WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archive

  • Maggio 2019
  • Gennaio 2019
  • Novembre 2018
  • Settembre 2018
  • Agosto 2018
  • Giugno 2018
  • Aprile 2018
  • Febbraio 2018
  • Gennaio 2018
  • Dicembre 2017
  • Novembre 2017
  • Settembre 2017
  • Agosto 2017
  • Luglio 2017
  • Maggio 2017
  • Aprile 2017
  • Marzo 2017
  • Febbraio 2017
  • Dicembre 2016
  • Novembre 2016
  • Ottobre 2016
  • Settembre 2016
  • Luglio 2016
  • Maggio 2016
  • Aprile 2016
  • Marzo 2016
  • Febbraio 2016
  • Gennaio 2016
  • Dicembre 2015
  • Novembre 2015
  • Ottobre 2015
  • Settembre 2015
  • Agosto 2015
  • Luglio 2015
  • Giugno 2015
  • Maggio 2015
  • Aprile 2015
  • Marzo 2015
  • Febbraio 2015
  • Gennaio 2015
  • Dicembre 2014
  • Novembre 2014
  • Ottobre 2014
  • Settembre 2014
  • Agosto 2014
  • Luglio 2014
  • Giugno 2014
  • Maggio 2014
  • Aprile 2014
  • Marzo 2014
  • Febbraio 2014
  • Gennaio 2014
  • Dicembre 2013
  • Novembre 2013
  • Ottobre 2013
  • Settembre 2013
  • Agosto 2013
  • Luglio 2013
  • Giugno 2013
  • Maggio 2013
  • Aprile 2013
  • Marzo 2013
  • Febbraio 2013
  • Gennaio 2013
  • Dicembre 2012
  • Novembre 2012
  • Ottobre 2012
  • Settembre 2012
  • Agosto 2012
  • Luglio 2012
  • Giugno 2012
  • Maggio 2012
  • Aprile 2012
  • Marzo 2012
  • Febbraio 2012
  • Gennaio 2012
  • Dicembre 2011
  • Novembre 2011
  • Ottobre 2011
  • Settembre 2011
  • Agosto 2011
  • Luglio 2011
  • Giugno 2011
  • Maggio 2011
  • Aprile 2011
  • Marzo 2011
  • Febbraio 2011
  • Gennaio 2011
  • Dicembre 2010
  • Novembre 2010
  • Ottobre 2010
  • Settembre 2010
  • Agosto 2010
  • Luglio 2010
  • Giugno 2010
  • Maggio 2010
  • Aprile 2010
  • Marzo 2010
  • Febbraio 2010
  • Gennaio 2010
  • Dicembre 2009
  • Novembre 2009
  • Ottobre 2009
  • Settembre 2009
  • Agosto 2009
  • Luglio 2009
  • Giugno 2009
  • Maggio 2009
  • Aprile 2009
  • Marzo 2009
  • Febbraio 2009
  • Gennaio 2009
  • Dicembre 2008
  • Novembre 2008
  • Ottobre 2008
  • Settembre 2008
  • Agosto 2008
  • Luglio 2008
  • Giugno 2008
  • Maggio 2008
  • Aprile 2008
  • Marzo 2008
  • Febbraio 2008
  • Gennaio 2008
  • Dicembre 2007
  • Novembre 2007
  • Ottobre 2007
  • Settembre 2007
  • Agosto 2007
  • Luglio 2007
  • Giugno 2007
  • Maggio 2007
  • Aprile 2007
  • Marzo 2007
  • Febbraio 2007
  • Gennaio 2007
  • Dicembre 2006
  • Novembre 2006
  • Ottobre 2006
  • Settembre 2006
  • Agosto 2006
  • Luglio 2006
  • Giugno 2006
  • Maggio 2006
  • Aprile 2006
  • Marzo 2006
  • Febbraio 2006
  • Gennaio 2006
  • Dicembre 2005
  • Novembre 2005
  • Ottobre 2005
  • Settembre 2005
  • Agosto 2005
  • Luglio 2005
  • Giugno 2005
  • Maggio 2005
  • Aprile 2005
  • Marzo 2005
  • Febbraio 2005
  • Gennaio 2005
  • Dicembre 2004
  • Novembre 2004
  • Ottobre 2004
  • Settembre 2004
  • Agosto 2004
  • Luglio 2004
  • Giugno 2004
  • Maggio 2004
  • Aprile 2004
  • Marzo 2004
  • Febbraio 2004
  • Gennaio 2004
  • Dicembre 2003
  • Novembre 2003
  • Ottobre 2003
  • Settembre 2003
  • Agosto 2003
  • Luglio 2003
  • Giugno 2003
  • Maggio 2003
  • Aprile 2003
  • Marzo 2003
  • 20 Giugno 2012

    SPORTWEEK DREAMS #01: ELISABETTA CANALIS

    “Settimio, but what is she like?!?” never has a character aroused so much curiosity amongst my friends and acquaintances as Elisabetta Canalis did! There is no doubt that Elisabetta’s ability and online presence are incredibly strong. Since we left it had been an interrupted panhandle of photographs, autographs and all else.

    Once arrived at our resort we were required to hire a bodyguard day and night attacks. (who knows why but our adventures always end up the Italian way, a cross between Alberto Sordi and Amici Miei: amidst the chaos of the production none of us, certainly not me nor Elisabetta, understood that the man that was always following us was the bodyguard! I thought he was just another fan! A bit eccentric, he was wearing a uniform, but still a fan! And also a great pain in the ass, because every time we ran into each other he was asking, disheartened and a bit anxious: “perdona segnor, onde sta la segnorita Elisabetta?!” I invariably pointed to the exact opposite direction from where she was…  )

    Anyways, going back to the post’s incipit, Elisabetta Canalis, ELI for the friends, is a great girl. I supposed if I may say that expression which I assume women don’t like very much is that she has got balls. A very determined person, who knows to make decisions with quick reflexes to do what is right, and does so with tenacity. In this I found her very clever. She is also charming and a loud one. Ok, shall I say it?!? I’ll say it: a bit of a tomboy! And to me, I’m sincere, I liked it a lot!

    However let’s start from the beginning: from Milan we left for Santo Domingo. Elisabetta, sitting on the plane, gives a last check to his followers on twitter:

    We arrive at night and we immediately “rev the engines” taking a few shots on the beach:

    The morning after we began working, thanks to the time zone, which made us all wake up at five o’clock in the morning. Elisabetta immediately causes commotion with Niky, the hair and make up artist (told you she is a tomboy!)

    We go shooting, also to be more quiet, at Saona island, which is very beautiful. Here we are location bounded by boat:

    With a considerable time leap, finally here is the work, directly from the pages of SPORTWEEK:

    Between one day and the another we also had a chat with our friend Vic on Radio Deejay:

    Elisabetta Canalis from Santo Domingo

    I also made a video, were I had so much fun watching Elisabetta have fun in the water, far away from fake sensuality but perhaps closer to her true nature (did I say that already?!? She is a charming loud one!  ):

    Not to let us miss anything we also made a backstage video, made by Pasquale Ettorre:

    And a few backstage photographs, made by Daria Longinotti:

    Here, I’d say that’s all. Actually no, the interview we made with Elisabetta is missing, under the rain on the last day. But this last thing I am going to keep it for another time.

    While we were doing the interview they took a photo, this one, which I like, because of the naughty little girl expression she has:

    Here, I would say that is all.

    In the next posts I will write about the other editorials, done with the conventional models. But I would like to do next what is normally done in the end: the thanks.

    A job like Sportweek is a tricky business, of which you only see the tip of the iceberg, which began months before the week of shooting and ends the day its out on the shelves. This would have not been possible without a small but tough team:

    –  Andrea Monti, the big chief, director of the Gazzetta dello Sport. From above he sees and from above he commands. Simply without him this would not have happened. Thank you!

    –  Matteo Dore, the director of Sportweek. With a rare sensitivity and grace he came into an area that is not his, bringing intelligence and rationality, there where very often is lacking. (and let me say that it has never happened to me to have an editorial of mine entitled after a comedy by William Shakespeare!) thank you!

    –  Elisabetta Canalis, the guest star. She jumped on board with enthusiasm on a project which she lived as if it was her own from the start, bringing not only her beauty (certainly not a rare commodity) but also her intelligence (very rare commodity). Thank you!

    –  Daria Longinotti, my producer. The amazing energy with which Daria jumps on every job and on this one above all. When we’d be dragging ourselves off to bed at three in the morning, she would still be in the “office” sending mails, facebooking, twitting, blogging and who knows what else. Thank you!

    –  Luca Stefanelli, the stylist. His good humour, his joy (WELL DONE!) combined with good taste and experience it is a complete joy to work with him. Thank you!

    –  Niky Epifanio, the hair and make up. It was not simply a great “hair&makeup”, it was a person who, as Elisabetta, believed from the very first time in this project with incredible enthusiasm making sure that everything happened as well as it did: thank you!

    –  Pasquale Ettorre, my first assistant and video maker. You lot out there who think that the assistant on a job like this a walk in the park; going to the Caribbean surrounded by beautiful women. Ok, keep on thinking that.. In reality is very different! Its a war. From which you not only have to come back alive but perhaps with a medal. Pasquale didn’t only come back alive and kicking, but also with the medal! Well done Pasquale. Thank you!

    –  Rossano Salamon, second assistant. A friend of mine, Paola, once said that Rossano is to me as Lancelot was to King Arthur.  and perhaps its true. Always attentive to my every need and requirement. I love you, Rossano. Thank you!

    –  Sandro Rosselli, second video maker: he came into a madhouse without flinching. Thank you!

    Here, I’d say that this is really all: to the cry of “TUTTO E’ BENE CIO’ CHE FINISCE DUSI” I conclude it here!

    1. r.s. ha detto:

      Ginevra come sta’ ? ahahah

    2. paolo ha detto:

      dai la frase ” Eli per gli amici” fa un po ridere…..

    3. MASSIMO ha detto:

      la canalis, per me è una delle donne più belle del mondo! Tutta naturale, è bella tutta…occhi, naso, bocca, corpo tutto fantastico eppoi ha quello sguardo che ti trafigge l’anima! L’adoro.

    4. Luca ha detto:

      Benedius non è solo un gran fotografo, è un grande. Grazie a te.L

    5. r.s. ha detto:

      un grazie a te e un altro a tutto il team “se mi lasci non vale ” 🙂

    6. Paolo ha detto:

      come si dice: vedi la canalis e muori cmq belle foto

    7. Diamante ha detto:

      Elisabetta Canalis? una Donna Donna, forse un po maschiaccio ma con due testicoli nel cervello quadrati che se ne infischia dei giudizi altrui, perche’ son solo un LORO problema e non suo e che vive la vita che vuol vivere rispondendone solo a se stessa. Bacio Eli

    8. katy ha detto:

      Daccordissimo su quanto detto da Benedusi sulla Canalis, ed aggiungerei una persona vera in un mondo di gente che pensa piu’ alla facciata che a vivere veramente, lei vive come vuole vivere fregandosene dei giudizi altrui, ci vuole coraggio per essere così-

    9. mara ha detto:

      Sono sincera io benedusi prima che fotografasse la canalis non lo conoscevo, trovo che sia un genio della fotografia. Ha fatto delle riprese bellissime ma anche particolarissime.

    10. giulio ha detto:

      ragazzi che schianto la canalis!!!!!!!!!! benedusi very good!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *