WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archive

  • Settembre 2019
  • Maggio 2019
  • Gennaio 2019
  • Novembre 2018
  • Settembre 2018
  • Agosto 2018
  • Giugno 2018
  • Aprile 2018
  • Febbraio 2018
  • Gennaio 2018
  • Dicembre 2017
  • Novembre 2017
  • Settembre 2017
  • Agosto 2017
  • Luglio 2017
  • Maggio 2017
  • Aprile 2017
  • Marzo 2017
  • Febbraio 2017
  • Dicembre 2016
  • Novembre 2016
  • Ottobre 2016
  • Settembre 2016
  • Luglio 2016
  • Maggio 2016
  • Aprile 2016
  • Marzo 2016
  • Febbraio 2016
  • Gennaio 2016
  • Dicembre 2015
  • Novembre 2015
  • Ottobre 2015
  • Settembre 2015
  • Agosto 2015
  • Luglio 2015
  • Giugno 2015
  • Maggio 2015
  • Aprile 2015
  • Marzo 2015
  • Febbraio 2015
  • Gennaio 2015
  • Dicembre 2014
  • Novembre 2014
  • Ottobre 2014
  • Settembre 2014
  • Agosto 2014
  • Luglio 2014
  • Giugno 2014
  • Maggio 2014
  • Aprile 2014
  • Marzo 2014
  • Febbraio 2014
  • Gennaio 2014
  • Dicembre 2013
  • Novembre 2013
  • Ottobre 2013
  • Settembre 2013
  • Agosto 2013
  • Luglio 2013
  • Giugno 2013
  • Maggio 2013
  • Aprile 2013
  • Marzo 2013
  • Febbraio 2013
  • Gennaio 2013
  • Dicembre 2012
  • Novembre 2012
  • Ottobre 2012
  • Settembre 2012
  • Agosto 2012
  • Luglio 2012
  • Giugno 2012
  • Maggio 2012
  • Aprile 2012
  • Marzo 2012
  • Febbraio 2012
  • Gennaio 2012
  • Dicembre 2011
  • Novembre 2011
  • Ottobre 2011
  • Settembre 2011
  • Agosto 2011
  • Luglio 2011
  • Giugno 2011
  • Maggio 2011
  • Aprile 2011
  • Marzo 2011
  • Febbraio 2011
  • Gennaio 2011
  • Dicembre 2010
  • Novembre 2010
  • Ottobre 2010
  • Settembre 2010
  • Agosto 2010
  • Luglio 2010
  • Giugno 2010
  • Maggio 2010
  • Aprile 2010
  • Marzo 2010
  • Febbraio 2010
  • Gennaio 2010
  • Dicembre 2009
  • Novembre 2009
  • Ottobre 2009
  • Settembre 2009
  • Agosto 2009
  • Luglio 2009
  • Giugno 2009
  • Maggio 2009
  • Aprile 2009
  • Marzo 2009
  • Febbraio 2009
  • Gennaio 2009
  • Dicembre 2008
  • Novembre 2008
  • Ottobre 2008
  • Settembre 2008
  • Agosto 2008
  • Luglio 2008
  • Giugno 2008
  • Maggio 2008
  • Aprile 2008
  • Marzo 2008
  • Febbraio 2008
  • Gennaio 2008
  • Dicembre 2007
  • Novembre 2007
  • Ottobre 2007
  • Settembre 2007
  • Agosto 2007
  • Luglio 2007
  • Giugno 2007
  • Maggio 2007
  • Aprile 2007
  • Marzo 2007
  • Febbraio 2007
  • Gennaio 2007
  • Dicembre 2006
  • Novembre 2006
  • Ottobre 2006
  • Settembre 2006
  • Agosto 2006
  • Luglio 2006
  • Giugno 2006
  • Maggio 2006
  • Aprile 2006
  • Marzo 2006
  • Febbraio 2006
  • Gennaio 2006
  • Dicembre 2005
  • Novembre 2005
  • Ottobre 2005
  • Settembre 2005
  • Agosto 2005
  • Luglio 2005
  • Giugno 2005
  • Maggio 2005
  • Aprile 2005
  • Marzo 2005
  • Febbraio 2005
  • Gennaio 2005
  • Dicembre 2004
  • Novembre 2004
  • Ottobre 2004
  • Settembre 2004
  • Agosto 2004
  • Luglio 2004
  • Giugno 2004
  • Maggio 2004
  • Aprile 2004
  • Marzo 2004
  • Febbraio 2004
  • Gennaio 2004
  • Dicembre 2003
  • Novembre 2003
  • Ottobre 2003
  • Settembre 2003
  • Agosto 2003
  • Luglio 2003
  • Giugno 2003
  • Maggio 2003
  • Aprile 2003
  • Marzo 2003
  • 19 Ottobre 2009

    SI’, VIAGGIARE

    valigia

    I packed my bags and left, yet another time, to shoot in south africa.

    I would like, I think I’ve never done it before, to give a few pointers for travelers:

    < class=Bullet>•   The best luggage, in my opinion, is samsonite. But there is a slight problem: everybody has one. I therefore would suggest you to buy it in an unusual colour (not black!) and do something I’ve been doing for years: write your own surname nice and big on each side. So to hope that you reduce the amount of loss or theft. Always attach the tag with your name and surname. Hold onto scrupulously the ticket they give you at the check in. If you have many pieces of luggage do not try remember the look, but remember how many: if at departure there were five, five they must be at arrival.

    •   When you are packing your luggage find out exactly what is the climate of the place in which you are going. It’s not enough that you know if it is hot/cold. There are places where it is always hot (maldives), there are places where it is hot during the day and cold during the night (desert), there are places where it is very windy (cape town!)… and therefore clothing must be packed accordingly

    •   A while ago before leaving one would exchange money, from lira to the foreign exchange: forget about it. First of all there are cash machines all over the world (where they call them ATM) where you can withdraw the foreign exchange, exactly like in italy. Besides that the euro is now used as an exchange value of reference more than the dollar, therefore you can also pay in euro almost everywhere in the world

    •   Ok, it would seem a little yappy, but believe me: try to fly in business. Nowadays the price difference with economy is not exorbitant.

    •   Not all airlines are the same, and the difference in the way you are treated can be enormous: if you have more options look up on the internet for comments and choose the best

    •   The air fare is probably the most complicated thing man has ever invented. The person sitting right next to you might have payed half, or double, compared to you, even though he’s flying exactly like you. With that wonderful invention that is the internet (and it is especially for the travel business…) look for the best fares, also by trying to pick the perfect day and hours in the best way: maybe a flight leaving the day after costs half the day you chose

    •   Do not start clapping when the plane lands. Ok, I know, you don’t do it, but tell the others not to do it. Many people still do it. Besides the fact that it is creepy, the pilot is behind a bullet proof door, and he will never hear that applause…

    •   Try not to stand up as soon as the plane lands. I wonder why is it that when the plane touches down everyone stands up to run out: stay calm damn it! It’s going to be a while before they open those doors! Besides if it is a shitty airport (as it happens very often) and you have to catch a bus to get to the terminal, the last one to get off the plane will get off first from the bus…

    •   All airport taxi drivers are out to get you, they even do it in milan! Imagine I don’t know, in rio de janeiro…try find out before what is the tariff of airport transfers: otherwise you might risk paying the taxi ride more that the flight…

    •   Avoid buying bullshit. During souvenir shopping exists the very precise rule of distance: the more you are distant from your house the more these objects seem beautiful. The tribal mask which you thought while in the village that it might look real good in your home in milan will effectively look like shit once it is there.

    •   Avoid taking photographs and videos constantly: ok, now with the digital era they don’t cost a thing, therefore everyone photographs everything. You have to live the place, not photograph them and film them!

    •   If you want to eat good and healthy forget about the “typical local trattoria”: they only barely exist in small towns out in the italian country side, just to make an example, there are no “typical local trattoria” in brazil and maybe there have never been. Instead there are (including brazil!) bio/natural/organic restaurants everywhere in the world: go there

    •   ………….

    Now if you don’t mind this is it, one of the rules are to go to bed early to sleep… I will try to continue another time…

    I am a little bit disappointed to have engaged in writing the list of the good traveller, avoiding telling you what I’ve done during these days in cape town: I would have some things to tell you!

    I can though just tell you meanwhile what has happened in italy: the cover page I did with melissa satta for panorama is out now

    Here below is the cover, and two images taken by daria longinotti.

    Have a great week!

    panorama

    melissa_back_01

    melissa_back_02

    1. rossano ha detto:

      evitando le buche piu’ dure………..(lL.B) che non e’ pero’ lodo berlusconi !!!!

    2. Marco Maroni ha detto:

      grazie zio 😉

    3. Antonio ha detto:

      Già…gli applausi all’atterraggio…pessimi. 🙁

    4. AleunamE ha detto:

      Un pò fighetto borghese lo sei quando scrivi “cercate di viaggiare in business, ormai la differenza di prezzo con l’economica non è pazzesca”

    5. roberto ha detto:

      una cosa interessante sarebbe leggere delle vicissitudini del bagaglio a mano (leggi attrezzatura fotografica) del popolino non da business…in business ci porti che vuoi ti leccano pure il culo, ma ad esempio se viaggi un Lufthansa devi inventarti dei trucchi beceri perchè non ti fanno superare i 5kg manco a piangere in turco…e un trolly della pelikan pesa vuoto 4 kg….
      Io [popolino] ho budget per viaggiare in economy e quindi me ne batto un pò la balle se portare il cachemirino o il wind stop….sono sempre assillato dalla menata dell’attrezzatura anche se oramai sono diventato un esperto nel “ti fotto al chek in”…

      ciao

    6. Annamaria Piscopo ha detto:

      verissimo… !!!
      odio quando fanno fotografie a monumenti,chiese e paesaggi….
      a parte che :di lì ad un mese nn ricorderai nè il Nome, ne la via in cui l’hai scattata, e poi con la velocità di internet fai prima a vederla sul pc che andarla a cercare nei portafoto.

    7. paolo ha detto:

      Quella della maschera tribale è geniale…
      Salutami Bobby on the beat!

    8. Roberto ha detto:

      Sta cazzo di mania che su internet tutto costa meno, e la tariffa aerea più conveniente me le trovo da solo.
      E nel Business dei viaggi il web ci fotte alla grande, senza che nemmeno ce ne accorgiamo, alberghi e compagnie aeree che non avremmo mai utilizzato ce le propinano in Last Minute. Mio cugino l’ha trovato su internet a metà prezzo. Ma a metà di cosa. Quando una cosa lampeggia non vuol dire che costa un poco, vuol solo dire che lampeggia.
      Buonanotte.

    9. alan ha detto:

      foto bellissima..complimento Settimio.. a parte questo.. direi rivista Berlusconiana completamente in linea con i tempi.. culi, tette e ballerine ; se una rivista di informzione e politca (propaganda) deve ricorrere alle donnine nude per vendere copie ( magari fossero quelle di Panaroma degli anni 80′).. credo che il giornalismo di regime sia proprio alla frutta !

    10. Mirko Merchiori ha detto:

      Cose con le quali mi trovo d’accordo: l’applauso, la ricerca della tariffa più conveniente, non effettuare cambio di valuta (dipende, però, sempre dalla destinazione), alzarsi all’atterraggio, taxi, info sul meteo e shopping etno-compulsivo.

      Cose con le quali non mi trovo d’accordo: le altre.

      Sono d’accordo con AleunamE: in questo post c’è molto fighettismo borghese…

    11. settimio ha detto:

      per mirko e aleuname: che io sia un fighetto borgese non ci sono dubbi. vi assicuro però che la questione della business class non è (solo…) dettata dal mio figettume. come ad esempio dice roberto in economica non ti fanno portare un cazzo (ne’ in cabina, ne’ in stiva) e quindi succede (è successo!) che uno paghi due lire di biglietto e poi vada a pagare un botto di overweight.
      e poi veramente, si trovano biglietti in business a prezzi assolutamente non esorbitanti.

      c’è solo un problema: che una volta che la provi non torni più indietro… (ok, sono un fighetto borghese che compra l’internazionale: il peggio)

    12. Mitck ha detto:

      Hai scordato di menzionare che appena l’aereo tocca terra e l’assistente di volo annuncia di restare seduti con le cinture allacciate e di non accendere i cellulari, in quel preciso istante la lingua dell’hostes diventa incompresibile………ed è un tripudio di sunerie varie che annunciano…..eccomi sono nuovamente collegato con il mondo…..vediamo se qualch’uno mi ha cercato in questi 40 minuti di volo MI-RO, non si sa mai che nel frattempo sia scoppiata la 3 guerra mondiale ed io non lo sappia ancora. Finitela di telefonarvi per dirvi un mucchio di cazzate.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *