WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archive

  • november 2018
  • september 2018
  • august 2018
  • june 2018
  • april 2018
  • febrary 2018
  • january 2018
  • december 2017
  • november 2017
  • september 2017
  • august 2017
  • july 2017
  • may 2017
  • april 2017
  • march 2017
  • febrary 2017
  • december 2016
  • november 2016
  • october 2016
  • september 2016
  • july 2016
  • may 2016
  • april 2016
  • march 2016
  • febrary 2016
  • january 2016
  • december 2015
  • november 2015
  • october 2015
  • september 2015
  • august 2015
  • july 2015
  • june 2015
  • may 2015
  • april 2015
  • march 2015
  • febrary 2015
  • january 2015
  • december 2014
  • november 2014
  • october 2014
  • september 2014
  • august 2014
  • july 2014
  • june 2014
  • may 2014
  • april 2014
  • march 2014
  • febrary 2014
  • january 2014
  • december 2013
  • november 2013
  • october 2013
  • september 2013
  • august 2013
  • july 2013
  • june 2013
  • may 2013
  • april 2013
  • march 2013
  • febrary 2013
  • january 2013
  • december 2012
  • november 2012
  • october 2012
  • september 2012
  • august 2012
  • july 2012
  • june 2012
  • may 2012
  • april 2012
  • march 2012
  • febrary 2012
  • january 2012
  • december 2011
  • november 2011
  • october 2011
  • september 2011
  • august 2011
  • july 2011
  • june 2011
  • may 2011
  • april 2011
  • march 2011
  • febrary 2011
  • january 2011
  • december 2010
  • november 2010
  • october 2010
  • september 2010
  • august 2010
  • july 2010
  • june 2010
  • may 2010
  • april 2010
  • march 2010
  • febrary 2010
  • january 2010
  • december 2009
  • november 2009
  • october 2009
  • september 2009
  • august 2009
  • july 2009
  • june 2009
  • may 2009
  • april 2009
  • march 2009
  • febrary 2009
  • january 2009
  • december 2008
  • november 2008
  • october 2008
  • september 2008
  • august 2008
  • july 2008
  • june 2008
  • may 2008
  • april 2008
  • march 2008
  • febrary 2008
  • january 2008
  • december 2007
  • november 2007
  • october 2007
  • september 2007
  • august 2007
  • july 2007
  • june 2007
  • may 2007
  • april 2007
  • march 2007
  • febrary 2007
  • january 2007
  • december 2006
  • november 2006
  • october 2006
  • september 2006
  • august 2006
  • july 2006
  • june 2006
  • may 2006
  • april 2006
  • march 2006
  • febrary 2006
  • january 2006
  • december 2005
  • november 2005
  • october 2005
  • september 2005
  • august 2005
  • july 2005
  • june 2005
  • may 2005
  • april 2005
  • march 2005
  • febrary 2005
  • january 2005
  • december 2004
  • november 2004
  • october 2004
  • september 2004
  • august 2004
  • july 2004
  • june 2004
  • may 2004
  • april 2004
  • march 2004
  • febrary 2004
  • january 2004
  • december 2003
  • november 2003
  • october 2003
  • september 2003
  • august 2003
  • july 2003
  • june 2003
  • may 2003
  • april 2003
  • march 2003
  • 15 novembre 2003

    back

    eccomi qui, sono tornato dalla florida.
    gli ultimi giorni sono stati di duro lavoro, ha cominciato a fare un gran caldo, e come al solito mi sono mezzo scottato.
    l’america è sempre un posto interessante e gli americani sono i soliti bambinoni cresciuti.
    come sempre si vedono là le cose che qui ci saranno tra qualche anno, e sono orripilato solo all’idea che i macchinoni enormi, che fanno sembrare una BMW X5 una 500, che imperversano ora sulle strade di miami, saranno comprati ed usati da milanesi fighetti. è veramente impressionante: girano con delle cose che non sono neanche più macchine, neanche più SUV, ma veri e propri camion, usati come se fossero macchine. ruote enormi, cilindrate enormi, tutto enorme.
    guarda un pò se non trovo di meglio che parlare di macchine, che non me ne fotte un cazzo…
    sono arrivato questa mattina, e alla faccia del jet lag, me ne sono già andato al cinema, e menomale, ci voleva un risciacquo di europa e cultura europea/italiana: ho visto il bellissimo film di virzì “caterina va in città”.
    grande virzì, bravo! mi è sempre piaciuto, e con questo film torna al livello di “ovosodo”.
    virzì, vai cosi!
    in tutti ‘sti viaggi mi sono perso i concerti di dowie e harper, avevo comprato i biglietti ben a luglio, cazzarola…
    tutto ‘sto cazzeggio è forse per procastinare l’argomento ovviamente più grave e doloroso, la morte dei carabinieri in iraq.
    poveri ragazzi.
    povere famiglie.
    andare a morire in un cazzo di paese chissà perchè e chissà per che cosa.
    alcune cose però non mi tornano, e qualche dubbio ce l’ho:
    tutti parlano di missione di peacekeeping, non c’è militare che non dica che sta andando, volontario, in un paese in guerra, non per combattere, cosa che ovviamente aborre!, ma solo per mantenere la pace. mi sembra una cazzata. ma come! vanno dei militari, vestiti da militari, con i fucili e i blindati, e dicono che vanno a mantenere la pace…strano…come se una signorina si mettesse autoreggienti, minigonna e reggiseno a vista (cosa che ovviamente è ben libera di fare) e dicesse che va in giro ad incentivare la castità…
    non so…
    come le varie fighe che adesso escono mezze nude sui calendari. tutte dicono che lo fanno perchè le foto sono artistiche. ma che cazzo dici?! se ti piace posare nuda per essere al servizio dell’arte perchè non fai lo modella nelle lezioni di nudo all’accademia di brera? mai una che dica: lo faccio perchè sono ancora giovane e figa, un discreto fotografo e un ottimo ritoccatore mi faranno ancora più giovane e più figa, tutto questo voglio orgogliosamente farlo vedere al mondo e grazie a questo farmi notare per uscire dalla merda in cui sono.
    mai. tutte lo fanno per l’arte. ma vaffanculo!
    ma mi sono distratto dalle vere tragedie, altro che ‘ste cazzate delle modelle…
    tornando all’iraq: un’altra cosa che mi ha fatto pensare, e anche incazzare, è il fatto che i ragazzi che sono morti erano carabinieri normali, normalissimi, tipo quelli che che fanno operazioni di polizia in città. gli hanno fatto solo un corso di UN, dico UNO, mese.
    ma come? ma i militari veri, quelli che si vedono nei filmati di propaganda, i battaglioni san marco, i lagunari, la folgore, tutti questi bei soldatoni inacazzati e incazzosi, per cosa li tengono? se ci attacca la francia? se san marino ci lancia i missili?
    quella è un’operazione di guerra dove devono essere mandati(se proprio si deve e si vuole…) veri militari.
    cazzo
    cazzo e cazzo
    e chi ci rimette poi è il ragazzotto siciliano che è andato a fare il carabiniere per portare uno stipendio a casa.
    per lui tutto il mio profondo rispetto.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *