quando approccio alla settimana della moda milanese per il corriere, penso a come risolvere la cosa in maniera nuova originale, evitando le solite fotografie viste e straviste.

    quest’anno è stato facile! grazie alla sua gentilezza e disponibilità, ho seguito per un giorno intero elisabetta canalis, ospite di due sfilate, DSQUARED E DIESEL BLACK GOLD.

    una delle prime fotografie in verità me l’ha fatta lei a me, con il suo iphone:

    poi ne ho fatte tante io a lei, con la mia canon.

    queste le mie preferite:

    tutte le altre e il racconto della giornata sul mio blog del corriere della sera!

    3 Commenti »