WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archive

  • Gennaio 2019
  • Novembre 2018
  • Settembre 2018
  • Agosto 2018
  • Giugno 2018
  • Aprile 2018
  • Febbraio 2018
  • Gennaio 2018
  • Dicembre 2017
  • Novembre 2017
  • Settembre 2017
  • Agosto 2017
  • Luglio 2017
  • Maggio 2017
  • Aprile 2017
  • Marzo 2017
  • Febbraio 2017
  • Dicembre 2016
  • Novembre 2016
  • Ottobre 2016
  • Settembre 2016
  • Luglio 2016
  • Maggio 2016
  • Aprile 2016
  • Marzo 2016
  • Febbraio 2016
  • Gennaio 2016
  • Dicembre 2015
  • Novembre 2015
  • Ottobre 2015
  • Settembre 2015
  • Agosto 2015
  • Luglio 2015
  • Giugno 2015
  • Maggio 2015
  • Aprile 2015
  • Marzo 2015
  • Febbraio 2015
  • Gennaio 2015
  • Dicembre 2014
  • Novembre 2014
  • Ottobre 2014
  • Settembre 2014
  • Agosto 2014
  • Luglio 2014
  • Giugno 2014
  • Maggio 2014
  • Aprile 2014
  • Marzo 2014
  • Febbraio 2014
  • Gennaio 2014
  • Dicembre 2013
  • Novembre 2013
  • Ottobre 2013
  • Settembre 2013
  • Agosto 2013
  • Luglio 2013
  • Giugno 2013
  • Maggio 2013
  • Aprile 2013
  • Marzo 2013
  • Febbraio 2013
  • Gennaio 2013
  • Dicembre 2012
  • Novembre 2012
  • Ottobre 2012
  • Settembre 2012
  • Agosto 2012
  • Luglio 2012
  • Giugno 2012
  • Maggio 2012
  • Aprile 2012
  • Marzo 2012
  • Febbraio 2012
  • Gennaio 2012
  • Dicembre 2011
  • Novembre 2011
  • Ottobre 2011
  • Settembre 2011
  • Agosto 2011
  • Luglio 2011
  • Giugno 2011
  • Maggio 2011
  • Aprile 2011
  • Marzo 2011
  • Febbraio 2011
  • Gennaio 2011
  • Dicembre 2010
  • Novembre 2010
  • Ottobre 2010
  • Settembre 2010
  • Agosto 2010
  • Luglio 2010
  • Giugno 2010
  • Maggio 2010
  • Aprile 2010
  • Marzo 2010
  • Febbraio 2010
  • Gennaio 2010
  • Dicembre 2009
  • Novembre 2009
  • Ottobre 2009
  • Settembre 2009
  • Agosto 2009
  • Luglio 2009
  • Giugno 2009
  • Maggio 2009
  • Aprile 2009
  • Marzo 2009
  • Febbraio 2009
  • Gennaio 2009
  • Dicembre 2008
  • Novembre 2008
  • Ottobre 2008
  • Settembre 2008
  • Agosto 2008
  • Luglio 2008
  • Giugno 2008
  • Maggio 2008
  • Aprile 2008
  • Marzo 2008
  • Febbraio 2008
  • Gennaio 2008
  • Dicembre 2007
  • Novembre 2007
  • Ottobre 2007
  • Settembre 2007
  • Agosto 2007
  • Luglio 2007
  • Giugno 2007
  • Maggio 2007
  • Aprile 2007
  • Marzo 2007
  • Febbraio 2007
  • Gennaio 2007
  • Dicembre 2006
  • Novembre 2006
  • Ottobre 2006
  • Settembre 2006
  • Agosto 2006
  • Luglio 2006
  • Giugno 2006
  • Maggio 2006
  • Aprile 2006
  • Marzo 2006
  • Febbraio 2006
  • Gennaio 2006
  • Dicembre 2005
  • Novembre 2005
  • Ottobre 2005
  • Settembre 2005
  • Agosto 2005
  • Luglio 2005
  • Giugno 2005
  • Maggio 2005
  • Aprile 2005
  • Marzo 2005
  • Febbraio 2005
  • Gennaio 2005
  • Dicembre 2004
  • Novembre 2004
  • Ottobre 2004
  • Settembre 2004
  • Agosto 2004
  • Luglio 2004
  • Giugno 2004
  • Maggio 2004
  • Aprile 2004
  • Marzo 2004
  • Febbraio 2004
  • Gennaio 2004
  • Dicembre 2003
  • Novembre 2003
  • Ottobre 2003
  • Settembre 2003
  • Agosto 2003
  • Luglio 2003
  • Giugno 2003
  • Maggio 2003
  • Aprile 2003
  • Marzo 2003
  • 13 Dicembre 2011

    PALAGINI CALENDAR 2012

    When I was given the task to realize, once again, the calendar for the group Palagini I thought and thought about what to do…

    Because on the one hand having a forward thinking client that gives you almost complete creative freedom is wonderful, on the other it is a commitment, because it forces you to look for those targets, that direction, those precise objectives which are essential to have before creating the work.

    It is a bit like the difference between searching and finding: in a normal job situation they tell you what to look for and you bust your gut knowing more or less in which direction to go towards (if they tell you to look for mushrooms you go in the mountains, so to speak…), meanwhile in the free environment work you have to find something that you don’t even know what it is, where it is and why.

    Anyways… thinking, thinking and thinking what to do, how and why… one  bright day I found, clear and limpid, who to inspire me! I even had a model! Precise! Perfect for the job: myself!!!

    Exactly! I went back in time and I found the inspiration in the two images below, which I took when I was a little over twenty years of age, when I was still living in Imperia:

    The solution was right there, at my fingertips! The woman’s body always centered relative to the nature that surrounds her, and within which merges into a mimicry that makes nature a kind of great mother who accepts what naturally comes to her: a woman’s naked body.

    Here is the calendar:

    Here are the original images, you can click to enlarge:

    Perhaps something curious about these last two pictures: in all this work I have not even minimally retouched the two models (Sabrina and Alana). Zero precisely, I just converted the files to black and white. In these two pictures above I wanted to emphasize the similarity between the body of the model and the hill in the background. So then I retouched a bit… the hill!

    Here are a few backstage photos by Pasquale Ettorre:

    Last two things that come to mind looking at the backstage:

    –  the reality is what it seems: the crew was very restricted. There was no make up and hair, no stylist, no art director, there wasn’t…there was nothing! It was only me, my assistant, the client and the two models.

    –  Is it possible that my lucky tee shirt for shooting is of another photographer?!?

    1. Alberto ha detto:

      le vecchie foto sono bellissime

    2. Adriano Cauterucci ha detto:

      Ciao Settimio,
      da buon Imperiese ti seguo da sempre,
      ma questo calendario mi emoziona guardarlo più di qualunque tuo altro lavoro!!
      complimenti

    3. Mattia ha detto:

      Veramente meraviglioso!

    4. ettone ha detto:

      Non è il mio genere, ma WOW, trovo tutti gli scatti realmente fantastici!
      Complimenti… qui si vede il maestro, il professionista, l’Artista…. ah, il Fotografo…

    5. CarloV78 ha detto:

      Chapeau. Complimenti davvero. Soprattutto in relazione a quello visto pochi giorni fa con la presentazione del Pirelli!

    6. anonimo ha detto:

      altro che pirelli…

    7. Mario ha detto:

      bel lavoro, complimenti

    8. Emanuele Esposito ha detto:

      Che dire….FAVOLOSO come sempre!

    9. Armando ha detto:

      Bravo Settimio, belle immagini davvero, bella location e belle le modelle.
      Complimenti anche a Pasquale Ettore per l’assistenza e le foto del back-stage.
      Hai fatto bene a precisare che non c’era un’imponente staff dietro questo bel lavoro.
      Le belle foto si fanno con l’occhio, il cuore e il cervello.

    10. lorenzo prodezza ha detto:

      che dire Grande Settimio e bentornata Forografia con F maiuscola davvero ottime e di classe e anche se non original,i ci fanno riflettere su come basta poco per “scolpire con la luce” bravo.

    11. Leo ha detto:

      Bellissimo lavoro!

    12. Lorenzo N ha detto:

      Foto di Classe. Senza volgarità.
      Foto che risaltono unicamente le curve delle modelle.
      Complimenti.

    13. Luna Simoncini ha detto:

      Queste sono le immagini di donna che vorrei vedere più spesso, nelle pubblicità e in televisione, assolutamente non volgari anche se si tratta di nudo.
      Immagini che possono solo valorizzare il corpo e la natura circostante, anzi, le due cose si fondono insieme.
      Trovo particolarmente poetica la seconda delle foto grandi… complimenti!

    14. piernicola ha detto:

      Fantastiche! la mia preferita è quella del backstage in cui stai a pecora! Mitico!

    15. Alessandro ha detto:

      Riconosciuta la costa sud est della Sardegna: Porto Giunco, Porto Sa Ruxi… se non erro

    16. antonio ha detto:

      La banalità fatta foto. E calendario.
      Contento il cliente “illuminato”…

    17. se_fra_nicotra ha detto:

      A mio avviso e’ odioso il seppia che hai scelto, non aggiunge nulla.
      Molto belle quelle tre tra i rami , la seconda e’ una favola, vale tutto il calendario.
      Il resto e’ solo di riempimento per il cliente illuminato e che paga

    18. paolo ha detto:

      guardando queste immagini mi e’ venuto un senso di sottile disagio, mi ricordano le migliaia di foto che vengono fatte a ogni workshop estivo di fotografia, anonime e banali , ecco mi dico visto che c’era un cliente “illuminato ” non sarebbe stato meglio ,con coraggio fare delle foto piu’ personali ? o forse mi ricordano le foto di Lucien clergue che non mi sono mai piaciute

    19. Gilberto ha detto:

      Ottimo lavoro

    20. corrado ha detto:

      un paio mi piacciono, altre sembrano più foto di corpi esanimi riportati dalla marea…

    21. Melania ha detto:

      Donna natura-natura donna, tappa fissa della fotografia, eppure la tua interpretazione non mi ha disturbata affatto, anzi non ho subito nemmeno troppo il “già visto” che con l’andar del tempo incontro sempre di più tra web e riviste. Belle foto, davvero. Comincerò a seguirti con maggior attenzione 🙂
      Ciao

    22. emanuele ha detto:

      é nato prima l’uovo o la gallina? (sorrenti vs benedusi) 🙂

    23. corrado a. ha detto:

      Mi piace, però non mi sembra originalissimo.
      ciao

    24. Leonardo ha detto:

      A me piacciono molto, soprattutto quel leggero viraggio seppia

    25. Stefania e Marco ha detto:

      Bellissime foto molto raffinate, non volgari dove la natura incontaminata e selvaggia dei luoghi e le modelle si fondono senza sovrapporsi.
      P.S. testimoni oculari della realizzazione del servizio che si è svolto solo con Settimio, le modelle a altre due persone.
      Bravo Settimio!!!!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *