WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archive

  • Gennaio 2019
  • Novembre 2018
  • Settembre 2018
  • Agosto 2018
  • Giugno 2018
  • Aprile 2018
  • Febbraio 2018
  • Gennaio 2018
  • Dicembre 2017
  • Novembre 2017
  • Settembre 2017
  • Agosto 2017
  • Luglio 2017
  • Maggio 2017
  • Aprile 2017
  • Marzo 2017
  • Febbraio 2017
  • Dicembre 2016
  • Novembre 2016
  • Ottobre 2016
  • Settembre 2016
  • Luglio 2016
  • Maggio 2016
  • Aprile 2016
  • Marzo 2016
  • Febbraio 2016
  • Gennaio 2016
  • Dicembre 2015
  • Novembre 2015
  • Ottobre 2015
  • Settembre 2015
  • Agosto 2015
  • Luglio 2015
  • Giugno 2015
  • Maggio 2015
  • Aprile 2015
  • Marzo 2015
  • Febbraio 2015
  • Gennaio 2015
  • Dicembre 2014
  • Novembre 2014
  • Ottobre 2014
  • Settembre 2014
  • Agosto 2014
  • Luglio 2014
  • Giugno 2014
  • Maggio 2014
  • Aprile 2014
  • Marzo 2014
  • Febbraio 2014
  • Gennaio 2014
  • Dicembre 2013
  • Novembre 2013
  • Ottobre 2013
  • Settembre 2013
  • Agosto 2013
  • Luglio 2013
  • Giugno 2013
  • Maggio 2013
  • Aprile 2013
  • Marzo 2013
  • Febbraio 2013
  • Gennaio 2013
  • Dicembre 2012
  • Novembre 2012
  • Ottobre 2012
  • Settembre 2012
  • Agosto 2012
  • Luglio 2012
  • Giugno 2012
  • Maggio 2012
  • Aprile 2012
  • Marzo 2012
  • Febbraio 2012
  • Gennaio 2012
  • Dicembre 2011
  • Novembre 2011
  • Ottobre 2011
  • Settembre 2011
  • Agosto 2011
  • Luglio 2011
  • Giugno 2011
  • Maggio 2011
  • Aprile 2011
  • Marzo 2011
  • Febbraio 2011
  • Gennaio 2011
  • Dicembre 2010
  • Novembre 2010
  • Ottobre 2010
  • Settembre 2010
  • Agosto 2010
  • Luglio 2010
  • Giugno 2010
  • Maggio 2010
  • Aprile 2010
  • Marzo 2010
  • Febbraio 2010
  • Gennaio 2010
  • Dicembre 2009
  • Novembre 2009
  • Ottobre 2009
  • Settembre 2009
  • Agosto 2009
  • Luglio 2009
  • Giugno 2009
  • Maggio 2009
  • Aprile 2009
  • Marzo 2009
  • Febbraio 2009
  • Gennaio 2009
  • Dicembre 2008
  • Novembre 2008
  • Ottobre 2008
  • Settembre 2008
  • Agosto 2008
  • Luglio 2008
  • Giugno 2008
  • Maggio 2008
  • Aprile 2008
  • Marzo 2008
  • Febbraio 2008
  • Gennaio 2008
  • Dicembre 2007
  • Novembre 2007
  • Ottobre 2007
  • Settembre 2007
  • Agosto 2007
  • Luglio 2007
  • Giugno 2007
  • Maggio 2007
  • Aprile 2007
  • Marzo 2007
  • Febbraio 2007
  • Gennaio 2007
  • Dicembre 2006
  • Novembre 2006
  • Ottobre 2006
  • Settembre 2006
  • Agosto 2006
  • Luglio 2006
  • Giugno 2006
  • Maggio 2006
  • Aprile 2006
  • Marzo 2006
  • Febbraio 2006
  • Gennaio 2006
  • Dicembre 2005
  • Novembre 2005
  • Ottobre 2005
  • Settembre 2005
  • Agosto 2005
  • Luglio 2005
  • Giugno 2005
  • Maggio 2005
  • Aprile 2005
  • Marzo 2005
  • Febbraio 2005
  • Gennaio 2005
  • Dicembre 2004
  • Novembre 2004
  • Ottobre 2004
  • Settembre 2004
  • Agosto 2004
  • Luglio 2004
  • Giugno 2004
  • Maggio 2004
  • Aprile 2004
  • Marzo 2004
  • Febbraio 2004
  • Gennaio 2004
  • Dicembre 2003
  • Novembre 2003
  • Ottobre 2003
  • Settembre 2003
  • Agosto 2003
  • Luglio 2003
  • Giugno 2003
  • Maggio 2003
  • Aprile 2003
  • Marzo 2003
  • 30 Gennaio 2008

    a story/marta_01

    “My name is Marta, I’m twentyfour years old and I’m a fireblower. I started by chance 8 years ago, I was in Foggia with friends and to collect some money I offered to perform with fire, we wanted to buy wine but didn’t have any money. I’d seen my ex boyfriend do it, and so I also tried. At the time I was a punk and already i had left home for a year with my dog that was my travel companion, my stove and my pillow. i was sleeping wherever possible : buildings illegaly occupied, vans, under the stars. I was ging around Italy and now and then I was showing with fire, I was using torches, the `’diablo”, the `’devil sticks” and balls. At eighteen i became part of a “sound system”, a group of ypung people that lived in vans and participated in events and fairs. we played music with big loud speakers. During that period I binged a lot so I took care of the bar and was helping with transport and installations. After the group split i came back to Italy and tried to do odd jobs like distribution of leaflets or the cubist in a night club, but that life was not for me and so i started again with my real passion: the fire. Today this is my job, I have shows almost every night at the Colonne di S. Lorenzo and at the Navigli, here in Milan. I feel this is my life, and I want to try and do it at a more professional level, not only on the streets and social events. Last week in Genova, I took part on a show of a music group, I was performing at the rithm of their gypsy music. now I have my own van, an old Mercedes 608: it is my home, here I keep my books, my videotapes, a gas heater, the stove to cook and boxes to store my things. I love my solitary life, but always with lots of friends and especially with my new dog: Draga, a dogue de berdeaux seventeen months old. she is like me, a gipsy around the world, strong sweet and stubborn. I want to make it.”

    4 Comments »

    30 Gennaio 2008

    a story/marta_02

    4 Comments »

    14 Gennaio 2008

    …all the fuss has been very useful…

    from dagospia: “Tell Milena Gabanelli not to go to the newstand and to avoid buying a copy of “Uomo Vogue”: she would have a fit. few weeks after the reaction provoqued by the tv program “Report”, the tzarina ‘Frana’ Sozzani has pushed the gas pedal: here is her child Francesco Carrozzini taking photographs of the art couple Paolo Canevari e Marina Abramovic; then is the turn of the boyfriend of della Sozzani, Luca Stoppini, to take shots of Calopresti.”

    16 Comments »

    12 Gennaio 2008

    the window on the courtyard

    PHOTOGRAPHY CAN BE REVOLUTIONARY, BECAUSE IT FEEDS WHISHES, AND WHISHES, BEYING SYMPTOMS OF CRISES, AND THEREFORE OF CHANGES, ARE ALWAYS REVOLUTIONARIES.
    THE WHISH, IN THESE PHOTOS OF MY, IS TO SPY IN THE LIFE OF OTHERS, WHICH IS ITSELF A METAPHORE OF THE PHOTOGARPHY: WHEN TAKING A PHOTO WE CHOOSE WHAT TO OUTLINE IN THE WORLD IN FRONT OF US. I ELECT AND THEREFORE CHOOSE. AND THE ELECTED BECOMES A PROTAGONIST OF MY PHOTOGRAPHS. LIKE THESE IMAGES, WHERE IN A COLD AND NOCTURNAL MILAN, I FIND MYSELF SPYING FROM A WINDOW ON A COURTYARD, AND WITHOUT A PLASTERED LEG, A COUPLE THAT FINDS ONLY IN THE INTIMACY THE COURAGE TO CONFESS ITS OWN SECRETS. I SPY. I OBSERVE. FROM FAR BUT ALSO FROM VERY CLOSE. I’M HERE BUT I DO NOT EXIST. “
    an article i published a year ago, but never placed on the site. i do it now. here: http://www.benedusi.it/portfolio/?Form_Album=80&Form_Photo=893

    16 Comments »

    9 Gennaio 2008

    otto e 1/2

    32 Comments »