WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archive

  • Gennaio 2019
  • Novembre 2018
  • Settembre 2018
  • Agosto 2018
  • Giugno 2018
  • Aprile 2018
  • Febbraio 2018
  • Gennaio 2018
  • Dicembre 2017
  • Novembre 2017
  • Settembre 2017
  • Agosto 2017
  • Luglio 2017
  • Maggio 2017
  • Aprile 2017
  • Marzo 2017
  • Febbraio 2017
  • Dicembre 2016
  • Novembre 2016
  • Ottobre 2016
  • Settembre 2016
  • Luglio 2016
  • Maggio 2016
  • Aprile 2016
  • Marzo 2016
  • Febbraio 2016
  • Gennaio 2016
  • Dicembre 2015
  • Novembre 2015
  • Ottobre 2015
  • Settembre 2015
  • Agosto 2015
  • Luglio 2015
  • Giugno 2015
  • Maggio 2015
  • Aprile 2015
  • Marzo 2015
  • Febbraio 2015
  • Gennaio 2015
  • Dicembre 2014
  • Novembre 2014
  • Ottobre 2014
  • Settembre 2014
  • Agosto 2014
  • Luglio 2014
  • Giugno 2014
  • Maggio 2014
  • Aprile 2014
  • Marzo 2014
  • Febbraio 2014
  • Gennaio 2014
  • Dicembre 2013
  • Novembre 2013
  • Ottobre 2013
  • Settembre 2013
  • Agosto 2013
  • Luglio 2013
  • Giugno 2013
  • Maggio 2013
  • Aprile 2013
  • Marzo 2013
  • Febbraio 2013
  • Gennaio 2013
  • Dicembre 2012
  • Novembre 2012
  • Ottobre 2012
  • Settembre 2012
  • Agosto 2012
  • Luglio 2012
  • Giugno 2012
  • Maggio 2012
  • Aprile 2012
  • Marzo 2012
  • Febbraio 2012
  • Gennaio 2012
  • Dicembre 2011
  • Novembre 2011
  • Ottobre 2011
  • Settembre 2011
  • Agosto 2011
  • Luglio 2011
  • Giugno 2011
  • Maggio 2011
  • Aprile 2011
  • Marzo 2011
  • Febbraio 2011
  • Gennaio 2011
  • Dicembre 2010
  • Novembre 2010
  • Ottobre 2010
  • Settembre 2010
  • Agosto 2010
  • Luglio 2010
  • Giugno 2010
  • Maggio 2010
  • Aprile 2010
  • Marzo 2010
  • Febbraio 2010
  • Gennaio 2010
  • Dicembre 2009
  • Novembre 2009
  • Ottobre 2009
  • Settembre 2009
  • Agosto 2009
  • Luglio 2009
  • Giugno 2009
  • Maggio 2009
  • Aprile 2009
  • Marzo 2009
  • Febbraio 2009
  • Gennaio 2009
  • Dicembre 2008
  • Novembre 2008
  • Ottobre 2008
  • Settembre 2008
  • Agosto 2008
  • Luglio 2008
  • Giugno 2008
  • Maggio 2008
  • Aprile 2008
  • Marzo 2008
  • Febbraio 2008
  • Gennaio 2008
  • Dicembre 2007
  • Novembre 2007
  • Ottobre 2007
  • Settembre 2007
  • Agosto 2007
  • Luglio 2007
  • Giugno 2007
  • Maggio 2007
  • Aprile 2007
  • Marzo 2007
  • Febbraio 2007
  • Gennaio 2007
  • Dicembre 2006
  • Novembre 2006
  • Ottobre 2006
  • Settembre 2006
  • Agosto 2006
  • Luglio 2006
  • Giugno 2006
  • Maggio 2006
  • Aprile 2006
  • Marzo 2006
  • Febbraio 2006
  • Gennaio 2006
  • Dicembre 2005
  • Novembre 2005
  • Ottobre 2005
  • Settembre 2005
  • Agosto 2005
  • Luglio 2005
  • Giugno 2005
  • Maggio 2005
  • Aprile 2005
  • Marzo 2005
  • Febbraio 2005
  • Gennaio 2005
  • Dicembre 2004
  • Novembre 2004
  • Ottobre 2004
  • Settembre 2004
  • Agosto 2004
  • Luglio 2004
  • Giugno 2004
  • Maggio 2004
  • Aprile 2004
  • Marzo 2004
  • Febbraio 2004
  • Gennaio 2004
  • Dicembre 2003
  • Novembre 2003
  • Ottobre 2003
  • Settembre 2003
  • Agosto 2003
  • Luglio 2003
  • Giugno 2003
  • Maggio 2003
  • Aprile 2003
  • Marzo 2003
  • 9 Novembre 2009

    LA VELOCITA’

    I am not sure I have many other qualities, but definitely (as a photographer…)   I have one: I am fast.

    Not so long ago, on a celebrated set, I had the pleasure to find this beautiful present, this t-shirt:

    world_fast_photographer

    Sports Illustrated t-shirt aside I have another four images to show, here below. Thanks to the embedded data we can now see the exact hour and minutes in which the photograph was taken. We were in africa, in a situation which wasn’t really calm and serene (army men patrolling/peeping because we were in an area where we shouldn’t have been), and the model wasn’t just any model, but a personality, which on the one side it made things easier (she was really good, in front of the camera…) but on the other side she complicated things (obviously she couldn’t change clothes in the middle of the beach in front of everyone, therefore she was going up and down to the van…).

    Here are the four images:

    05

    02

    03

    04

    05

    There is a 7 minutes gap between the first and the second photograph, a 4 minutes gap between the second and the third, 6 minutes between the third and the fourth and 6 minutes between the fourth and the fifth. Change of costumes included.

    Excuse the egocentric blow job, but I wanted to “demonstrate” in concrete terms, also for who doesn’t know me on the field, the first line of this post.

    Let’s get to the core: the speed of a photographer when he shoots.

    I believe it is a very important thing. First of all it is already a quality in itself, appreciated by everyone, from the model, from the client, from the editor, from the hair and make up.. From everyone.

    If then the picture you’ve taken is a piece of shit (and trust me, it is a piece of shit… and I do not mean to belittle the work of someone that I don’t know, but seeing that 99% of the work out there is shit [including mine!] it is highly probable that the photograph you are about to take is too…) it is convenient to do it in little time! At least it will have one quality!

    Jokes aside, I’ll get to the point: to shoot fast means to have clear ideas.

    To shoot fast means to know exactly what you are doing form your head.

    To shoot fast means to have exactly pre-visualised the scene.

    To shoot fast means not to go for try outs.

    To shoot fast means to have had ideas before photographing.

    To shoot fast means to be sure of what you are doing.

    So: shooting fast is not only being fast, but it is an important sign that what you are doing works well, and has the characteristics of, eventually, being something well executed.

    Take my advice:be fast, it is an excellent indication of quality…

    1. Antonio ha detto:

      Penso davvero tu abbia ragione Settimio. Non avevo considerato ancora questo interessante concetto della velocità come indicatore ma, davvero, è interessante. Seguendo il tuo blog e i tuoi lavori concordo anche su quel 99% di foto in giro che non sono, diciamo, proprio il massimo. Vorrei precisare: ci sono bellissime foto, foto che forse io mai riuscirò a fare in vita mia, ma nella stragrande maggioranza dei casi…non dicono nulla. Ci pensavo nei giorni scorsi sfogliando alcune riviste ed ho visto delle cose veramente insignificanti, forse tecnicamente perfette (troppo perfette da apparire “sterili”) ma insignificanti. Ed è qui che si distingue il tuo lavoro. Potrei prenderne una a caso delle tue foto, e vederci dentro una idea, una storia, uno STILE; potrei pescarne un’altra sempre a caso e trovarci dentro un altro racconto (come è successo già, davvero, vedendo le tue foto, mi vien l’ispirazione di “scriverci dentro”, e questo è un segno…). Se ora vi associo il concetto di velocità da te espresso, beh, che dire: di fotografi e macchine fotografiche e tecnologie ve ne sono quanti e quante ne vuoi ormai, ma fotografi veramente bravi e con le idee in testa: pochissimi. Tu sei tra questi. Complimenti.

    2. PAOLO ha detto:

      Settimio… eddddiciamoloooo! ;)…. Fiore all’occhiello del Made in Italy quando si parla di modelle-attrici arrivate ai massimi livelli, … Sicuramente lo sono anche altre… con la sola differenza che però lei, è da anni sulla cresta dell’onda pur non avendo sposato un noto regista.
      Martina Colombari!
      Penso che si dica davvero troppo poco quanto sia brava oltre che bella…. Forse perché conserva ancora lo scettro della migliore Miss Italia che il nostro paese abbia mai avuto.
      Per me le foto che hai fatto a lei, rimangono in assoluto tra i tuoi più bei portraits! (vedi ad es. Hotel Sabotino) Arte pura!

    3. PAOLO ha detto:

      ma…. la mia vecchia icona??? E’ cambiata? mi somigliava….

    4. Maurizio ha detto:

      ..magari prima mi faccio venire un’idea.
      M

    5. Nicola ha detto:

      una media di 3 minuti a cagata mi sembra effettivamente una buona media…

    6. corrado ha detto:

      Tu lo puoi dire.
      Il tuo stile te lo consente
      e poi dipende molto anche da chi hai di fronte e di fianco.

    7. quoto “scattare velocemente vuol dire aver privisualizzato la scena esattamente” ma quoto di brutto!

    8. carlo ha detto:

      bravo benedusi, 5 magnifici scatti in così poco tempo………….riuscirò mai io a fare una sola (cagata) così nell’arco di una vita intera?

    9. Marco Maroni ha detto:

      .pronto
      .si
      .dica
      .5 foto di swemwear.
      .si, viene a prenderle o le consegno?
      .se consegna meglio
      .ok, 23 minuti

      🙂

    10. Nicolo' Fasce ha detto:

      In effetti andare in Africa, per di più in una situazione scomoda, per fotografare una modella italiana è un gran bel risparmio di tempo.

      E’ vero che spesso non è il fotografo a decidere, però con tutte le location che abbiamo in Italia, un sorriso pensando alla “velocità” questo racconto me lo ha strappato.

    11. Roberto ha detto:

      Settimio, secondo me te sei masochista, perchè vuoi a tutti i costi essere trattato male ?

      Sei un contraddittorio nato… e questo non è un blog è un foglio di carta virtuale dove tu scrivi,scrivi e scrivi, senza rispondere mai a nessuno. Dall’olimpo della tua saccenza spari cagate ogni giorno e tutti qui ad osannarti e leggerti. Ma chi ti edita le foto mentre te crei, pensi, scatti, proliferi, mangi etc etc ?? A si… dimenticavo… te sei veloce in tutto. Ma prima di scrivere, rallenta un’attimino e pensa a quello che dici. Non sempre la velocità paga, te lo dice uno che viaggia alla media di 1000 Km/orari ad ogni viaggio.

      Ciao

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *