CONCORSO FASHION TALENTS

postato in: Senza categoria | 13
[it]non ho guardato il mio oroscopo recentemente ma se lo avessi fatto penso che sicuramente sarebbero state presenti le parole giuria/premio/fotografico/concorso (balle, leggo sempre l’oroscopo dell’internazionale, ma non diceva nulla a proposito…): dopo il concorso benedusi #02, con relativi vincitori e dopo il concorso canon, è stato il turno del concorso fashion talents.

tra le molte proposte arrivate, noi della giuria ci siamo concentrati su due lavori, entrambi molto belli. alla fine l’ha spuntata, sul filo di lana, il progetto “we are our fears” realizzato da: i fotografi alessia campostrini e biagio fontana, il trucco mary cesardi, la modella leigh martin e la stylist linda calugi.

vincono la possibilità di realizzare un servizio per style.it

ecco alcune immagini dal loro bel servizio:

una menzione anche per i “secondi” arrivati, con il lavoro “superstars” (fotografa alice pavesi, stylist federica caggiati, capelli martina bernini, trucco beatrice savi, modella elisa spina).

tre immagini dal loro bel progetto:


ok, per adesso è finita, ma non per molto, dato che nelle prossime settimane mi aspetta un’altra giuria, questa volta addirittura all’estero…

giustamente i ragazzi del mio studio mi hanno fatto questo:

cliccando sulla fotina qui sopra… [/it]

[en]

I haven’t read my horoscope recently but if I did I am pretty sure it would have read the words jury/prize/photographic/competition (bullshit, I always read my horoscope on the internazionale, but it didn’t say any of that…): after the benedusi competition #02, with its winners and after the canon competition, it was the fashion talents turn.

Amongst the many pitches we received, we of the jury concentrated on two works, both very beautiful. At the end, on the blade’s edge, the project “we are our fears” made by: the photographers Alessia Campostrini and Biagio Fontana, make up by Mary Cesardi, the model Leigh Martin and the stylist Linda Calugi.

They won a chance to shoot an editorial for style.it

Here are some images from their beautiful editorial:

A little mention for the “second” placed, with their work “superstars” (photographer Alice Pavesi, stylist Federica Caggiati, hair by Martina Bernini, make up Beatrice Savi, model Elisa Spina).

Three images from their nice project:

Ok, for now its over, but not for long, giving that another jury is waiting for me in the next few weeks, this time overseas…

Rightly my people in my studio made this:

By clicking on the photo above… [/en]

13 risposte

  1. mirko

    Potrei sapere il motivo che l’ha spinta a scegliere queste foto ? cosa in particolare l’ha colpita?
    Grazie mille

  2. Claudio Rizzolo

    Normalmente non dico mai la mia, ma siccome l’argomento mi interessa…

    Le immagini vincitrici non mi piacciono, tutto troppo finto, le pose, la pelle, le foto…
    Le altre sono carine, ora va molto dare questo tono alle foto e mi sembra che a volte ci stia pure bene.

    Comunque complimenti a tutti per mettersi in gioco in questi concorsi!

    😉

  3. Fra

    Avevo seguito il Fashion Talents fin dalle fasi delle votazioni del pubblico e ho visto quindi anche tutte le altre gallerie. Sinceramente il lavoro “we are our fears” non mi aveva trasmesso nulla, (pur sapendo chi le avesse realizzate e aspettandomi quindi qualcosa di più): e non tanto a livello estetico – che in una fotografia, seppur di moda, come tu m’insegni Settimio, non è la cosa più importante o per lo meno è solo un punto di arrivo, conseguenza dell’esistenza di ben altro – su cui si può discutere fino allo sfinimento perchè è un discorso molto soggettivo. Il problema a mio avviso riguarda il contenuto profondo, l’idea: le foto, semplicemente, non dicono ciò che promettono nel titolo. Si legge all’interno della gallery la seguente descrizione: “corvi. un chiassoso cielo hitchcockiano. sogno di una donna nella città-deserto, tra fredde lastre di marmo e architetture diafane dalle geometrie decise e monumentali. nella realtà onirica la paura diviene ombra e identità”. Ecco, io della trasfigurazione umana in queste non ben definite “paure” non vedo nulla, a maggior ragione per le scelte di styling che sono state fatte. Tutto troppo perfetto, costruito, finto, photoshoppato. La modella sembra una statua di cera inanimata, altro che “paure”. Non c’è inquietudine, non c’è tensione emotiva. Il “chiassoso” cielo hitchockiano non mi arriva, se non in sordina attraverso qualche ombra di uccelli sulla parete di un edificio. L’idea sarebbe anche interessante, ma ai miei occhi il risultato non è nè degno dell’intenzione nè della vittoria rispetto ad altri lavori che ho visto nel concorso.

  4. Gio

    Di fotografia di moda non capisco molto ma il progetto dei secondi classificati mi sembrava più originale, o quantomeno un po’ più coraggioso rispetto quello dei primi (stravisto) 🙂 complimenti

  5. Enrico

    A me piacciono molto entrambi, non conoscendo gli altri lavori del concorso non potrei mai dire se sono migliori o peggiori di, ovviamente.
    Il secondo mi piace di più, ma forse è meno “fashion” nel senso moderno???

  6. Anna

    Bhe si deve ammettere che le immagini che scegli sono di gran lunga migliori di quelle che fai tu

  7. Elias

    guardo ora le foto che hanno vinto il concorso. ricordo vagamente la gallery di FT.
    innanzi tutto QUOTO FRA!!
    io non riesco proprio a vedere l’immaginario di cui la descrizione parla, e dico anche che non trasmettono alcun tipo di emozione (ricordiamocelo, la moda vive di ventita di emozioni).
    ma a maggior ragione per il nome del concorso che si chiama FASHION TALENTS, io non vedo alcun TALENTS in quelle foto! non vedo nulla di più di quello che già si vede in giro. zero sperimentalismo,zero novità!
    aldilà del fatto che le votazioni erano inutili: mi sembra che nessuno dei due gruppi avessero effettivamente molti voti, ma pazienza.
    anche se devo dire che il gruppo che ha vinto trucco&parrucco avevano foto che almeno trasmettevano qualcosa.

  8. Andrea

    Non ho mai lavorato nella moda, ma a mio gusto trovo ben fatto il lavoro di alessia campostrini e biagio fontana. Alcuni scatti li trovo persino ironici, non so se fosse loro intenzione, ma comunque mi hanno colpito anche per questo aspetto. I secondi classificati a mio modesto parere percorrono la moda del momento, uno stile vintage, che attualmente si riesce a ricreare persino con l’Iphone e che a me ha già stancato da un bel pezzo. Un lavoro però il loro molto ricercato, e valorizzato dalla scelta delle location.

  9. F.

    Non per fare polemica, forse mi sbaglio, mala squadra che ha vinto non ha tra i fotografi una tua assistente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *