WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archive

  • Settembre 2019
  • Maggio 2019
  • Gennaio 2019
  • Novembre 2018
  • Settembre 2018
  • Agosto 2018
  • Giugno 2018
  • Aprile 2018
  • Febbraio 2018
  • Gennaio 2018
  • Dicembre 2017
  • Novembre 2017
  • Settembre 2017
  • Agosto 2017
  • Luglio 2017
  • Maggio 2017
  • Aprile 2017
  • Marzo 2017
  • Febbraio 2017
  • Dicembre 2016
  • Novembre 2016
  • Ottobre 2016
  • Settembre 2016
  • Luglio 2016
  • Maggio 2016
  • Aprile 2016
  • Marzo 2016
  • Febbraio 2016
  • Gennaio 2016
  • Dicembre 2015
  • Novembre 2015
  • Ottobre 2015
  • Settembre 2015
  • Agosto 2015
  • Luglio 2015
  • Giugno 2015
  • Maggio 2015
  • Aprile 2015
  • Marzo 2015
  • Febbraio 2015
  • Gennaio 2015
  • Dicembre 2014
  • Novembre 2014
  • Ottobre 2014
  • Settembre 2014
  • Agosto 2014
  • Luglio 2014
  • Giugno 2014
  • Maggio 2014
  • Aprile 2014
  • Marzo 2014
  • Febbraio 2014
  • Gennaio 2014
  • Dicembre 2013
  • Novembre 2013
  • Ottobre 2013
  • Settembre 2013
  • Agosto 2013
  • Luglio 2013
  • Giugno 2013
  • Maggio 2013
  • Aprile 2013
  • Marzo 2013
  • Febbraio 2013
  • Gennaio 2013
  • Dicembre 2012
  • Novembre 2012
  • Ottobre 2012
  • Settembre 2012
  • Agosto 2012
  • Luglio 2012
  • Giugno 2012
  • Maggio 2012
  • Aprile 2012
  • Marzo 2012
  • Febbraio 2012
  • Gennaio 2012
  • Dicembre 2011
  • Novembre 2011
  • Ottobre 2011
  • Settembre 2011
  • Agosto 2011
  • Luglio 2011
  • Giugno 2011
  • Maggio 2011
  • Aprile 2011
  • Marzo 2011
  • Febbraio 2011
  • Gennaio 2011
  • Dicembre 2010
  • Novembre 2010
  • Ottobre 2010
  • Settembre 2010
  • Agosto 2010
  • Luglio 2010
  • Giugno 2010
  • Maggio 2010
  • Aprile 2010
  • Marzo 2010
  • Febbraio 2010
  • Gennaio 2010
  • Dicembre 2009
  • Novembre 2009
  • Ottobre 2009
  • Settembre 2009
  • Agosto 2009
  • Luglio 2009
  • Giugno 2009
  • Maggio 2009
  • Aprile 2009
  • Marzo 2009
  • Febbraio 2009
  • Gennaio 2009
  • Dicembre 2008
  • Novembre 2008
  • Ottobre 2008
  • Settembre 2008
  • Agosto 2008
  • Luglio 2008
  • Giugno 2008
  • Maggio 2008
  • Aprile 2008
  • Marzo 2008
  • Febbraio 2008
  • Gennaio 2008
  • Dicembre 2007
  • Novembre 2007
  • Ottobre 2007
  • Settembre 2007
  • Agosto 2007
  • Luglio 2007
  • Giugno 2007
  • Maggio 2007
  • Aprile 2007
  • Marzo 2007
  • Febbraio 2007
  • Gennaio 2007
  • Dicembre 2006
  • Novembre 2006
  • Ottobre 2006
  • Settembre 2006
  • Agosto 2006
  • Luglio 2006
  • Giugno 2006
  • Maggio 2006
  • Aprile 2006
  • Marzo 2006
  • Febbraio 2006
  • Gennaio 2006
  • Dicembre 2005
  • Novembre 2005
  • Ottobre 2005
  • Settembre 2005
  • Agosto 2005
  • Luglio 2005
  • Giugno 2005
  • Maggio 2005
  • Aprile 2005
  • Marzo 2005
  • Febbraio 2005
  • Gennaio 2005
  • Dicembre 2004
  • Novembre 2004
  • Ottobre 2004
  • Settembre 2004
  • Agosto 2004
  • Luglio 2004
  • Giugno 2004
  • Maggio 2004
  • Aprile 2004
  • Marzo 2004
  • Febbraio 2004
  • Gennaio 2004
  • Dicembre 2003
  • Novembre 2003
  • Ottobre 2003
  • Settembre 2003
  • Agosto 2003
  • Luglio 2003
  • Giugno 2003
  • Maggio 2003
  • Aprile 2003
  • Marzo 2003
  • 7 Luglio 2011

    WORKSHOCK CORIGLIANO THE END

    The workshock has come to an end (copyright francesca stella!) which took place in Corigliano Calabro, within the festival that is held there since nine years, for the passion and love of photography by Gaetano Gianzi and Cosmo Laera.

    The workshock has been really interesting, as well as very tiring: not because the “students” weren’t dedicated, but because every time I try to give, give, give and give more. Honestly its exhausting.

    A really interesting fact is that the best work were made by three girls (one of which, Martina, 17 years old!) and was basically the first time they took a camera in hand: knowing too much (or, rather, to think to know…) is obviously a burden hard to eliminate.

    It is much better knowing to not know, rather than think you know…

    Nicola, one of the “students”, wrote on his blog a sort of diary of rhte three days: the first, the second and the third. The post written in the end is a little worrying: hope its all good!

    Really thanks to everyone for participating, thanks to the two models, as beautiful as brave, Arianna and Magena.

    The first day I took a photograph of Arianna, which I actually had in mind for some time and I hope in the future to have the time and inclination to develop: a group of people in a public place that completely ignore the presence, of course not “discreet”, of a completely naked woman. Perhaps I am the only one that can see this woman?

    Moreover this shot has served to show all the participants in the workshock, avoiding the usual big group:

    More words about the festival: for those who love photography this is an excellent time to share this passion with others. Everything is organised very well, as I mentioned above, but repeat it gladly, with passion and love by Gaetano Gianzi Cosmo Laera, which I want to thank publicly.

    To have in one place great photographers, curators, critics, journalists and so is a unique opportunity: I do suggest that you attend next year.

    And I also discovered that Franco Fontana is very nice!

    Maurizio Galimberti, Franco Fontana, Settimio Benedusi

    1. Mauro ha detto:

      Al prossimo che farai dalle mie parti (Sicilia) ci sarò sei un grande!!!

    2. Stefano ha detto:

      ah prima o poi voglio poprio seguirlo un uorchsciop si Settimio Benedusi, tra l’altro ne ho sentite di tutti i colori, da che ti fa correre due ore ogni mattina, che ti rinchiude, che non ti fa usare il cellulare (ed ha ragione). Però non credo finchè non vedo…

    3. Nicola ha detto:

      Come Francesca, aggiungo il mio “eternamente grato”. Mi rendo conto che l’ultimo post risulta un delirio, d’altronde l’argomento è workshock.
      Grazie.

    4. Gaetano ha detto:

      Grazie Settimio,
      il tuo è stato un workshop super, uno dei più fantastici tenuti in questi nove anni di festival a Corigliano; il tuo coinvolgimento totale, l’entusiasmo trasmesso , i consigli dati, a volte forti, anche se non faranno di tutti dei grandi fotografi, resteranno per sempre nei cuori di quanti hanno partecipato. La tua presenza ha dato un grande valore aggiunto al festival e sin d’ora ti invito alla decima edizione tra gli ospiti d’onore.
      PS: e come non ringraziare Pasquale Ettorre magico assistente pronto diligente e simpatico in ogni momento; grazie alle splendide Arianna ed Erica. Approfitto del blog per condividere il successo del festival con gli altri validi e insostituibili collaboratori della manifestazione: Giorgio Tricarico, Francesco Vitali Salatino, Mena Romio, Mario Donadio, Roberto Mari, Alfonso Di Vincenzo.
      Un abbraccio affettuoso a te e a tutti i BENEDUSIANI!

    5. Peppe Arena ha detto:

      Grazie di tutto Settimio!! Tre giorni molto intensi ed ho un’ottima memoria!!!

    6. Francesca Stella ha detto:

      🙂 che nostalgia dell’anno scorso!!! Ne farei altri n di workshock con te. Settimio Benedusi: collaudatore di attimi e rigiratore di calzini.

    7. Francesco Sapia ha detto:

      L’idea, il perchè, la storia, la verità. Ugo Mulas, l’Antologia di Spoon Rivers (Penniwt l’Artista), Calogero Russo, “Arianna Scoperta”, una focale e sempre la stessa grammatica. Questo è ciò che mi è rimasto del Workshok e sono sicuro che resterà indelebile nella mia mente per anni e anni e anni.
      Grazie Settimio e ovviamente grazie anche a Pasquale Arianna ed Erica.

    8. Francesco Francia ha detto:

      La foto è fantastica e originalissima come sempre.
      Complimenti

    9. Francesco Francia ha detto:

      … e scusate se aggiungo ma complimenti ad Arianna!!! 🙂

    10. Max Bertoli ha detto:

      Bello scatto, super Arianna!! Ciao

    11. Marco Cavalli ha detto:

      Che nostalgia… mi sono ritrovato nei bellissimi post di Nicola: le sensazioni e lo scombussolamento sono gli stessi che ho provato l’anno scorso al TPW, solo che lì erano 7 giorni intensivi di Settimio, non solo 3!!!! 😀

    12. Mena Romio ha detto:

      Eccomiiiiii. Ci sono anch’io a parlare del fantastico workshop con il mitico Settimio Benedusi. Vi assicuro che in nove anni di Festival, dopo aver partecipato a tutti i workshop tenuti dai più grandi maestri della fotografia, senza nulla togliere agli altri, quello con Settimio è stato … UNICO! Settimio, l’ho già detto in varie occasioni, è un Maestro 10 & lode! Ha un’elevata professionalità unita ad un’attenta sensibilità; è uno di quei maestri … passionali, che ti bacchetta ma che ti vuol bene, anzi ti tratta “male” perché ti vuol scuotere, perché vuol riuscire e vuol farti riuscire! Insomma, a tutti quelli che non ci sono stati voglio dire: peccato!
      Naturalmente il Festival non è stato solo “Benedusi”! Con lui, Pasquale Ettorre e il suo Enorme sorriso, le bravissime Erica e Arianna… Come non ricordare tutti glia altri: da Berengo a Fontana, da Galimberti a Saglietti… Mormorio, Vacca, Mutti… Beh! Procuratevi il catalogo e chiederemo tutti i dettagli: è custodito tutto nella mia mente … e anche nel cuore!!! 🙂

    13. Arianna ha detto:

      ‎……Sono particolarmente affezionata al ricordo di questa esperienza che ha segnato una svolta ed una maturazione significativa per la mia professione……grazie Settimio…..
      ♥ Arianna

    14. Claudio Bisi ha detto:

      Quando sarete in Sicilia, io verrò!!!!!!!!!!!!!!!!

    15. Anna ha detto:

      Originale idea e Franco Fontana è … Franco Fontana!

    16. Antonio Cinti ha detto:

      Caspita, ogni volta è amaro in bocca pensare di essere a 900 chilometri. Sembra che la zona dove abito sia lontana da tutto e tutti, e mi perdo continuamente eventi tanto istruttivi e costruttivi. Ne capiterà mai uno del genere in Emilia Romagna o in Veneto? Sono comunque felice per tutti quelli che hanno potuto prendervi parte, in quel bellissimo luogo, prima o poi riuscirò a partecipare.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *