WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archive

  • Gennaio 2019
  • Novembre 2018
  • Settembre 2018
  • Agosto 2018
  • Giugno 2018
  • Aprile 2018
  • Febbraio 2018
  • Gennaio 2018
  • Dicembre 2017
  • Novembre 2017
  • Settembre 2017
  • Agosto 2017
  • Luglio 2017
  • Maggio 2017
  • Aprile 2017
  • Marzo 2017
  • Febbraio 2017
  • Dicembre 2016
  • Novembre 2016
  • Ottobre 2016
  • Settembre 2016
  • Luglio 2016
  • Maggio 2016
  • Aprile 2016
  • Marzo 2016
  • Febbraio 2016
  • Gennaio 2016
  • Dicembre 2015
  • Novembre 2015
  • Ottobre 2015
  • Settembre 2015
  • Agosto 2015
  • Luglio 2015
  • Giugno 2015
  • Maggio 2015
  • Aprile 2015
  • Marzo 2015
  • Febbraio 2015
  • Gennaio 2015
  • Dicembre 2014
  • Novembre 2014
  • Ottobre 2014
  • Settembre 2014
  • Agosto 2014
  • Luglio 2014
  • Giugno 2014
  • Maggio 2014
  • Aprile 2014
  • Marzo 2014
  • Febbraio 2014
  • Gennaio 2014
  • Dicembre 2013
  • Novembre 2013
  • Ottobre 2013
  • Settembre 2013
  • Agosto 2013
  • Luglio 2013
  • Giugno 2013
  • Maggio 2013
  • Aprile 2013
  • Marzo 2013
  • Febbraio 2013
  • Gennaio 2013
  • Dicembre 2012
  • Novembre 2012
  • Ottobre 2012
  • Settembre 2012
  • Agosto 2012
  • Luglio 2012
  • Giugno 2012
  • Maggio 2012
  • Aprile 2012
  • Marzo 2012
  • Febbraio 2012
  • Gennaio 2012
  • Dicembre 2011
  • Novembre 2011
  • Ottobre 2011
  • Settembre 2011
  • Agosto 2011
  • Luglio 2011
  • Giugno 2011
  • Maggio 2011
  • Aprile 2011
  • Marzo 2011
  • Febbraio 2011
  • Gennaio 2011
  • Dicembre 2010
  • Novembre 2010
  • Ottobre 2010
  • Settembre 2010
  • Agosto 2010
  • Luglio 2010
  • Giugno 2010
  • Maggio 2010
  • Aprile 2010
  • Marzo 2010
  • Febbraio 2010
  • Gennaio 2010
  • Dicembre 2009
  • Novembre 2009
  • Ottobre 2009
  • Settembre 2009
  • Agosto 2009
  • Luglio 2009
  • Giugno 2009
  • Maggio 2009
  • Aprile 2009
  • Marzo 2009
  • Febbraio 2009
  • Gennaio 2009
  • Dicembre 2008
  • Novembre 2008
  • Ottobre 2008
  • Settembre 2008
  • Agosto 2008
  • Luglio 2008
  • Giugno 2008
  • Maggio 2008
  • Aprile 2008
  • Marzo 2008
  • Febbraio 2008
  • Gennaio 2008
  • Dicembre 2007
  • Novembre 2007
  • Ottobre 2007
  • Settembre 2007
  • Agosto 2007
  • Luglio 2007
  • Giugno 2007
  • Maggio 2007
  • Aprile 2007
  • Marzo 2007
  • Febbraio 2007
  • Gennaio 2007
  • Dicembre 2006
  • Novembre 2006
  • Ottobre 2006
  • Settembre 2006
  • Agosto 2006
  • Luglio 2006
  • Giugno 2006
  • Maggio 2006
  • Aprile 2006
  • Marzo 2006
  • Febbraio 2006
  • Gennaio 2006
  • Dicembre 2005
  • Novembre 2005
  • Ottobre 2005
  • Settembre 2005
  • Agosto 2005
  • Luglio 2005
  • Giugno 2005
  • Maggio 2005
  • Aprile 2005
  • Marzo 2005
  • Febbraio 2005
  • Gennaio 2005
  • Dicembre 2004
  • Novembre 2004
  • Ottobre 2004
  • Settembre 2004
  • Agosto 2004
  • Luglio 2004
  • Giugno 2004
  • Maggio 2004
  • Aprile 2004
  • Marzo 2004
  • Febbraio 2004
  • Gennaio 2004
  • Dicembre 2003
  • Novembre 2003
  • Ottobre 2003
  • Settembre 2003
  • Agosto 2003
  • Luglio 2003
  • Giugno 2003
  • Maggio 2003
  • Aprile 2003
  • Marzo 2003
  • 12 Marzo 2015

    IMPERIA #03

    IMG_6584

    IMG_6601

     

    Dopo il mio primo intervento sulla mia città natale, dopo il secondo, eccoci al terzo, stimolato da una simpatica letterina che un anonimo ammiratore ha voluto spedirmi a casa.

    Non sono cose belle.

    Non che non siano belle le critiche (penso possano essere comunque utili, dopo anni di blog sono abituato), quello che non è bello è che arrivino in maniera anonima (e sì che anche a questo anni di blog avrebbero dovuto abituarmi).

    Quando ho scritto il mio primo post ovviamente non pensavo potesse scatenarsi tutto questo marasma.

    Era un semplice grido di dolore per una città che, comunque, amo. E dove non è escluso passerò la vecchiaia: per puro egoismo vorrei che allora (tra un po’ di anni!) sia meglio di come la si vede oggi.

    Per l’ennesima volta ribadisco che NON voglio dare la colpa a nessuno: perché sono convinto che la colpa, in primis, sia nostra mia: non vorrei anzi che i miei sfoghi venissero confusi con lo sport del quale forse gli imperiesi sono campioni del mondo, il mugugno. Chi mugugna si lamenta, ma non fa un belino. C’è chi mugugna e chi fa: io preferisco essere nella categoria di coloro che fanno.

    Insieme alla simpatica letterina anonima ho ricevuto anche tanti attestati di stima, ma soprattutto la mia sensazione è stata di essere colui che, quasi inconsapevolmente, ha scoperchiato il vaso di Pandora.

    IMG_6597

    Schermata 2015-03-12 alle 16.48.44

     

    E quindi?

    E quindi è forse veramente l’occasione giusta per realizzare qualcosa per la città di Imperia.

    Non CONTRO la politica, ma CON la politica. Perché che le strade siano pulite, che ci siano opportunità di bellezza e creatività per tutti, che avvengano delle cose utili e pure belle, che venga valorizzato il nostro olio, eccetera eccetera…non sono cose di sinistra o di destra: sono valori che devono appartenere a tutti.

    Ci fossero dei dubbi, NO, non ho alcuna intenzione di entrare in politica: come ho detto sono refrattario anche alle assemblee di condominio.

    Quello che mi piacerebbe fare è una tavola rotonda con le persone della società civile che possono dare un contributo di idee e stimoli. Mi piacerebbe che si facesse all’interno della Palazzina Liberty, con telecamere che mandino in streaming tutto ciò che si dirà. Stefano Senardi è al mio fianco in questa iniziativa, dalla quale si vorrebbe uscisse una sorta di manifesto programmatico delle cose da fare: sarà poi compito della Politica che queste nostre idee vengano recepite e applicate.

    Stiamo facendo una lista delle persone, e ce ne sono tante, che hanno viaggiato, che conoscono il mondo, che hanno delle idee, che hanno delle visioni. Persone che abbiano un valore per la città: in questo frangente ne sto scoprendo molte.

    Chiunque voglia offrire non tanto la propria candidatura ma soprattutto le proprie competenze scriva per favore una mail a info@benedusi.it mettendo nell’oggetto IMPERIA.

    Un posto solo, in questa assemblea, è assicurato: quello di colui/colei che ha scritto la letterina anonima. La tua sedia è lì, pronta per te. Il tuo parere verrà ascoltato, perché io sono aperto a tutti, anche a chi critica: ci sarai?

     

    PS:

    non male il commento di Camilla Baresani, giornalista del Corriere della Sera e scrittrice, alla letterina anonima da me messa su Facebook: una turista in meno (autorevole!) per Imperia. Figo, eh?

    Schermata 2015-03-12 alle 17.34.29

    1. alex ha detto:

      Dài Benedusi, portagli la Colombari pure a loro, sono certo che riuscirai a cambiare la storia di Imperia!!

    2. Ettone ha detto:

      “Non CONTRO la politica, ma CON la politica. Perché che le strade siano pulite, che ci siano opportunità di bellezza e creatività per tutti, che avvengano delle cose utili e pure belle, che venga valorizzato il nostro olio, eccetera eccetera…non sono cose di sinistra o di destra: sono valori che devono appartenere a tutti.”

      apprezzo il pensiero qui sopra… dovrebbe valere per tutte le città… Da alessandrino posso dire che qui ci sono gli stessi problemi e lo stesso modo di pensare… Il famoso pensare da “mandrogno” che si lamenta, lamenta, lamenta e poi appena si fa una mostra “non ci va”, appena si fa un concerto “fa casino”, appena apre un locale “è da sfigati”, se vede cacche di cane per terra “non raccoglie quelle del suo”, che se il negozio chiude “che tristezza questa crisi”, ma se il negozio resta aperto “è un disonesto e merita di chiudere”… etc… e poi si lamenta, lamenta, lamenta ancora… E il bello è che se c’è un governo di sinistra, era meglio la destra, se c’è la destra era meglio la sinistra… insomma… SE CI SI FA MALE È SEMPRE COLPA DEL MARTELLO!

    3. Tyreal ha detto:

      Beh, dai, l’han presa bene…

    4. Marchigiano ha detto:

      il problema è…se ogni città vivesse del proprio potenziale, su cosa baserebbero le campagne elettorali i vari candidati? la politica funziona grazie a promesse non mantenute…e ci vuole sempre qualcosa da promettere, altrimenti il gioco finisce…
      P.S. forse sono arrivato tardi, ma che è questa storia della colombari?

    5. guido il camallo ha detto:

      questo però non lo ritengo giusta questa offesa …. le critiche devono essere costruttive mai offendere nessuno

    6. Matteo Oriani ha detto:

      Né richiede l’accento acuto. Più, l’accento grave. Il signor Imperia usa l’apostrofo in luogo dell’accento, probabilmente confuso dal tipo di carattere che usa, lo stampatello maiuscolo che, per consuetudine, viene usato per indicare un volume di voce alto, come fosse un urlo. Molto sgarbato, trovo. Poi, come ci insegna Giosuè Carducci, il nome di battesimo viene prima del cognome. Si deve scrivere Settimio Benedusi e non Benedusi Settimio. Le regole grammaticali e la calligrafia sono questioni delicate, molto utili per comunicare in modo corretto e rispettoso. Ci si può trovare in situazioni imbarazzanti, tipo:
      https://youtu.be/-UHOgkDbVqc

    7. Nicola ha detto:

      Caro Settimio,
      complimenti!
      ciò che hai scritto su Imperia su potrebbe estendere a vari territori della nostra Italia, se non all’Italia. Ma ritengo sia giusto partire da un punto dopo aver visto tutta la superficie.
      Ciò che dici ha, a mio avviso, a che fare col sapere chi si è. Quali sono proprie le luci ed ombre. Dobbiamo valorizzare le luci e farci forza delle nostre ombre.
      Non son ligure tanto meno d’Imperia, sia da fotografo che da guida naturalistica dico che a partire dal comune in cui vivo, passando per quelli limitrofi, tutta la provincia ed anche la regione c’è una scarsa consapevolezza di chi siè e di ciò che si ha.
      Questo è un gran problema, questa è una crisi che non porta risposte.

      Continua così. La consapevolezza non è di destra e neanche di sinistra!
      Purtroppo neanche l’ignoranza, la deficienza e l’immensa attitudine alla lamentela.

      Saluti dalla parte opposta dell’Italia.
      Nicola

    8. alberto ha detto:

      La missiva dimostra chiaramente quello che avevi scritto in precedenza: si vuole mantenere uno status quo che in realta’ status quo non e’ perche’ il tempo mostra i segni della decadenza e gli altri intanto sono andati avanti. Lo stesso avviene in tante altre realta’, senza andare troppo lontano anche il capoluogo della stessa regione – Genova – con le dovute differenze e’ affetto dalla stessa immota apatia.

    9. Giacomo ha detto:

      Seguo la vicenda di Imperia e capisco (almeno credo) bene la situazione, forse perché la mia città compete anch’essa per il titolo di campione del mondo nella specialità Mugugno (attenti perchè rischiamo di vincere).
      Ti stimo per diversi motivi:
      Perché c’ hai messo la faccia, che come hai potuto notare non è scontato; perché l’hai fatto senza cedere alla tuttologia (che oggi miete più vittime della peste bubbonica) ma sottolineando il bisogno di competenze.
      Ti stimo perché l’hai fatto senza mettere alla gogna la politica e i politici (altro sport nazionale), capri espiatori che oggi ci permettono di sentirci apposto con la coscienza.Ti stimo perché, oltre a segnalare una situazione hai anche proposto immediatamente una strada per trovare una soluzione senza dover per forza “scendere in campo” .
      Nella mia città un Settimio non c’è ma chissà che non si trovi anche noi la volontà di remare tutti nella stessa direzione.
      Per cui esprimo la mia solidarietà ed il mio augurio di buona riuscita!
      Saluti.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *