viaggiare

postato in: Senza categoria | 0

sono partito da cape town, ma il tutto e’ stato quantomeno burrascoso.
il volo sarebbe dovuto essere diretto cape town-francoforte, con la lufhtansa. prima incazzatura all’aeroporto, non lo sapevo ma il volo fara’ uno scalo in quel di joahnesburg. e va be’, facciamoci sto cazzo di scalo e perdiamo un bel tre ore tra tutto…
ci imbarchiamo sul un boeing 747, che e’ un bel po’ che non uso, mi sembra un aereo d’altri tempi.
volo tranquillo, arriviamo a joahnesburg, il tempo per far salire i nuovi passeggeri, e si riparte.
o almeno ci provano.
il nostro bel dinosauro 747 si mette sulla pista di decollo, mi immagino il pilota che porta quei bei levoni tutti in avanti, motori al massimo e il bestione acquista sempre piu’ velocita’.
va, va, sta quasi per decollare, che si sente un rumore sordo fuori, “BLOCCA TUTTO!”, “MOTORI INDIETRO!”, “FRENI AL MASSIMO!”.
grande frenata, capisco adesso l’importanza delle cinture di sicurezza.
un po’ di panico, ma neanche tanto: la prevalenza di passeggeri tedeschi porta il livello di consapevole e teutonica impenetrabilita’ alle emozioni al livello massimo.
un ariano affianco a me continua addirittura a leggere DER SPIEGEL. se fosse stato un aereo di italiano immagino le urla, “LEI NON SA CHI SONO IO!!! MI FACCIA SCENDERE!!!”.
mi adeguo anche io al clima serio da caserma, e non faccio una piega.
torniamo alla base, circondati da mezzi di soccorso, che rimangono inutilizzati.
insomma, non e’ successo nulla di gravissimo.
qui inizia il casino, perche’ passiamo nelle mani dei sud africani. tutto un gran casino. attese snervanti, controllo passaporti, e poi di nuovo, e uscire dall’entrata, e riprendere i bagagli, ma dove e quando e dove andiamo, e cosa facciamo…
dopo un bel po’ ci dicono di andare in un albergo li’ vicino, magari andare a dormire e aspettare notizie.
ASPETTARE NOTIZIE!!!
ma io devo andare a milano, lunedi’ ho un altro shooting che mi comincia (cliente di lunedi’ sei o no contento di questa mia dedizione alla causa?), come faccio???
mi fiondo all’ufficio della lufthansa, che trovo incredibilmente vuoto, dato che i tedeschi sono disciplinatamente in fila per l’hotel, e convinco l’impiegata, tedesca ma con evidenti tracce di emigrati italiani nel sangue, a mettermi su un volo KLM per amsterdam.
era destino che volassi su un 747. questa volta il bestione funziona. e mi faccio le 11 ore di aereo regolamentari.
e adesso sono in quel dell’olanda, aspettando il volo per milano.
a questo punto sono in ballo da quasi 24 ore, e di queste 24 ho dormito per non piu’ di 6 ore, a spizzichi e bocconi.
“fai il fotografo di moda??? che bello!!! chissa’ che bei viaggi che ti fai!!!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *