WWW.BENEDUSI.IT

I MIEI POST PREFERITI

COMMENTI RECENTI

archivio

  • settembre 2018
  • agosto 2018
  • giugno 2018
  • aprile 2018
  • febbraio 2018
  • gennaio 2018
  • dicembre 2017
  • novembre 2017
  • settembre 2017
  • agosto 2017
  • luglio 2017
  • maggio 2017
  • aprile 2017
  • marzo 2017
  • febbraio 2017
  • dicembre 2016
  • novembre 2016
  • ottobre 2016
  • settembre 2016
  • luglio 2016
  • maggio 2016
  • aprile 2016
  • marzo 2016
  • febbraio 2016
  • gennaio 2016
  • dicembre 2015
  • novembre 2015
  • ottobre 2015
  • settembre 2015
  • agosto 2015
  • luglio 2015
  • giugno 2015
  • maggio 2015
  • aprile 2015
  • marzo 2015
  • febbraio 2015
  • gennaio 2015
  • dicembre 2014
  • novembre 2014
  • ottobre 2014
  • settembre 2014
  • agosto 2014
  • luglio 2014
  • giugno 2014
  • maggio 2014
  • aprile 2014
  • marzo 2014
  • febbraio 2014
  • gennaio 2014
  • dicembre 2013
  • novembre 2013
  • ottobre 2013
  • settembre 2013
  • agosto 2013
  • luglio 2013
  • giugno 2013
  • maggio 2013
  • aprile 2013
  • marzo 2013
  • febbraio 2013
  • gennaio 2013
  • dicembre 2012
  • novembre 2012
  • ottobre 2012
  • settembre 2012
  • agosto 2012
  • luglio 2012
  • giugno 2012
  • maggio 2012
  • aprile 2012
  • marzo 2012
  • febbraio 2012
  • gennaio 2012
  • dicembre 2011
  • novembre 2011
  • ottobre 2011
  • settembre 2011
  • agosto 2011
  • luglio 2011
  • giugno 2011
  • maggio 2011
  • aprile 2011
  • marzo 2011
  • febbraio 2011
  • gennaio 2011
  • dicembre 2010
  • novembre 2010
  • ottobre 2010
  • settembre 2010
  • agosto 2010
  • luglio 2010
  • giugno 2010
  • maggio 2010
  • aprile 2010
  • marzo 2010
  • febbraio 2010
  • gennaio 2010
  • dicembre 2009
  • novembre 2009
  • ottobre 2009
  • settembre 2009
  • agosto 2009
  • luglio 2009
  • giugno 2009
  • maggio 2009
  • aprile 2009
  • marzo 2009
  • febbraio 2009
  • gennaio 2009
  • dicembre 2008
  • novembre 2008
  • ottobre 2008
  • settembre 2008
  • agosto 2008
  • luglio 2008
  • giugno 2008
  • maggio 2008
  • aprile 2008
  • marzo 2008
  • febbraio 2008
  • gennaio 2008
  • dicembre 2007
  • novembre 2007
  • ottobre 2007
  • settembre 2007
  • agosto 2007
  • luglio 2007
  • giugno 2007
  • maggio 2007
  • aprile 2007
  • marzo 2007
  • febbraio 2007
  • gennaio 2007
  • dicembre 2006
  • novembre 2006
  • ottobre 2006
  • settembre 2006
  • agosto 2006
  • luglio 2006
  • giugno 2006
  • maggio 2006
  • aprile 2006
  • marzo 2006
  • febbraio 2006
  • gennaio 2006
  • dicembre 2005
  • novembre 2005
  • ottobre 2005
  • settembre 2005
  • agosto 2005
  • luglio 2005
  • giugno 2005
  • maggio 2005
  • aprile 2005
  • marzo 2005
  • febbraio 2005
  • gennaio 2005
  • dicembre 2004
  • novembre 2004
  • ottobre 2004
  • settembre 2004
  • agosto 2004
  • luglio 2004
  • giugno 2004
  • maggio 2004
  • aprile 2004
  • marzo 2004
  • febbraio 2004
  • gennaio 2004
  • dicembre 2003
  • novembre 2003
  • ottobre 2003
  • settembre 2003
  • agosto 2003
  • luglio 2003
  • giugno 2003
  • maggio 2003
  • aprile 2003
  • marzo 2003
  • 28 luglio 2003

    vacanze

    è nel suo trionfo quel tragico periodo dell’anno in cui la domanda che imperversa è: dove vai in ferie?
    AHAHHHHH!!!
    allora, premessa: io non vado in ferie. anche perchè c’è da fare una fondamentale distinzione: ci sono le ferie, le vacanze e la villeggiatura. in ferie ci va chi ha una/due massimo settimane libere dal lavoro, in vacanza ci va chi può non lavorare per un periodo abbastanza lungo, e comunque quanto gli pare a lui, e per finire in villeggiatura ci va chi va dove cazzo vuole lui per il tempo che vuole, generalmente da giugno a settembre.
    io non vado in ferie, vado in vacanza, e tendenzialmente tenderei per la villeggiatura.
    ma c’è un “ma”.
    ho orrore per le vacanze.
    il dover partire, per andare dove, per soffrire, per illudersi di divertirsi, per fare in due/tre settimane quello che non si riesce a fare durante tutto l’anno, “ancora un mese e poi finalmente mollo ‘sto cazzo di lavoro di merda e vado finalente in ferie”, ma che cazzo dici?!, la vita di tutti i giorni deve essere una vacanza, è la vita di tutti i giorni che deve essere vissuta godendo, non le due settimane ad agosto!
    e poi uno parte bello contento per la località scelta, torna e dice, “era bellissimo, un paradiso!”, io allora comincio a incasinare il tutto domandando “scusa, dici che ti sei tanto divertito, ma non è per caso che alla malpensa c’era un caos indescrivibile, in aereo una calca spaventosa, oppure in autostrada una fila interminabile, un caldo mostruoso, e poi volevi tanto andare alle maldive, ci sei andato c’era un umido spaventoso, i pescioni che là pescano non li sanno cucinare, pioveva ogni due ore, dopo due giorni ti sei rotto i coglioni e non vedevi l’ora di tornare a casa?” risposa:”si”
    e allora!?!
    tutti DEVONO andare in vacanza, sono OBBLIGATI ad andare in ferie, devono dire di essersi tanto tanto divertiti.
    tutti però poi tanto contenti di tornarsene a casa.
    l’unica cosa che tollero è la villeggiatura, stare un bel po’ in un posto, e dimenticare di essere un turista, diventare un viaggiatore, per finire di essere uno del luogo, e far diventare quel posto, ciò da cui si era partiti: casa propria.
    perchè quella è l’unica mia verità: sto bene solo a casa mia, con le mie cose, i miei libri i miei cd…
    e lo scorso sabato sera, pieno luglio, quando la maggior parte della gente era in località di villeggiatura a farsi inculare da ristoratori ingordi, dopo ore di fila in macchina, ciabattando in orrendi lungomare, io con un po’ di amici ho fatto una seratona, a milano, in un luogo, che vale, quello sì, un viaggio: la discoteca “nuova idea”. non la conoscete? diciamo un posticino alternativo…

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *