WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archive

  • Gennaio 2019
  • Novembre 2018
  • Settembre 2018
  • Agosto 2018
  • Giugno 2018
  • Aprile 2018
  • Febbraio 2018
  • Gennaio 2018
  • Dicembre 2017
  • Novembre 2017
  • Settembre 2017
  • Agosto 2017
  • Luglio 2017
  • Maggio 2017
  • Aprile 2017
  • Marzo 2017
  • Febbraio 2017
  • Dicembre 2016
  • Novembre 2016
  • Ottobre 2016
  • Settembre 2016
  • Luglio 2016
  • Maggio 2016
  • Aprile 2016
  • Marzo 2016
  • Febbraio 2016
  • Gennaio 2016
  • Dicembre 2015
  • Novembre 2015
  • Ottobre 2015
  • Settembre 2015
  • Agosto 2015
  • Luglio 2015
  • Giugno 2015
  • Maggio 2015
  • Aprile 2015
  • Marzo 2015
  • Febbraio 2015
  • Gennaio 2015
  • Dicembre 2014
  • Novembre 2014
  • Ottobre 2014
  • Settembre 2014
  • Agosto 2014
  • Luglio 2014
  • Giugno 2014
  • Maggio 2014
  • Aprile 2014
  • Marzo 2014
  • Febbraio 2014
  • Gennaio 2014
  • Dicembre 2013
  • Novembre 2013
  • Ottobre 2013
  • Settembre 2013
  • Agosto 2013
  • Luglio 2013
  • Giugno 2013
  • Maggio 2013
  • Aprile 2013
  • Marzo 2013
  • Febbraio 2013
  • Gennaio 2013
  • Dicembre 2012
  • Novembre 2012
  • Ottobre 2012
  • Settembre 2012
  • Agosto 2012
  • Luglio 2012
  • Giugno 2012
  • Maggio 2012
  • Aprile 2012
  • Marzo 2012
  • Febbraio 2012
  • Gennaio 2012
  • Dicembre 2011
  • Novembre 2011
  • Ottobre 2011
  • Settembre 2011
  • Agosto 2011
  • Luglio 2011
  • Giugno 2011
  • Maggio 2011
  • Aprile 2011
  • Marzo 2011
  • Febbraio 2011
  • Gennaio 2011
  • Dicembre 2010
  • Novembre 2010
  • Ottobre 2010
  • Settembre 2010
  • Agosto 2010
  • Luglio 2010
  • Giugno 2010
  • Maggio 2010
  • Aprile 2010
  • Marzo 2010
  • Febbraio 2010
  • Gennaio 2010
  • Dicembre 2009
  • Novembre 2009
  • Ottobre 2009
  • Settembre 2009
  • Agosto 2009
  • Luglio 2009
  • Giugno 2009
  • Maggio 2009
  • Aprile 2009
  • Marzo 2009
  • Febbraio 2009
  • Gennaio 2009
  • Dicembre 2008
  • Novembre 2008
  • Ottobre 2008
  • Settembre 2008
  • Agosto 2008
  • Luglio 2008
  • Giugno 2008
  • Maggio 2008
  • Aprile 2008
  • Marzo 2008
  • Febbraio 2008
  • Gennaio 2008
  • Dicembre 2007
  • Novembre 2007
  • Ottobre 2007
  • Settembre 2007
  • Agosto 2007
  • Luglio 2007
  • Giugno 2007
  • Maggio 2007
  • Aprile 2007
  • Marzo 2007
  • Febbraio 2007
  • Gennaio 2007
  • Dicembre 2006
  • Novembre 2006
  • Ottobre 2006
  • Settembre 2006
  • Agosto 2006
  • Luglio 2006
  • Giugno 2006
  • Maggio 2006
  • Aprile 2006
  • Marzo 2006
  • Febbraio 2006
  • Gennaio 2006
  • Dicembre 2005
  • Novembre 2005
  • Ottobre 2005
  • Settembre 2005
  • Agosto 2005
  • Luglio 2005
  • Giugno 2005
  • Maggio 2005
  • Aprile 2005
  • Marzo 2005
  • Febbraio 2005
  • Gennaio 2005
  • Dicembre 2004
  • Novembre 2004
  • Ottobre 2004
  • Settembre 2004
  • Agosto 2004
  • Luglio 2004
  • Giugno 2004
  • Maggio 2004
  • Aprile 2004
  • Marzo 2004
  • Febbraio 2004
  • Gennaio 2004
  • Dicembre 2003
  • Novembre 2003
  • Ottobre 2003
  • Settembre 2003
  • Agosto 2003
  • Luglio 2003
  • Giugno 2003
  • Maggio 2003
  • Aprile 2003
  • Marzo 2003
  • 5 Marzo 2008

    and the winner is…#02

    Tommy Retrò tommy already wrote to me sometimes ago showing me his work. he mainly shoots in black and white, and if i understood well he uses negatives and acids and prints … like once upon a time. and “like once upon a time” is the flavour of his images, surely with a wide open eye towards mr. newton, but like i told him once, we all have a role model, better to choose a good one.” the image of nudity with x rays is mysterious, the spectator/photographer becomes more inquirer, even more “penetrating” in the life of others, more than what he is already. it recalls an aesthetic of the 40’ with spies, nazi germany, of questioning and so on …. it is peculiar that both winners won the benedusi competition with a black and white image: i wanted to reward what looked to me more “artistic” because i believe young people should dare: the time will come to take color photos of taps ….. well done tommy , tommy has a website, here it is : http://www.tommy-retro.com/

    1. roberto ha detto:

      Oddio Paolo, così estrapolate certe mie affermazioni fanno inquietudine anche a me.

      Diciamo che io mi riferiro alla duplicazione e al plagio nel senso che conoscendo l’opera di Helmut Newton sono lampanti i riferimenti iconografici e quant’altro. Ovvio che è impossibile duplicare e plagiare “realmente” le immagini di HN mancando le stesse locations e modelle.

      Ciò detto…

      In effetti nel web si trova solo una parte del lavoro di Helmut Newton…a me viene facile in quanto sono collezionista sia di stampe vintage che di libri (credo di avere tutto quello che è stato pubblicato) e quindi mi viene facile….per farti capire dovrei mettermi a scansionare immagini tratte da libri incorrendo anche in violazioni del Copyright….nel libro Work di Helmut Newton ed. Taschen ci trovi parecchio materiale.

      Giusto per capirsi a me il lavoro di Tommy Retrò piace in linea di massima, non posso dire che non siano belle immagini….il punto è che però io (IMHO)non ci trovo anima.
      Tommy nelle varie interviste (e poi anche di persona) dice di fotografare mettendo in scena dei racconti, dei film con un chiaro linguaggio cinematografico…..bellissimo tutto peccato che lo screenplay e le sceneggiature mi diano l’idea del già visto e di un vissuto non suo….

      Nelle sue immagini si percepiscono delle realtà mitteleuropee lontane anche nel tempo….nelle immagini di Newton si legge, si percepisce, si sente una germania e un certo tipo di cultura….in quelle di Tommy non ci trovo nulla di rimando ad una Torino con tutta la sua storia, cultura e magia…..e questo mi lascia perplesso.

      Tutto quà…..dopo per carità preferisco le fotografie di Tommy alla stragrande maggioranza di pseudo fashion photographers che si riuniscono ad autoreferenziarsi nei vari forum.

      Di certo Tommy è un ragazzo intelligente e acculturato ….cosa che di per sè sarebbe da premiare in mondo sempre più mediocre e web-deculturato…

      ciao

    2. roberto ha detto:

      Oddio Paolo, così estrapolate certe mie affermazioni fanno inquietudine anche a me.

      Diciamo che io mi riferiro alla duplicazione e al plagio nel senso che conoscendo l’opera di Helmut Newton sono lampanti i riferimenti iconografici e quant’altro. Ovvio che è impossibile duplicare e plagiare “realmente” le immagini di HN mancando le stesse locations e modelle.

      Ciò detto…

      In effetti nel web si trova solo una parte del lavoro di Helmut Newton…a me viene facile in quanto sono collezionista sia di stampe vintage che di libri (credo di avere tutto quello che è stato pubblicato) e quindi mi viene facile….per farti capire dovrei mettermi a scansionare immagini tratte da libri incorrendo anche in violazioni del Copyright….nel libro Work di Helmut Newton ed. Taschen ci trovi parecchio materiale.

      Giusto per capirsi a me il lavoro di Tommy Retrò piace in linea di massima, non posso dire che non siano belle immagini….il punto è che però io (IMHO)non ci trovo anima.
      Tommy nelle varie interviste (e poi anche di persona) dice di fotografare mettendo in scena dei racconti, dei film con un chiaro linguaggio cinematografico…..bellissimo tutto peccato che lo screenplay e le sceneggiature mi diano l’idea del già visto e di un vissuto non suo….

      Nelle sue immagini si percepiscono delle realtà mitteleuropee lontane anche nel tempo….nelle immagini di Newton si legge, si percepisce, si sente una germania e un certo tipo di cultura….in quelle di Tommy non ci trovo nulla di rimando ad una Torino con tutta la sua storia, cultura e magia…..e questo mi lascia perplesso.

      Tutto quà…..dopo per carità preferisco le fotografie di Tommy alla stragrande maggioranza di pseudo fashion photographers che si riuniscono ad autoreferenziarsi nei vari forum.

      Di certo Tommy è un ragazzo intelligente e acculturato ….cosa che di per sè sarebbe da premiare in mondo sempre più mediocre e web-deculturato…

      ciao

    3. Tommy Retrò ha detto:

      Roberto ha perfettamente ragione.. non so se le mie foto abbiano un anima..e sinceramente non è il problema che mi pongo quando scatto.. di sicuro ho un limite.
      Cioè nelle mie foto cerco di raccontare parte di me.. o cmq di usare spesso simboli legati a quelli che sono i miei riferimenti culturali. Purtroppo passo la maggior parte del tempo a farmi raccontare le storie (libri ..film.. etc..) piuttosto che a viverle..
      (nell’ultimo periodo sto anche sviluppando una sorta di antropofobia..ehehe.. )
      Anche perché come dicevo prima cerco di aumentare la mia cultura piano piano.. e decido di “parlare” di alcune cose solo dopo essermi documentato molto.. quando mi sento pronto diciamo..
      Torino è una città veramente bellissima.. ma purtroppo anche vivendoci l’ho “scoperta” molto tardi..
      Ho un progetto fotografico su Torino ..sarà un omaggio alla città e alla sua storia.. ma è lungo e complesso e prima di iniziarlo voglio essere sicuro di sapere quello che racconterò.(mi sto documentando da parecchi mesi prima o poi inizierò a scattare..:-)

      p.s. le foto importanti Newton ha cominciato a scattarle intorno ai 40anni.. con un bagaglio di esperienze di vita.. che io non avrò mai..
      fare paragoni non mi pare appropriato..
      io come tanti altri ho preso Newton come punto di riferimento questo non vuol dire che voglio essere come lui..eheh..
      Godard ha ispirato una marea di pseudo imitatori.. nessuno è diventato come lui.. ma altri son diventati lo stesso bravi a loro modo.. evolvendosi da quel punto di partenza..

      Tommy

    4. Tommy Retrò ha detto:

      Roberto ha perfettamente ragione.. non so se le mie foto abbiano un anima..e sinceramente non è il problema che mi pongo quando scatto.. di sicuro ho un limite.
      Cioè nelle mie foto cerco di raccontare parte di me.. o cmq di usare spesso simboli legati a quelli che sono i miei riferimenti culturali. Purtroppo passo la maggior parte del tempo a farmi raccontare le storie (libri ..film.. etc..) piuttosto che a viverle..
      (nell’ultimo periodo sto anche sviluppando una sorta di antropofobia..ehehe.. )
      Anche perché come dicevo prima cerco di aumentare la mia cultura piano piano.. e decido di “parlare” di alcune cose solo dopo essermi documentato molto.. quando mi sento pronto diciamo..
      Torino è una città veramente bellissima.. ma purtroppo anche vivendoci l’ho “scoperta” molto tardi..
      Ho un progetto fotografico su Torino ..sarà un omaggio alla città e alla sua storia.. ma è lungo e complesso e prima di iniziarlo voglio essere sicuro di sapere quello che racconterò.(mi sto documentando da parecchi mesi prima o poi inizierò a scattare..:-)

      p.s. le foto importanti Newton ha cominciato a scattarle intorno ai 40anni.. con un bagaglio di esperienze di vita.. che io non avrò mai..
      fare paragoni non mi pare appropriato..
      io come tanti altri ho preso Newton come punto di riferimento questo non vuol dire che voglio essere come lui..eheh..
      Godard ha ispirato una marea di pseudo imitatori.. nessuno è diventato come lui.. ma altri son diventati lo stesso bravi a loro modo.. evolvendosi da quel punto di partenza..

      Tommy

    5. Tommy Retrò ha detto:

      Roberto ha perfettamente ragione.. non so se le mie foto abbiano un anima..e sinceramente non è il problema che mi pongo quando scatto.. di sicuro ho un limite.
      Cioè nelle mie foto cerco di raccontare parte di me.. o cmq di usare spesso simboli legati a quelli che sono i miei riferimenti culturali. Purtroppo passo la maggior parte del tempo a farmi raccontare le storie (libri ..film.. etc..) piuttosto che a viverle..
      (nell’ultimo periodo sto anche sviluppando una sorta di antropofobia..ehehe.. )
      Anche perché come dicevo prima cerco di aumentare la mia cultura piano piano.. e decido di “parlare” di alcune cose solo dopo essermi documentato molto.. quando mi sento pronto diciamo..
      Torino è una città veramente bellissima.. ma purtroppo anche vivendoci l’ho “scoperta” molto tardi..
      Ho un progetto fotografico su Torino ..sarà un omaggio alla città e alla sua storia.. ma è lungo e complesso e prima di iniziarlo voglio essere sicuro di sapere quello che racconterò.(mi sto documentando da parecchi mesi prima o poi inizierò a scattare..:-)

      p.s. le foto importanti Newton ha cominciato a scattarle intorno ai 40anni.. con un bagaglio di esperienze di vita.. che io non avrò mai..
      fare paragoni non mi pare appropriato..
      io come tanti altri ho preso Newton come punto di riferimento questo non vuol dire che voglio essere come lui..eheh..
      Godard ha ispirato una marea di pseudo imitatori.. nessuno è diventato come lui.. ma altri son diventati lo stesso bravi a loro modo.. evolvendosi da quel punto di partenza..

      Tommy

    6. Tommy Retrò ha detto:

      Roberto ha perfettamente ragione.. non so se le mie foto abbiano un anima..e sinceramente non è il problema che mi pongo quando scatto.. di sicuro ho un limite.
      Cioè nelle mie foto cerco di raccontare parte di me.. o cmq di usare spesso simboli legati a quelli che sono i miei riferimenti culturali. Purtroppo passo la maggior parte del tempo a farmi raccontare le storie (libri ..film.. etc..) piuttosto che a viverle..
      (nell’ultimo periodo sto anche sviluppando una sorta di antropofobia..ehehe.. )
      Anche perché come dicevo prima cerco di aumentare la mia cultura piano piano.. e decido di “parlare” di alcune cose solo dopo essermi documentato molto.. quando mi sento pronto diciamo..
      Torino è una città veramente bellissima.. ma purtroppo anche vivendoci l’ho “scoperta” molto tardi..
      Ho un progetto fotografico su Torino ..sarà un omaggio alla città e alla sua storia.. ma è lungo e complesso e prima di iniziarlo voglio essere sicuro di sapere quello che racconterò.(mi sto documentando da parecchi mesi prima o poi inizierò a scattare..:-)

      p.s. le foto importanti Newton ha cominciato a scattarle intorno ai 40anni.. con un bagaglio di esperienze di vita.. che io non avrò mai..
      fare paragoni non mi pare appropriato..
      io come tanti altri ho preso Newton come punto di riferimento questo non vuol dire che voglio essere come lui..eheh..
      Godard ha ispirato una marea di pseudo imitatori.. nessuno è diventato come lui.. ma altri son diventati lo stesso bravi a loro modo.. evolvendosi da quel punto di partenza..

      Tommy

    7. PAOLO ha detto:

      Grazie ad ambedue per le precisazioni.
      🙂

    8. PAOLO ha detto:

      Grazie ad ambedue per le precisazioni.
      🙂

    9. PAOLO ha detto:

      Grazie ad ambedue per le precisazioni.
      🙂

    10. PAOLO ha detto:

      Grazie ad ambedue per le precisazioni.
      🙂

    11. Loris ha detto:

      Io sono un web-subculturato, sarà per quello che perdo dappertutto.

    12. Loris ha detto:

      Io sono un web-subculturato, sarà per quello che perdo dappertutto.

    13. Loris ha detto:

      Io sono un web-subculturato, sarà per quello che perdo dappertutto.

    14. Loris ha detto:

      Io sono un web-subculturato, sarà per quello che perdo dappertutto.

    15. stejo87 ha detto:

      L’unica cosa che mi colpisce in questa foto è il seno della modella. In un concorso dovrebbe vincere un’idea innovativa, non la copia (per quanto tecnicamente eccellente, questo bisogna senz’altro riconoscerlo: Tommy Retrò ha una tecnica notevolissima) di lavori già fatti dai maestri del passato (H.Newton, in questo caso). La foto è esteticamente bella perché lo è la modella, infatti la parte inferiore della composizione (che fra l’altro non è nemmeno allineata a quella superiore!) mi trasmette una sensazione repellente. Credo che questa foto esprima un miscuglio di sensualità e grottesco, ergo perversione. Il punto è: qual è il messaggio?

    16. stejo87 ha detto:

      L’unica cosa che mi colpisce in questa foto è il seno della modella. In un concorso dovrebbe vincere un’idea innovativa, non la copia (per quanto tecnicamente eccellente, questo bisogna senz’altro riconoscerlo: Tommy Retrò ha una tecnica notevolissima) di lavori già fatti dai maestri del passato (H.Newton, in questo caso). La foto è esteticamente bella perché lo è la modella, infatti la parte inferiore della composizione (che fra l’altro non è nemmeno allineata a quella superiore!) mi trasmette una sensazione repellente. Credo che questa foto esprima un miscuglio di sensualità e grottesco, ergo perversione. Il punto è: qual è il messaggio?

    17. stejo87 ha detto:

      L’unica cosa che mi colpisce in questa foto è il seno della modella. In un concorso dovrebbe vincere un’idea innovativa, non la copia (per quanto tecnicamente eccellente, questo bisogna senz’altro riconoscerlo: Tommy Retrò ha una tecnica notevolissima) di lavori già fatti dai maestri del passato (H.Newton, in questo caso). La foto è esteticamente bella perché lo è la modella, infatti la parte inferiore della composizione (che fra l’altro non è nemmeno allineata a quella superiore!) mi trasmette una sensazione repellente. Credo che questa foto esprima un miscuglio di sensualità e grottesco, ergo perversione. Il punto è: qual è il messaggio?

    18. stejo87 ha detto:

      L’unica cosa che mi colpisce in questa foto è il seno della modella. In un concorso dovrebbe vincere un’idea innovativa, non la copia (per quanto tecnicamente eccellente, questo bisogna senz’altro riconoscerlo: Tommy Retrò ha una tecnica notevolissima) di lavori già fatti dai maestri del passato (H.Newton, in questo caso). La foto è esteticamente bella perché lo è la modella, infatti la parte inferiore della composizione (che fra l’altro non è nemmeno allineata a quella superiore!) mi trasmette una sensazione repellente. Credo che questa foto esprima un miscuglio di sensualità e grottesco, ergo perversione. Il punto è: qual è il messaggio?

    19. PAOLO ha detto:

      si… in effetti nessuno dei due autori ha parlato della propria foto nonostate più volte sia stato chiesto…
      Sono sempre in tempo per farlo, no?
      —————————————
      P.S.: Mi pare id capire che qualcuno si sia sentito “deluso” o forse “spiazzato” perchè probabilmente le immagini vincitrici appartengono ad un genere totalmente diverso da quello che magari era inerente a ciò che egli aveva inviato.

      Credo sia normale e assolutamente inevitabile considerando che non esistendo un tema o una traccia e che quindi si è stati costretti ad andare un po alla cieca sopponendo cosa avrebbe potuto attirare l’interesse e la curiosità di Settimio.

      Quindi i “livelli” da superare erano due”… il primo legato al concorso e basato sulla capacità, e il secondo, sempre legato al concorso ma basato su un “sesto senso” o, se lo vogliamo dire, sull’ elemento fortuna.

      Quindi ha avuto sicuramente la meglio chi ha pensato che Settimio sarebbe uscito da un tema fashion per lui fin troppo quotidiano e sarebbe andato a cercare qualcosa di più “artistico-concettuale” prediligengo non l’immagine in se ma la ricerca fotografica e la particolarità della tecnica usata.

      Sono tentato di proporre per il prossimo (pare ci sarà sicuramente) AT Benedusi un tema o un traccia che potrà essere anche solo la definizione di un genere fotografico o semplicemente una parola.
      Sicuramente servirà a non intestardirsi magari in u percorso sbagliato.
      Come ho fatto io che ho lasciato un bel po di lavori artistici nel cassetto e come probabilemente la maggior parte di voi ha fatto dando erroneamente per scontato che un grande fotografo di fashion avrebbe preferito questa tipologia di immagine.

      Grazie a tutti…
      Paolo

    20. PAOLO ha detto:

      si… in effetti nessuno dei due autori ha parlato della propria foto nonostate più volte sia stato chiesto…
      Sono sempre in tempo per farlo, no?
      —————————————
      P.S.: Mi pare id capire che qualcuno si sia sentito “deluso” o forse “spiazzato” perchè probabilmente le immagini vincitrici appartengono ad un genere totalmente diverso da quello che magari era inerente a ciò che egli aveva inviato.

      Credo sia normale e assolutamente inevitabile considerando che non esistendo un tema o una traccia e che quindi si è stati costretti ad andare un po alla cieca sopponendo cosa avrebbe potuto attirare l’interesse e la curiosità di Settimio.

      Quindi i “livelli” da superare erano due”… il primo legato al concorso e basato sulla capacità, e il secondo, sempre legato al concorso ma basato su un “sesto senso” o, se lo vogliamo dire, sull’ elemento fortuna.

      Quindi ha avuto sicuramente la meglio chi ha pensato che Settimio sarebbe uscito da un tema fashion per lui fin troppo quotidiano e sarebbe andato a cercare qualcosa di più “artistico-concettuale” prediligengo non l’immagine in se ma la ricerca fotografica e la particolarità della tecnica usata.

      Sono tentato di proporre per il prossimo (pare ci sarà sicuramente) AT Benedusi un tema o un traccia che potrà essere anche solo la definizione di un genere fotografico o semplicemente una parola.
      Sicuramente servirà a non intestardirsi magari in u percorso sbagliato.
      Come ho fatto io che ho lasciato un bel po di lavori artistici nel cassetto e come probabilemente la maggior parte di voi ha fatto dando erroneamente per scontato che un grande fotografo di fashion avrebbe preferito questa tipologia di immagine.

      Grazie a tutti…
      Paolo

    21. PAOLO ha detto:

      si… in effetti nessuno dei due autori ha parlato della propria foto nonostate più volte sia stato chiesto…
      Sono sempre in tempo per farlo, no?
      —————————————
      P.S.: Mi pare id capire che qualcuno si sia sentito “deluso” o forse “spiazzato” perchè probabilmente le immagini vincitrici appartengono ad un genere totalmente diverso da quello che magari era inerente a ciò che egli aveva inviato.

      Credo sia normale e assolutamente inevitabile considerando che non esistendo un tema o una traccia e che quindi si è stati costretti ad andare un po alla cieca sopponendo cosa avrebbe potuto attirare l’interesse e la curiosità di Settimio.

      Quindi i “livelli” da superare erano due”… il primo legato al concorso e basato sulla capacità, e il secondo, sempre legato al concorso ma basato su un “sesto senso” o, se lo vogliamo dire, sull’ elemento fortuna.

      Quindi ha avuto sicuramente la meglio chi ha pensato che Settimio sarebbe uscito da un tema fashion per lui fin troppo quotidiano e sarebbe andato a cercare qualcosa di più “artistico-concettuale” prediligengo non l’immagine in se ma la ricerca fotografica e la particolarità della tecnica usata.

      Sono tentato di proporre per il prossimo (pare ci sarà sicuramente) AT Benedusi un tema o un traccia che potrà essere anche solo la definizione di un genere fotografico o semplicemente una parola.
      Sicuramente servirà a non intestardirsi magari in u percorso sbagliato.
      Come ho fatto io che ho lasciato un bel po di lavori artistici nel cassetto e come probabilemente la maggior parte di voi ha fatto dando erroneamente per scontato che un grande fotografo di fashion avrebbe preferito questa tipologia di immagine.

      Grazie a tutti…
      Paolo

    22. PAOLO ha detto:

      si… in effetti nessuno dei due autori ha parlato della propria foto nonostate più volte sia stato chiesto…
      Sono sempre in tempo per farlo, no?
      —————————————
      P.S.: Mi pare id capire che qualcuno si sia sentito “deluso” o forse “spiazzato” perchè probabilmente le immagini vincitrici appartengono ad un genere totalmente diverso da quello che magari era inerente a ciò che egli aveva inviato.

      Credo sia normale e assolutamente inevitabile considerando che non esistendo un tema o una traccia e che quindi si è stati costretti ad andare un po alla cieca sopponendo cosa avrebbe potuto attirare l’interesse e la curiosità di Settimio.

      Quindi i “livelli” da superare erano due”… il primo legato al concorso e basato sulla capacità, e il secondo, sempre legato al concorso ma basato su un “sesto senso” o, se lo vogliamo dire, sull’ elemento fortuna.

      Quindi ha avuto sicuramente la meglio chi ha pensato che Settimio sarebbe uscito da un tema fashion per lui fin troppo quotidiano e sarebbe andato a cercare qualcosa di più “artistico-concettuale” prediligengo non l’immagine in se ma la ricerca fotografica e la particolarità della tecnica usata.

      Sono tentato di proporre per il prossimo (pare ci sarà sicuramente) AT Benedusi un tema o un traccia che potrà essere anche solo la definizione di un genere fotografico o semplicemente una parola.
      Sicuramente servirà a non intestardirsi magari in u percorso sbagliato.
      Come ho fatto io che ho lasciato un bel po di lavori artistici nel cassetto e come probabilemente la maggior parte di voi ha fatto dando erroneamente per scontato che un grande fotografo di fashion avrebbe preferito questa tipologia di immagine.

      Grazie a tutti…
      Paolo

    23. Tommy Retrò ha detto:

      Guarda Paolo, io non ho fatto troppo questo ragionamento, sapendo che cmq Settimio è un fotografo di moda.. ma nei suoi editoriali (ed è questa la cosa che mi piace dei suoi lavori) noto sempre una certa ironia legata ad un modo citazioni e rielaborazioni che sicuramente rendono più interessanti le sue foto rispetto a quelle di tanti altri suoi stimati colleghi.
      Io personalmente non ho pensato a cosa avrebbe colpito di più lui quando ho scelto le foto da inviare..ho semplicemente scelto le foto che piacciono di più a me..

      per tornare alla foto.. vediamo..
      questo scatto è abbastanza vecchio l’ho pensato a suo tempo partendo dal tema “trasparenze” .. mi diverte fare foto partendo da una parola singola.. prendo il vocabolario e studio i vari significati della parola..

      Trasparente-
      agg. Di corpo che ,lasciando passare la luce,consente la visione degli oggetti che si torvano al di là di esso.
      ma anche..
      Fig. che ha un significato chiaro anche se non esplicito.

      partendo da queste 2 definizioni ho deciso di costruire un immagine grottesca che giocasse sul duplice significato.. l’elemento della lastra mi dava la possibilità di rendere sia il senso della trasparenza fisica “vedere al di là”.. sia la possibilità di giocare sulla “trsaparenza” del sesso del soggetto..
      x questo ho scelto una modella con il seno palesamente rifatto.. unita alla lastra che mostra il “sesso” di un uomo…

      grazie ancora
      Tommy

    24. Tommy Retrò ha detto:

      Guarda Paolo, io non ho fatto troppo questo ragionamento, sapendo che cmq Settimio è un fotografo di moda.. ma nei suoi editoriali (ed è questa la cosa che mi piace dei suoi lavori) noto sempre una certa ironia legata ad un modo citazioni e rielaborazioni che sicuramente rendono più interessanti le sue foto rispetto a quelle di tanti altri suoi stimati colleghi.
      Io personalmente non ho pensato a cosa avrebbe colpito di più lui quando ho scelto le foto da inviare..ho semplicemente scelto le foto che piacciono di più a me..

      per tornare alla foto.. vediamo..
      questo scatto è abbastanza vecchio l’ho pensato a suo tempo partendo dal tema “trasparenze” .. mi diverte fare foto partendo da una parola singola.. prendo il vocabolario e studio i vari significati della parola..

      Trasparente-
      agg. Di corpo che ,lasciando passare la luce,consente la visione degli oggetti che si torvano al di là di esso.
      ma anche..
      Fig. che ha un significato chiaro anche se non esplicito.

      partendo da queste 2 definizioni ho deciso di costruire un immagine grottesca che giocasse sul duplice significato.. l’elemento della lastra mi dava la possibilità di rendere sia il senso della trasparenza fisica “vedere al di là”.. sia la possibilità di giocare sulla “trsaparenza” del sesso del soggetto..
      x questo ho scelto una modella con il seno palesamente rifatto.. unita alla lastra che mostra il “sesso” di un uomo…

      grazie ancora
      Tommy

    25. Tommy Retrò ha detto:

      Guarda Paolo, io non ho fatto troppo questo ragionamento, sapendo che cmq Settimio è un fotografo di moda.. ma nei suoi editoriali (ed è questa la cosa che mi piace dei suoi lavori) noto sempre una certa ironia legata ad un modo citazioni e rielaborazioni che sicuramente rendono più interessanti le sue foto rispetto a quelle di tanti altri suoi stimati colleghi.
      Io personalmente non ho pensato a cosa avrebbe colpito di più lui quando ho scelto le foto da inviare..ho semplicemente scelto le foto che piacciono di più a me..

      per tornare alla foto.. vediamo..
      questo scatto è abbastanza vecchio l’ho pensato a suo tempo partendo dal tema “trasparenze” .. mi diverte fare foto partendo da una parola singola.. prendo il vocabolario e studio i vari significati della parola..

      Trasparente-
      agg. Di corpo che ,lasciando passare la luce,consente la visione degli oggetti che si torvano al di là di esso.
      ma anche..
      Fig. che ha un significato chiaro anche se non esplicito.

      partendo da queste 2 definizioni ho deciso di costruire un immagine grottesca che giocasse sul duplice significato.. l’elemento della lastra mi dava la possibilità di rendere sia il senso della trasparenza fisica “vedere al di là”.. sia la possibilità di giocare sulla “trsaparenza” del sesso del soggetto..
      x questo ho scelto una modella con il seno palesamente rifatto.. unita alla lastra che mostra il “sesso” di un uomo…

      grazie ancora
      Tommy

    26. Tommy Retrò ha detto:

      Guarda Paolo, io non ho fatto troppo questo ragionamento, sapendo che cmq Settimio è un fotografo di moda.. ma nei suoi editoriali (ed è questa la cosa che mi piace dei suoi lavori) noto sempre una certa ironia legata ad un modo citazioni e rielaborazioni che sicuramente rendono più interessanti le sue foto rispetto a quelle di tanti altri suoi stimati colleghi.
      Io personalmente non ho pensato a cosa avrebbe colpito di più lui quando ho scelto le foto da inviare..ho semplicemente scelto le foto che piacciono di più a me..

      per tornare alla foto.. vediamo..
      questo scatto è abbastanza vecchio l’ho pensato a suo tempo partendo dal tema “trasparenze” .. mi diverte fare foto partendo da una parola singola.. prendo il vocabolario e studio i vari significati della parola..

      Trasparente-
      agg. Di corpo che ,lasciando passare la luce,consente la visione degli oggetti che si torvano al di là di esso.
      ma anche..
      Fig. che ha un significato chiaro anche se non esplicito.

      partendo da queste 2 definizioni ho deciso di costruire un immagine grottesca che giocasse sul duplice significato.. l’elemento della lastra mi dava la possibilità di rendere sia il senso della trasparenza fisica “vedere al di là”.. sia la possibilità di giocare sulla “trsaparenza” del sesso del soggetto..
      x questo ho scelto una modella con il seno palesamente rifatto.. unita alla lastra che mostra il “sesso” di un uomo…

      grazie ancora
      Tommy

    27. PAOLO ha detto:

      Grazie a te…
      dubito che qualcuno avrebbe potuto arrivarci di suo 🙂 e aggiungo che questa spiegazione rappresenta secondo me una “chiave di lettura” alquanto utile sia per parlare della foto sia per raccontare un po l’artista.
      E credo che molti l’aspettassero.
      Come tu dici, e ti credo, non sei partito dal “cosa avrebbe più colpito Settimio” ma sarai d’accordo con me…e quello che scrivi in seguito e hai postato in un intervento prima del responso inerente ad un altro argomento (visione portfoli look-book)…lo conferma, ti sei cmq basato sulla tua idea di ciò che avrebbe potuto piacere a Settimio e quindi hai tralasciato i tuo lavori fashion (che oltretutto son molto buoni li ho visti poco fa)… e hai scelto questa categoria di immagini.
      Ancora compimenti,
      Paolo.

    28. PAOLO ha detto:

      Grazie a te…
      dubito che qualcuno avrebbe potuto arrivarci di suo 🙂 e aggiungo che questa spiegazione rappresenta secondo me una “chiave di lettura” alquanto utile sia per parlare della foto sia per raccontare un po l’artista.
      E credo che molti l’aspettassero.
      Come tu dici, e ti credo, non sei partito dal “cosa avrebbe più colpito Settimio” ma sarai d’accordo con me…e quello che scrivi in seguito e hai postato in un intervento prima del responso inerente ad un altro argomento (visione portfoli look-book)…lo conferma, ti sei cmq basato sulla tua idea di ciò che avrebbe potuto piacere a Settimio e quindi hai tralasciato i tuo lavori fashion (che oltretutto son molto buoni li ho visti poco fa)… e hai scelto questa categoria di immagini.
      Ancora compimenti,
      Paolo.

    29. PAOLO ha detto:

      Grazie a te…
      dubito che qualcuno avrebbe potuto arrivarci di suo 🙂 e aggiungo che questa spiegazione rappresenta secondo me una “chiave di lettura” alquanto utile sia per parlare della foto sia per raccontare un po l’artista.
      E credo che molti l’aspettassero.
      Come tu dici, e ti credo, non sei partito dal “cosa avrebbe più colpito Settimio” ma sarai d’accordo con me…e quello che scrivi in seguito e hai postato in un intervento prima del responso inerente ad un altro argomento (visione portfoli look-book)…lo conferma, ti sei cmq basato sulla tua idea di ciò che avrebbe potuto piacere a Settimio e quindi hai tralasciato i tuo lavori fashion (che oltretutto son molto buoni li ho visti poco fa)… e hai scelto questa categoria di immagini.
      Ancora compimenti,
      Paolo.

    30. PAOLO ha detto:

      Grazie a te…
      dubito che qualcuno avrebbe potuto arrivarci di suo 🙂 e aggiungo che questa spiegazione rappresenta secondo me una “chiave di lettura” alquanto utile sia per parlare della foto sia per raccontare un po l’artista.
      E credo che molti l’aspettassero.
      Come tu dici, e ti credo, non sei partito dal “cosa avrebbe più colpito Settimio” ma sarai d’accordo con me…e quello che scrivi in seguito e hai postato in un intervento prima del responso inerente ad un altro argomento (visione portfoli look-book)…lo conferma, ti sei cmq basato sulla tua idea di ciò che avrebbe potuto piacere a Settimio e quindi hai tralasciato i tuo lavori fashion (che oltretutto son molto buoni li ho visti poco fa)… e hai scelto questa categoria di immagini.
      Ancora compimenti,
      Paolo.

    31. Tommy Retrò ha detto:

      Non esattamente Paolo.. visto che Settimio aveva scritto che si poteva inviare più di una immagine ho spedito materiale misto un pò di moda e un pò no..
      e lo stesso materiale ho portato a Look-book anche se era richiesto un portfolio di moda..
      sarà che tendo a non voler mettere paletti tra i vari generi fotografici.. almeno quando scatto cerco di non impormi troppe limitazioni e lo stesso faccio quando devo assemblare un ipotetico book..
      (sapendo che probabilmente questo può essere un difetto.. il mio obbiettivo è anche quello di migliorare questo mio apsetto..)

    32. Tommy Retrò ha detto:

      Non esattamente Paolo.. visto che Settimio aveva scritto che si poteva inviare più di una immagine ho spedito materiale misto un pò di moda e un pò no..
      e lo stesso materiale ho portato a Look-book anche se era richiesto un portfolio di moda..
      sarà che tendo a non voler mettere paletti tra i vari generi fotografici.. almeno quando scatto cerco di non impormi troppe limitazioni e lo stesso faccio quando devo assemblare un ipotetico book..
      (sapendo che probabilmente questo può essere un difetto.. il mio obbiettivo è anche quello di migliorare questo mio apsetto..)

    33. Tommy Retrò ha detto:

      Non esattamente Paolo.. visto che Settimio aveva scritto che si poteva inviare più di una immagine ho spedito materiale misto un pò di moda e un pò no..
      e lo stesso materiale ho portato a Look-book anche se era richiesto un portfolio di moda..
      sarà che tendo a non voler mettere paletti tra i vari generi fotografici.. almeno quando scatto cerco di non impormi troppe limitazioni e lo stesso faccio quando devo assemblare un ipotetico book..
      (sapendo che probabilmente questo può essere un difetto.. il mio obbiettivo è anche quello di migliorare questo mio apsetto..)

    34. Tommy Retrò ha detto:

      Non esattamente Paolo.. visto che Settimio aveva scritto che si poteva inviare più di una immagine ho spedito materiale misto un pò di moda e un pò no..
      e lo stesso materiale ho portato a Look-book anche se era richiesto un portfolio di moda..
      sarà che tendo a non voler mettere paletti tra i vari generi fotografici.. almeno quando scatto cerco di non impormi troppe limitazioni e lo stesso faccio quando devo assemblare un ipotetico book..
      (sapendo che probabilmente questo può essere un difetto.. il mio obbiettivo è anche quello di migliorare questo mio apsetto..)

    35. stejo87 ha detto:

      Ringrazio Tommy Retrò per la spiegazione e gli faccio i complimenti per la vittoria. Per caso fra i tuoi beniamini c’è anche N.Araki? Non mi riferisco a questa foto, ma ad altri BN (tecnicamente ottimi) che ho visionato sul tuo sito…

    36. stejo87 ha detto:

      Ringrazio Tommy Retrò per la spiegazione e gli faccio i complimenti per la vittoria. Per caso fra i tuoi beniamini c’è anche N.Araki? Non mi riferisco a questa foto, ma ad altri BN (tecnicamente ottimi) che ho visionato sul tuo sito…

    37. stejo87 ha detto:

      Ringrazio Tommy Retrò per la spiegazione e gli faccio i complimenti per la vittoria. Per caso fra i tuoi beniamini c’è anche N.Araki? Non mi riferisco a questa foto, ma ad altri BN (tecnicamente ottimi) che ho visionato sul tuo sito…

    38. stejo87 ha detto:

      Ringrazio Tommy Retrò per la spiegazione e gli faccio i complimenti per la vittoria. Per caso fra i tuoi beniamini c’è anche N.Araki? Non mi riferisco a questa foto, ma ad altri BN (tecnicamente ottimi) che ho visionato sul tuo sito…

    39. Tommy Retrò ha detto:

      Trovo Araki molto interessante.. anche ironico in molti suoi lavori.. ma sinceramente è troppo lontano da me.. è uno di quei fotografi.. come Richardson.. Chapelle.. etc.. che adoro guardare ma difficilmente mi influenzano..
      sopratutto Araki essendo orientale (cosi come per il cinema orientale d’autore) racconta una realtà troppo distante e troppo poco conosciuta.. anche se superficialmente è cosi d’impatto.. tutta la cultura della vita orientale e per me ancora troppo oscura per me..(almeno per il momento) per riuscire ad assimilarla appieno..

    40. Tommy Retrò ha detto:

      Trovo Araki molto interessante.. anche ironico in molti suoi lavori.. ma sinceramente è troppo lontano da me.. è uno di quei fotografi.. come Richardson.. Chapelle.. etc.. che adoro guardare ma difficilmente mi influenzano..
      sopratutto Araki essendo orientale (cosi come per il cinema orientale d’autore) racconta una realtà troppo distante e troppo poco conosciuta.. anche se superficialmente è cosi d’impatto.. tutta la cultura della vita orientale e per me ancora troppo oscura per me..(almeno per il momento) per riuscire ad assimilarla appieno..

    41. Tommy Retrò ha detto:

      Trovo Araki molto interessante.. anche ironico in molti suoi lavori.. ma sinceramente è troppo lontano da me.. è uno di quei fotografi.. come Richardson.. Chapelle.. etc.. che adoro guardare ma difficilmente mi influenzano..
      sopratutto Araki essendo orientale (cosi come per il cinema orientale d’autore) racconta una realtà troppo distante e troppo poco conosciuta.. anche se superficialmente è cosi d’impatto.. tutta la cultura della vita orientale e per me ancora troppo oscura per me..(almeno per il momento) per riuscire ad assimilarla appieno..

    42. Tommy Retrò ha detto:

      Trovo Araki molto interessante.. anche ironico in molti suoi lavori.. ma sinceramente è troppo lontano da me.. è uno di quei fotografi.. come Richardson.. Chapelle.. etc.. che adoro guardare ma difficilmente mi influenzano..
      sopratutto Araki essendo orientale (cosi come per il cinema orientale d’autore) racconta una realtà troppo distante e troppo poco conosciuta.. anche se superficialmente è cosi d’impatto.. tutta la cultura della vita orientale e per me ancora troppo oscura per me..(almeno per il momento) per riuscire ad assimilarla appieno..

    43. Marco Maroni ha detto:

      :))))
      complimentiiiiiii!!!!!
      qualsiasi il gusto dei vincitori, sono riusciti a conquistare la meta! non basta!? 🙂

      m

    44. Marco Maroni ha detto:

      :))))
      complimentiiiiiii!!!!!
      qualsiasi il gusto dei vincitori, sono riusciti a conquistare la meta! non basta!? 🙂

      m

    45. Marco Maroni ha detto:

      :))))
      complimentiiiiiii!!!!!
      qualsiasi il gusto dei vincitori, sono riusciti a conquistare la meta! non basta!? 🙂

      m

    46. Marco Maroni ha detto:

      :))))
      complimentiiiiiii!!!!!
      qualsiasi il gusto dei vincitori, sono riusciti a conquistare la meta! non basta!? 🙂

      m

    47. stejo87 ha detto:

      Per Tommy Retrò:
      mi è venuto in mente Araki per l’uso che fai delle modelle… Comunque, dato che neghi la sua influenza, non insisto. Se sei interessato al cinema orientale, mi sento di consigliarti il New Korean Cinema (compreso Kim Ki-duk) ed un altro paio di registi straordinari: Wong Kar-wai (di Xiang Gang, cioè quella che noi occidentali chiamiamo Hong Kong) e Tsai Ming-liang di Taiwan. Il mio film preferito? “La samaritana” di Kim Ki-duk (South Korea, 2004). Guarda qualche film di questo tipo, sono miniere di spunti intellettuali ed artistici!
      Ste

    48. stejo87 ha detto:

      Per Tommy Retrò:
      mi è venuto in mente Araki per l’uso che fai delle modelle… Comunque, dato che neghi la sua influenza, non insisto. Se sei interessato al cinema orientale, mi sento di consigliarti il New Korean Cinema (compreso Kim Ki-duk) ed un altro paio di registi straordinari: Wong Kar-wai (di Xiang Gang, cioè quella che noi occidentali chiamiamo Hong Kong) e Tsai Ming-liang di Taiwan. Il mio film preferito? “La samaritana” di Kim Ki-duk (South Korea, 2004). Guarda qualche film di questo tipo, sono miniere di spunti intellettuali ed artistici!
      Ste

    49. stejo87 ha detto:

      Per Tommy Retrò:
      mi è venuto in mente Araki per l’uso che fai delle modelle… Comunque, dato che neghi la sua influenza, non insisto. Se sei interessato al cinema orientale, mi sento di consigliarti il New Korean Cinema (compreso Kim Ki-duk) ed un altro paio di registi straordinari: Wong Kar-wai (di Xiang Gang, cioè quella che noi occidentali chiamiamo Hong Kong) e Tsai Ming-liang di Taiwan. Il mio film preferito? “La samaritana” di Kim Ki-duk (South Korea, 2004). Guarda qualche film di questo tipo, sono miniere di spunti intellettuali ed artistici!
      Ste

    50. stejo87 ha detto:

      Per Tommy Retrò:
      mi è venuto in mente Araki per l’uso che fai delle modelle… Comunque, dato che neghi la sua influenza, non insisto. Se sei interessato al cinema orientale, mi sento di consigliarti il New Korean Cinema (compreso Kim Ki-duk) ed un altro paio di registi straordinari: Wong Kar-wai (di Xiang Gang, cioè quella che noi occidentali chiamiamo Hong Kong) e Tsai Ming-liang di Taiwan. Il mio film preferito? “La samaritana” di Kim Ki-duk (South Korea, 2004). Guarda qualche film di questo tipo, sono miniere di spunti intellettuali ed artistici!
      Ste

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *