WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archive

  • Settembre 2019
  • Maggio 2019
  • Gennaio 2019
  • Novembre 2018
  • Settembre 2018
  • Agosto 2018
  • Giugno 2018
  • Aprile 2018
  • Febbraio 2018
  • Gennaio 2018
  • Dicembre 2017
  • Novembre 2017
  • Settembre 2017
  • Agosto 2017
  • Luglio 2017
  • Maggio 2017
  • Aprile 2017
  • Marzo 2017
  • Febbraio 2017
  • Dicembre 2016
  • Novembre 2016
  • Ottobre 2016
  • Settembre 2016
  • Luglio 2016
  • Maggio 2016
  • Aprile 2016
  • Marzo 2016
  • Febbraio 2016
  • Gennaio 2016
  • Dicembre 2015
  • Novembre 2015
  • Ottobre 2015
  • Settembre 2015
  • Agosto 2015
  • Luglio 2015
  • Giugno 2015
  • Maggio 2015
  • Aprile 2015
  • Marzo 2015
  • Febbraio 2015
  • Gennaio 2015
  • Dicembre 2014
  • Novembre 2014
  • Ottobre 2014
  • Settembre 2014
  • Agosto 2014
  • Luglio 2014
  • Giugno 2014
  • Maggio 2014
  • Aprile 2014
  • Marzo 2014
  • Febbraio 2014
  • Gennaio 2014
  • Dicembre 2013
  • Novembre 2013
  • Ottobre 2013
  • Settembre 2013
  • Agosto 2013
  • Luglio 2013
  • Giugno 2013
  • Maggio 2013
  • Aprile 2013
  • Marzo 2013
  • Febbraio 2013
  • Gennaio 2013
  • Dicembre 2012
  • Novembre 2012
  • Ottobre 2012
  • Settembre 2012
  • Agosto 2012
  • Luglio 2012
  • Giugno 2012
  • Maggio 2012
  • Aprile 2012
  • Marzo 2012
  • Febbraio 2012
  • Gennaio 2012
  • Dicembre 2011
  • Novembre 2011
  • Ottobre 2011
  • Settembre 2011
  • Agosto 2011
  • Luglio 2011
  • Giugno 2011
  • Maggio 2011
  • Aprile 2011
  • Marzo 2011
  • Febbraio 2011
  • Gennaio 2011
  • Dicembre 2010
  • Novembre 2010
  • Ottobre 2010
  • Settembre 2010
  • Agosto 2010
  • Luglio 2010
  • Giugno 2010
  • Maggio 2010
  • Aprile 2010
  • Marzo 2010
  • Febbraio 2010
  • Gennaio 2010
  • Dicembre 2009
  • Novembre 2009
  • Ottobre 2009
  • Settembre 2009
  • Agosto 2009
  • Luglio 2009
  • Giugno 2009
  • Maggio 2009
  • Aprile 2009
  • Marzo 2009
  • Febbraio 2009
  • Gennaio 2009
  • Dicembre 2008
  • Novembre 2008
  • Ottobre 2008
  • Settembre 2008
  • Agosto 2008
  • Luglio 2008
  • Giugno 2008
  • Maggio 2008
  • Aprile 2008
  • Marzo 2008
  • Febbraio 2008
  • Gennaio 2008
  • Dicembre 2007
  • Novembre 2007
  • Ottobre 2007
  • Settembre 2007
  • Agosto 2007
  • Luglio 2007
  • Giugno 2007
  • Maggio 2007
  • Aprile 2007
  • Marzo 2007
  • Febbraio 2007
  • Gennaio 2007
  • Dicembre 2006
  • Novembre 2006
  • Ottobre 2006
  • Settembre 2006
  • Agosto 2006
  • Luglio 2006
  • Giugno 2006
  • Maggio 2006
  • Aprile 2006
  • Marzo 2006
  • Febbraio 2006
  • Gennaio 2006
  • Dicembre 2005
  • Novembre 2005
  • Ottobre 2005
  • Settembre 2005
  • Agosto 2005
  • Luglio 2005
  • Giugno 2005
  • Maggio 2005
  • Aprile 2005
  • Marzo 2005
  • Febbraio 2005
  • Gennaio 2005
  • Dicembre 2004
  • Novembre 2004
  • Ottobre 2004
  • Settembre 2004
  • Agosto 2004
  • Luglio 2004
  • Giugno 2004
  • Maggio 2004
  • Aprile 2004
  • Marzo 2004
  • Febbraio 2004
  • Gennaio 2004
  • Dicembre 2003
  • Novembre 2003
  • Ottobre 2003
  • Settembre 2003
  • Agosto 2003
  • Luglio 2003
  • Giugno 2003
  • Maggio 2003
  • Aprile 2003
  • Marzo 2003
  • 7 Luglio 2007

    italy, bel paese

    surely when coming back from malesia to beloved italy, it is possible to find enough reasons to be fed up and wanting to run immediately away from this beautiful country
    it is possible during a stop over in rome, where one is immediately overwhelmed by the worst roman attitude, “a dottò!, by the mess, by the lack of information, by the inaccuracy, by the fact that there is at the security (i think the only place in the world), one line dedicated to those with “ulisse” or “freccia alata” VIP cards.
    these people do not queue, and they are noy checked like everybody else, it is all a triumph of invitation letters, of pranks and manouvreurs who do not give a fuck of the queue and fuck their own businness.
    I also have the “ulisse” card (it is not exactly the VIP, it is for the wanna be VIP, but not there yet) and i also jumped the queue but i don’t find it fair.
    but we could all bear this (especially those like me who didn’t have to sit in the queue like the other idiots….), but once sitting on the plane one starts reading the newspaper, this is the time to be on guard:
    one reads that ENI, short for NATIONAL HYDROCARBONS AGENCY, took a fantastic decision.
    this one:http://www.repubblica.it/2007/07/sezioni/ambiente/cravatte-eni/cravatte-eni/cravatte-eni.htmlto help the planet to fight pollution and global warming, will allow its emplyees not to wear a tie at the office, so that the level of the airconditioners can be kept lower.
    Well, let me understand, the largest oil industry in italy fights pollution letting their employees take away their ties?!?
    are ties the danger and the cause for pollution in the world?!?
    think about the producers of ties north of milan, suddenly finding themselves guilty of all disasters in the planet : if they knew before they would have opened a nice petrol pump….

    1. Marco ha detto:

      Sorry… c’è chi sta peggio.
      Per quanto mi riguarda, ieri dovevo tornare da Crotone (ero da un cliente, che, guarda caso, fa anche impianti per Eni!) a Bologna.
      Prima bella notizia: volo annullato! Motivo non chiaro, comunque tant’è.
      Dirotto sul treno! Pazzia pura…
      Il programma di viaggio prevedeva 4 treni:
      1.Crotone-Catanzaro
      2.Catanzaro-Lamezia Terme
      3.Lamezia Terme-Roma
      4.Roma-Bologna
      I primi due treni, che fermavano a tutte le stazioni (e mi hanno dato l’idea di fare anche qualche fermata ai passaggi a livello…), sono stati gli unici puntuali!
      Quello da Lamezia a Roma sembrava una barzelletta. Era un “Intercity Plus”. Non so cosa significhi esattamente “plus”. Forse il fatto che i pirla come me che pagano un biglietto di prima classe poi sono costretti a viaggiare in seconda (visto che la prima era già piena di gente che aveva il biglietto per la seconda!). Oppure che non c’è un sedile decente. Oppure ancora che arriva con 40 minuti di ritardo, quel tanto che basta per farti saltare la coincidenza (termine perfetto, per quanto riguarda trenitalia: riuscire a rispettarne una è proprio una coincidenza fortuita!).
      E così, dopo una bella fila in stazione a Roma per farsi cambiare il biglietto per il treno successivo, sono partito alla volta di Bologna, su un Eurostar, ovviamente in ritardo! Ma solo di dieci minuti: perché lamentarsi?
      E così, spendendo più che per un volo che mi avrebbe portato in meno di 2 ore a casa, ho fatto un viaggio di più di 13 ore… Grazie, trenitalia!

    2. Marco ha detto:

      Sorry… c’è chi sta peggio.
      Per quanto mi riguarda, ieri dovevo tornare da Crotone (ero da un cliente, che, guarda caso, fa anche impianti per Eni!) a Bologna.
      Prima bella notizia: volo annullato! Motivo non chiaro, comunque tant’è.
      Dirotto sul treno! Pazzia pura…
      Il programma di viaggio prevedeva 4 treni:
      1.Crotone-Catanzaro
      2.Catanzaro-Lamezia Terme
      3.Lamezia Terme-Roma
      4.Roma-Bologna
      I primi due treni, che fermavano a tutte le stazioni (e mi hanno dato l’idea di fare anche qualche fermata ai passaggi a livello…), sono stati gli unici puntuali!
      Quello da Lamezia a Roma sembrava una barzelletta. Era un “Intercity Plus”. Non so cosa significhi esattamente “plus”. Forse il fatto che i pirla come me che pagano un biglietto di prima classe poi sono costretti a viaggiare in seconda (visto che la prima era già piena di gente che aveva il biglietto per la seconda!). Oppure che non c’è un sedile decente. Oppure ancora che arriva con 40 minuti di ritardo, quel tanto che basta per farti saltare la coincidenza (termine perfetto, per quanto riguarda trenitalia: riuscire a rispettarne una è proprio una coincidenza fortuita!).
      E così, dopo una bella fila in stazione a Roma per farsi cambiare il biglietto per il treno successivo, sono partito alla volta di Bologna, su un Eurostar, ovviamente in ritardo! Ma solo di dieci minuti: perché lamentarsi?
      E così, spendendo più che per un volo che mi avrebbe portato in meno di 2 ore a casa, ho fatto un viaggio di più di 13 ore… Grazie, trenitalia!

    3. Marco ha detto:

      Sorry… c’è chi sta peggio.
      Per quanto mi riguarda, ieri dovevo tornare da Crotone (ero da un cliente, che, guarda caso, fa anche impianti per Eni!) a Bologna.
      Prima bella notizia: volo annullato! Motivo non chiaro, comunque tant’è.
      Dirotto sul treno! Pazzia pura…
      Il programma di viaggio prevedeva 4 treni:
      1.Crotone-Catanzaro
      2.Catanzaro-Lamezia Terme
      3.Lamezia Terme-Roma
      4.Roma-Bologna
      I primi due treni, che fermavano a tutte le stazioni (e mi hanno dato l’idea di fare anche qualche fermata ai passaggi a livello…), sono stati gli unici puntuali!
      Quello da Lamezia a Roma sembrava una barzelletta. Era un “Intercity Plus”. Non so cosa significhi esattamente “plus”. Forse il fatto che i pirla come me che pagano un biglietto di prima classe poi sono costretti a viaggiare in seconda (visto che la prima era già piena di gente che aveva il biglietto per la seconda!). Oppure che non c’è un sedile decente. Oppure ancora che arriva con 40 minuti di ritardo, quel tanto che basta per farti saltare la coincidenza (termine perfetto, per quanto riguarda trenitalia: riuscire a rispettarne una è proprio una coincidenza fortuita!).
      E così, dopo una bella fila in stazione a Roma per farsi cambiare il biglietto per il treno successivo, sono partito alla volta di Bologna, su un Eurostar, ovviamente in ritardo! Ma solo di dieci minuti: perché lamentarsi?
      E così, spendendo più che per un volo che mi avrebbe portato in meno di 2 ore a casa, ho fatto un viaggio di più di 13 ore… Grazie, trenitalia!

    4. Marco ha detto:

      Sorry… c’è chi sta peggio.
      Per quanto mi riguarda, ieri dovevo tornare da Crotone (ero da un cliente, che, guarda caso, fa anche impianti per Eni!) a Bologna.
      Prima bella notizia: volo annullato! Motivo non chiaro, comunque tant’è.
      Dirotto sul treno! Pazzia pura…
      Il programma di viaggio prevedeva 4 treni:
      1.Crotone-Catanzaro
      2.Catanzaro-Lamezia Terme
      3.Lamezia Terme-Roma
      4.Roma-Bologna
      I primi due treni, che fermavano a tutte le stazioni (e mi hanno dato l’idea di fare anche qualche fermata ai passaggi a livello…), sono stati gli unici puntuali!
      Quello da Lamezia a Roma sembrava una barzelletta. Era un “Intercity Plus”. Non so cosa significhi esattamente “plus”. Forse il fatto che i pirla come me che pagano un biglietto di prima classe poi sono costretti a viaggiare in seconda (visto che la prima era già piena di gente che aveva il biglietto per la seconda!). Oppure che non c’è un sedile decente. Oppure ancora che arriva con 40 minuti di ritardo, quel tanto che basta per farti saltare la coincidenza (termine perfetto, per quanto riguarda trenitalia: riuscire a rispettarne una è proprio una coincidenza fortuita!).
      E così, dopo una bella fila in stazione a Roma per farsi cambiare il biglietto per il treno successivo, sono partito alla volta di Bologna, su un Eurostar, ovviamente in ritardo! Ma solo di dieci minuti: perché lamentarsi?
      E così, spendendo più che per un volo che mi avrebbe portato in meno di 2 ore a casa, ho fatto un viaggio di più di 13 ore… Grazie, trenitalia!

    5. pierpa ha detto:

      Hai perfettamente ragione. Non è un caso se sul Sole di venerdì scorso (forse eri ancora in viaggio), sulla prima pagina campeggiava la sarcastica lettera di un produttore di cravatte, ormai irrimediabilmente convinto di essere la causa di del global warming.
      A presto

    6. pierpa ha detto:

      Hai perfettamente ragione. Non è un caso se sul Sole di venerdì scorso (forse eri ancora in viaggio), sulla prima pagina campeggiava la sarcastica lettera di un produttore di cravatte, ormai irrimediabilmente convinto di essere la causa di del global warming.
      A presto

    7. pierpa ha detto:

      Hai perfettamente ragione. Non è un caso se sul Sole di venerdì scorso (forse eri ancora in viaggio), sulla prima pagina campeggiava la sarcastica lettera di un produttore di cravatte, ormai irrimediabilmente convinto di essere la causa di del global warming.
      A presto

    8. pierpa ha detto:

      Hai perfettamente ragione. Non è un caso se sul Sole di venerdì scorso (forse eri ancora in viaggio), sulla prima pagina campeggiava la sarcastica lettera di un produttore di cravatte, ormai irrimediabilmente convinto di essere la causa di del global warming.
      A presto

    9. dadevoti ha detto:

      C’è sempre chi sta peggio. Io, per esempio, sto a Udine (non ridete) senza una speranza di lavoro e ne di viaggiare.

      😐

    10. dadevoti ha detto:

      C’è sempre chi sta peggio. Io, per esempio, sto a Udine (non ridete) senza una speranza di lavoro e ne di viaggiare.

      😐

    11. dadevoti ha detto:

      C’è sempre chi sta peggio. Io, per esempio, sto a Udine (non ridete) senza una speranza di lavoro e ne di viaggiare.

      😐

    12. dadevoti ha detto:

      C’è sempre chi sta peggio. Io, per esempio, sto a Udine (non ridete) senza una speranza di lavoro e ne di viaggiare.

      😐

    13. maurizio ha detto:

      eheh…bentornato in italia!

    14. maurizio ha detto:

      eheh…bentornato in italia!

    15. maurizio ha detto:

      eheh…bentornato in italia!

    16. maurizio ha detto:

      eheh…bentornato in italia!

    17. @marco ha detto:

      buon lavoro.adesso che presumo avrai un’altro hard disk pieno di foto compresse da processare..

    18. @marco ha detto:

      buon lavoro.adesso che presumo avrai un’altro hard disk pieno di foto compresse da processare..

    19. @marco ha detto:

      buon lavoro.adesso che presumo avrai un’altro hard disk pieno di foto compresse da processare..

    20. @marco ha detto:

      buon lavoro.adesso che presumo avrai un’altro hard disk pieno di foto compresse da processare..

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *