WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archive

  • Maggio 2019
  • Gennaio 2019
  • Novembre 2018
  • Settembre 2018
  • Agosto 2018
  • Giugno 2018
  • Aprile 2018
  • Febbraio 2018
  • Gennaio 2018
  • Dicembre 2017
  • Novembre 2017
  • Settembre 2017
  • Agosto 2017
  • Luglio 2017
  • Maggio 2017
  • Aprile 2017
  • Marzo 2017
  • Febbraio 2017
  • Dicembre 2016
  • Novembre 2016
  • Ottobre 2016
  • Settembre 2016
  • Luglio 2016
  • Maggio 2016
  • Aprile 2016
  • Marzo 2016
  • Febbraio 2016
  • Gennaio 2016
  • Dicembre 2015
  • Novembre 2015
  • Ottobre 2015
  • Settembre 2015
  • Agosto 2015
  • Luglio 2015
  • Giugno 2015
  • Maggio 2015
  • Aprile 2015
  • Marzo 2015
  • Febbraio 2015
  • Gennaio 2015
  • Dicembre 2014
  • Novembre 2014
  • Ottobre 2014
  • Settembre 2014
  • Agosto 2014
  • Luglio 2014
  • Giugno 2014
  • Maggio 2014
  • Aprile 2014
  • Marzo 2014
  • Febbraio 2014
  • Gennaio 2014
  • Dicembre 2013
  • Novembre 2013
  • Ottobre 2013
  • Settembre 2013
  • Agosto 2013
  • Luglio 2013
  • Giugno 2013
  • Maggio 2013
  • Aprile 2013
  • Marzo 2013
  • Febbraio 2013
  • Gennaio 2013
  • Dicembre 2012
  • Novembre 2012
  • Ottobre 2012
  • Settembre 2012
  • Agosto 2012
  • Luglio 2012
  • Giugno 2012
  • Maggio 2012
  • Aprile 2012
  • Marzo 2012
  • Febbraio 2012
  • Gennaio 2012
  • Dicembre 2011
  • Novembre 2011
  • Ottobre 2011
  • Settembre 2011
  • Agosto 2011
  • Luglio 2011
  • Giugno 2011
  • Maggio 2011
  • Aprile 2011
  • Marzo 2011
  • Febbraio 2011
  • Gennaio 2011
  • Dicembre 2010
  • Novembre 2010
  • Ottobre 2010
  • Settembre 2010
  • Agosto 2010
  • Luglio 2010
  • Giugno 2010
  • Maggio 2010
  • Aprile 2010
  • Marzo 2010
  • Febbraio 2010
  • Gennaio 2010
  • Dicembre 2009
  • Novembre 2009
  • Ottobre 2009
  • Settembre 2009
  • Agosto 2009
  • Luglio 2009
  • Giugno 2009
  • Maggio 2009
  • Aprile 2009
  • Marzo 2009
  • Febbraio 2009
  • Gennaio 2009
  • Dicembre 2008
  • Novembre 2008
  • Ottobre 2008
  • Settembre 2008
  • Agosto 2008
  • Luglio 2008
  • Giugno 2008
  • Maggio 2008
  • Aprile 2008
  • Marzo 2008
  • Febbraio 2008
  • Gennaio 2008
  • Dicembre 2007
  • Novembre 2007
  • Ottobre 2007
  • Settembre 2007
  • Agosto 2007
  • Luglio 2007
  • Giugno 2007
  • Maggio 2007
  • Aprile 2007
  • Marzo 2007
  • Febbraio 2007
  • Gennaio 2007
  • Dicembre 2006
  • Novembre 2006
  • Ottobre 2006
  • Settembre 2006
  • Agosto 2006
  • Luglio 2006
  • Giugno 2006
  • Maggio 2006
  • Aprile 2006
  • Marzo 2006
  • Febbraio 2006
  • Gennaio 2006
  • Dicembre 2005
  • Novembre 2005
  • Ottobre 2005
  • Settembre 2005
  • Agosto 2005
  • Luglio 2005
  • Giugno 2005
  • Maggio 2005
  • Aprile 2005
  • Marzo 2005
  • Febbraio 2005
  • Gennaio 2005
  • Dicembre 2004
  • Novembre 2004
  • Ottobre 2004
  • Settembre 2004
  • Agosto 2004
  • Luglio 2004
  • Giugno 2004
  • Maggio 2004
  • Aprile 2004
  • Marzo 2004
  • Febbraio 2004
  • Gennaio 2004
  • Dicembre 2003
  • Novembre 2003
  • Ottobre 2003
  • Settembre 2003
  • Agosto 2003
  • Luglio 2003
  • Giugno 2003
  • Maggio 2003
  • Aprile 2003
  • Marzo 2003
  • 18 Giugno 2005

    berlino #02

    dopo la giornata di ieri in giro a fotografare usando come modelli gente “normale”, abbiamo fatto una seconda giornata di shooting.
    devastante.
    ok, non lavoro in miniera.
    (e poi con ‘sta cosa della miniera mi avete rotto i coglioni! ma chi cazzo è che lavora in miniera?!?! nessuno! e poi io intorno a me vedo della gran gente che non fa un beato cazzo…)
    chiusa parentesi. non lavoro in miniera, ma ci siamo fatti veramente un gran culo.
    abbiamo deciso di fotografare i nostri bei vestiti ambientandoli in una serata rock&roll. abbiamo fortunatamente trovato una band che aveva un concerto la sera.
    allora immaginate:
    -rock band di simpaticissimi irlandesi/americani ubriaconi e casinisti.
    -uno si immagina l’assistente tedesco come uno bello preciso e organizzato.
    come no! mai visto uno più stordito e cannato in vita mia. diciamo che più
    che essere l’assistente era l’assistito. mi toccava ogni tanto andare a cercarlo
    trovandolo in un angolo che si beveva una birra, fumando e tacchinando la
    la modella…
    -un ragazzo che doveva essere la nostra security: un negretto omosessuale
    (ehi! non sono già abbastanza sfighe?!) che avrebbe tanto voluto essere una delle mie modelle. passava il tempo a leggere riviste di moda e a bere birra. i suoi fidanzatini venivano da me chiedendomi di dargli il permesso di
    entrare in discoteca con lui. vi lascio immaginare l’efficenza della sicurezza…
    -i modelli: avevamo due girls e un boy. una ragazza dopo mezz’ora era completamente ubriaca: il suo unico interesse era scucirmi soldi per andare al bar a bere. l’altra ragazza era una suora protestante in un corpo da figona bionda; la sua unica preoccupazione era quella che non le si vedessero neanche un pochino pochino le tette, non dico i capezzoli, no, anche solo l’inizio della tetta. il ragazzo nonostante fosse pagato per bere, divertirsi e baciare una figa (ovviamente l’ubriaca…) non vedeva l’ora di sedersi con le braccia conserte: il suo unico obbiettivo era quello di trovare una sedia libera.
    in mezzo a questa banda di matti abbiamo scattato dal pomeriggio fino a notte. notte vuol dire che abbiamo finito lo shooting alle due e mezzo di notte. alle tre in albergo. sveglia alle quattro e mezza. del mattino, of course. bella dormita di un’ora e mezza. volo alle sei. malpensa. studio. lavoro.
    very rock!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *