MY BEST POST

COMMENTI RECENTI

  • luglio 2017
  • maggio 2017
  • aprile 2017
  • marzo 2017
  • febbraio 2017
  • dicembre 2016
  • novembre 2016
  • ottobre 2016
  • settembre 2016
  • luglio 2016
  • maggio 2016
  • aprile 2016
  • marzo 2016
  • febbraio 2016
  • gennaio 2016
  • dicembre 2015
  • novembre 2015
  • ottobre 2015
  • settembre 2015
  • agosto 2015
  • luglio 2015
  • giugno 2015
  • maggio 2015
  • aprile 2015
  • marzo 2015
  • febbraio 2015
  • gennaio 2015
  • dicembre 2014
  • novembre 2014
  • ottobre 2014
  • settembre 2014
  • agosto 2014
  • luglio 2014
  • giugno 2014
  • maggio 2014
  • aprile 2014
  • marzo 2014
  • febbraio 2014
  • gennaio 2014
  • dicembre 2013
  • novembre 2013
  • ottobre 2013
  • settembre 2013
  • agosto 2013
  • luglio 2013
  • giugno 2013
  • maggio 2013
  • aprile 2013
  • marzo 2013
  • febbraio 2013
  • gennaio 2013
  • dicembre 2012
  • novembre 2012
  • ottobre 2012
  • settembre 2012
  • agosto 2012
  • luglio 2012
  • giugno 2012
  • maggio 2012
  • aprile 2012
  • marzo 2012
  • febbraio 2012
  • gennaio 2012
  • dicembre 2011
  • novembre 2011
  • ottobre 2011
  • settembre 2011
  • agosto 2011
  • luglio 2011
  • giugno 2011
  • maggio 2011
  • aprile 2011
  • marzo 2011
  • febbraio 2011
  • gennaio 2011
  • dicembre 2010
  • novembre 2010
  • ottobre 2010
  • settembre 2010
  • agosto 2010
  • luglio 2010
  • giugno 2010
  • maggio 2010
  • aprile 2010
  • marzo 2010
  • febbraio 2010
  • gennaio 2010
  • dicembre 2009
  • novembre 2009
  • ottobre 2009
  • settembre 2009
  • agosto 2009
  • luglio 2009
  • giugno 2009
  • maggio 2009
  • aprile 2009
  • marzo 2009
  • febbraio 2009
  • gennaio 2009
  • dicembre 2008
  • novembre 2008
  • ottobre 2008
  • settembre 2008
  • agosto 2008
  • luglio 2008
  • giugno 2008
  • maggio 2008
  • aprile 2008
  • marzo 2008
  • febbraio 2008
  • gennaio 2008
  • dicembre 2007
  • novembre 2007
  • ottobre 2007
  • settembre 2007
  • agosto 2007
  • luglio 2007
  • giugno 2007
  • maggio 2007
  • aprile 2007
  • marzo 2007
  • febbraio 2007
  • gennaio 2007
  • dicembre 2006
  • novembre 2006
  • ottobre 2006
  • settembre 2006
  • agosto 2006
  • luglio 2006
  • giugno 2006
  • maggio 2006
  • aprile 2006
  • marzo 2006
  • febbraio 2006
  • gennaio 2006
  • dicembre 2005
  • novembre 2005
  • ottobre 2005
  • settembre 2005
  • agosto 2005
  • luglio 2005
  • giugno 2005
  • maggio 2005
  • aprile 2005
  • marzo 2005
  • febbraio 2005
  • gennaio 2005
  • dicembre 2004
  • novembre 2004
  • ottobre 2004
  • settembre 2004
  • agosto 2004
  • luglio 2004
  • giugno 2004
  • maggio 2004
  • aprile 2004
  • marzo 2004
  • febbraio 2004
  • gennaio 2004
  • dicembre 2003
  • novembre 2003
  • ottobre 2003
  • settembre 2003
  • agosto 2003
  • luglio 2003
  • giugno 2003
  • maggio 2003
  • aprile 2003
  • marzo 2003
  • 29 aprile 2014

    LA FOTOGRAFIA

    Vorrei essere un bravo giornalista per riuscire a commentare il “servizio fotografico”, anzi il “fotoracconto”, di Concita De Gregorio, giornalista di Repubblica ed ex direttore de L’Unità, di cui metto qui sotto tre immagini.

    Vorrei avere l’incisività di Gian Antonio Stella (addirittura!)
    Vorrei avere la sagacia di Indro Montanelli (adesso esagero!).
    Vorrei avere la caustica ironia di Ennio Flaiano (va be’, ciao!).

    Vorrei avere un miliardesimo delle qualità di un grande giornalista per esprimere la mia opinione sulle 51 (cinquantuno) fotografie che l’importante giornalista ha realizzato (con iPhone?) e pubblicato sul sito di Repubblica, “fotoraccontando” la recente santificazione dei due Papi.

    Purtroppo però, nonostante io sia pure iscritto all’ordine dei giornalisti, non mi sento in grado.
    Per un semplice motivo: non sono un giornalista e non mi sento, onestamente, in grado di scrivere bene così come sono consapevole un bravo giornalista saprebbe fare.

    Ma fare fotografie, evidentemente, è molto più semplice che scrivere! Lo possono fare proprio tutti: recentemente l’ho fatto fare a un barbiere bendato, allora lo può fare anche un giornalista sbendato. Purtroppo con ben peggiori risultati.

    Mi viene da pensare ai giovani reporter, che studiano, che vanno ai festival, che si sbattono. E che oggi vedono questo “reportage” pubblicato.
    Il colmo dei colmi pubblicato da una testata (che si proclama progressista ed attenta ai diritti dei lavoratori) ma che da sempre non cita gli autori delle fotografie che pubblica: hanno proprio scelto il servizio giusto per citare l’autrice che ha realizzato il “fotoracconto”.

    Non so cosa altro dire.

    Forse una sola cosa: la fotografia è morta, viva la Fotografia.

    Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti.
    Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi.
    Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea.
    Bisogna capire cosa c’è dietro i fatti per poterli rappresentare.
    La fotografia – clic! – quella la sanno fare tutti.

    Tiziano Terzani, un grande Giornalista, un grande Fotografo

    20140429-234137.jpg

    20140429-234208.jpg

    20140429-234222.jpg

    53 Commenti »

    26 aprile 2014

    WORKSHOCK ALLO IED DI TORINO & GNA GNA GNA

    Schermata 2014-04-26 alle 16.06.04

     

    il nove e dieci maggio allo IED di Torino.

    il 9 con Thorimbert, e il suo celebre ONE SHOT (la farei pure io. e non scherzo).

    il 10 con me, in una formula che ho voluto strutturata apposta per un posto come lo IED, cercando di accettare più gente del solito ad un prezzo inferiore del solito.

    parlerò, racconterò, scatterò, farò scattare, fashion, glamour e pure gna gna gna. soprattutto tanto gna gna gna.

    gli incontri sono aperti anche a chi non è iscritto allo IED.

    prelazione però a chi è iscritto allo gna gna gna.

    informazioni qui.

    locandina_benedusi_low 2

    Nessun Commento »

    22 aprile 2014

    EARTH DAY

    ricorre oggi la 44′ giornata della terra che, tra le mille iniziative, viene anche festeggiata con una mostra, che inaugura proprio questa mattina, al prestigioso MAXXI di Roma.

    partecipo anche io con una mia immagine:

    ph_settimio_benedusi_OK

     

    grazie a Carlotta per la sua bellissima intelligenza.

    immagine cliccabile, ingrandibile, scaricabile e quindi pure usabile e stampabile (citando sempre l’autore e non per fini commerciali)

    PS: ma proprio a Roma ve dovevate sbaià a mette er nome mio?!? 😉

    2 Commenti »

    15 aprile 2014

    WORKSHOP TOSCANA FOTO FESTIVAL

    10334293_10152591850415695_1405570811589622069_n

     

    uscito il calendario definitivo dei workshop del TOSCANA FOTO FESTIVAL, il festival curato da Franco Fontana the great.

    è un posto molto piacevole, dove si sta bene e dove c’è il tempo e i modi per costruire qualcosa di valido.

    come vedete dalla schermata qui sopra ci saranno fior di docenti.

    io sarò presente negli stessi giorni (tre giornate, il 10/11/12 luglio) di Giovanni Gastel: sicuramente troveremo la maniera di fare qualcosa insieme.

    questo il mio manifesto a proposito dei miei workshop:

     

    -I WORKSHOP NON SERVONO.

    -I WORKSHOP NON SERVONO PER IMPARE LE COSE CHE NON SAPETE.

    -UN WORKSHOP PUO’ SERVIRE A FAR EMERGERE CIO’ CHE GIA’ SAPETE.

    -IN UN MIO WORKSHOP NON C’E’ NULLA CHE VI INSEGNERÒ, MA NON C’E’ NULLA CHE VI SERVA IMPARARE.

    -UN MIO WORKSHOP SI BASA SULLA CONDIVISIONE: DIVIDERE CON GLI ALTRI CIO’ CHE SI SA AUMENTA CIO’ CHE SAPPIAMO AMBEDUE.

    -IN UN MIO WORKSHOP NON CONTA CIO’ CHE DIVENTERETE, MA CIO’ CHE SIETE.

    -IN UN MIO WORKSHOP SCATTERETE MOLTE MENO FOTOGRAFIE DI QUANTO PENSIATE: MA NE VORRETE SCATTARE ANCORA MENO.

    -IN UN MIO WORKSHOP IMMAGINERETE CON  PIU’ PAROLE E PARLERETE CON PIU’ IMMAGINI.

    -IN UN MIO WORKSHOP CI SARA’ MOLTO NUDO: SOPRATTUTTO VOI, SARETE NUDI.

     

    vi aspetto!

     

    PS: qui i lavori dello scorso anno

    7 Commenti »

    11 aprile 2014

    FOTONOTIZIARIO

    su Fotonotiziario di Marzo.

    grazie a Bianca Astrid Bemori per l’intervista.

     

    Schermata 2014-04-09 alle 13.51.50

    Schermata 2014-04-09 alle 13.52.01

    Schermata 2014-04-09 alle 13.52.11

    Schermata 2014-04-09 alle 13.52.21

     

    pagine cliccabili e ingrandibili

    1 Commento »

    9 aprile 2014

    LA VELOCITA’ E GLI R5

    qualche settimana fa ricevo l’incarico da STYLE PICCOLI di fotografare una nuova band: gli americani R5. cinque ragazzi molto giovani ma già lanciatissimi, con alle spalle tutto un’ambaradan che sembravano gli U2.

    saltavano da un’intervista all’altra e da un servizio fotografico all’altro, reduci da un concerto sold out la sera prima ai magazzini generali.

    appena arrivo mi viene gentilmente chiesto di stare assolutamente dentro ai 60 (sessanta) minuti che avevo a disposizione. un’ora, insomma.

    ho detto al responsabile “ok!”.

    ho sistemato la stanza che ho scelto per l’ambientazione.

    ho messo il flash sopra la macchina.

    ho aspettato che arrivassero.

    gli ho chiesto di fare ciò che mi sarebbe piaciuto facessero (casino, in poche parole).

    ad un certo punto ho avuto la sensazione che le foto ci fossero e ho detto: “ok, we have it!”. li ho salutati e i cinque se ne sono andati.

    questo mese sono uscite le foto sul giornale:

    IMG_1305

    IMG_1304

     

    fin qui tutto bene, tutto nella norma.

    una volta arrivato in studio ho avuto la sensazione di aver fatto il lavoro veramente in maniera veloce.

    sono allora andato a vedere i dati dei file e, devo dire, mi sono stupito io per primo:

    Schermata 2014-04-09 alle 17.39.41

    Schermata 2014-04-09 alle 17.40.22

     

    dal primissimo scatto, fatto così a cazzo giusto quando sono arrivati, all’ultimo sono passati 7 (sette) minuti.

    non dico questo per dire “ehi guarda come sono bravo che in soli sette minuti faccio un servizio!” ma lo dico semplicemente per dire “ehi guarda come sono bravo che in soli sette minuti faccio un servizio!” 😉

    a parte gli scherzi (scherzo!) se posso dare un consiglio nella realizzare un servizio direi che uno dei migliori consigli è questo: siate veloci! è già una grande qualità, e ha un significato chiaro e preciso: chi scatta ha le idee chiare su cosa vuole fare.

    e in quei sette minuti Giorgio ha pure fatto le foto backstage!

    P2240034

    P2240038

    5 Commenti »

    7 aprile 2014

    G. I. JADE

    Lei è il soldato Jade.
    Ha 23 anni.
    Da tre anni è nell’esercito sudafricano.
    Il prossimo anno, se tutto va bene, diventerà caporale.
    È sposata.
    Ha un tatuaggio sul polso che ha fatto quando era molto giovane e che adesso vuole togliere.
    È felice di essere un soldato e di servire il proprio paese.

    20140407-204058.jpg

    Nessun Commento »